I cinquestelle presentano un’interrogazione per tutelare i 2.500 ambulanti bresciani

0

In mattinata il deputato Claudio Cominardi ha depositato con i colleghi M5S bresciani (Claudio Cominardi, Tatiana Basilio, Dino Alberti, Vito Crimi e Giorgio Sorial) un’interrogazione parlamentare a tutela dei 2.500 ambulanti presenti nella provincia di Brescia, dove i mercati sono circa 200 per un totale di ben 6.000 piazzole.

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO

Le ragioni e le richieste di coloro che, anche da Brescia, hanno deciso di prendere parte alla manifestazione di Roma – si legge in una nota – sono assolutamente condivisibili. L’applicazione della Direttiva Bolkestein agli ambulanti dev’essere considerata una pura assurdità. Per questo il nostro collega Ivan Della Valle ha già presentato una risoluzione e una specifica proposta di legge. 

La Direttiva ha per oggetto le modalità di utilizzo delle risorse naturali limitate: il primo grave errore è stato compiuto dunque nel 2010, anno in cui, con il recepimento della Direttiva attraverso il decreto legislativo 59, la superficie pubblica è stata equiparata a risorsa naturale limitata. Non è un caso se Spagna e Italia sono gli unici Paesi europei che hanno applicato la Bolkestein agli ambulanti, e se i primi hanno già posto rimedio estendendo fino a 70 anni la scadenza delle concessioni. Secondo grave errore è stato l’inserimento delle società di capitali tra i soggetti che possono gareggiare per ottenere il diritto all’occupazione del suolo pubblico. Un fattore che, unito alla breve durata dei tempi di scadenza delle concessioni (9-12 anni), aumenta notevolmente i rischi per gli oltre 180 mila operatori a livello nazionale.

I singoli Comuni possono già decidere se e come estendere il numero delle concessioni e dei giorni di mercato. Il settore risulta già liberalizzato di fatto.

Mentre favorisce le grandi compagnie estendendo all’infinito le concessioni per l’utilizzo di una vera risorsa naturale limitata come il petrolio, il Governo assiste passivamente all’inasprimento della guerra tra migliaia di piccoli ambulanti. Anche attraverso la nostra interrogazione chiederemo al Governo italiano di escludere gli ambulanti dall’applicazione della Direttiva Bolkestein. Il tutto senza perdere altro tempo, perché tra il 1 ottobre e il 31 dicembre 2016 i Comuni saranno tenuti alla pubblicazione dei bandi per l’assegnazione dei posteggi su aree pubbliche.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Come mai non fate mai interrogazioni parlamentari su questa invasione clandestina? Sul perchè navi battenti bandiera europea scarichino tutti nei nostri porti? Perchè mentre Obama contesta i muri il Congresso americano ha votato con tanti democratici di non volere siriani sul loro territorio a dimostrazione che non esiste obbligo di asilo internazionale? Perchè a noi viene invece detto che siamo obbligati a concedere asilo al mondo intero, quando la convenzione di >Ginevra del 1951 sembra consentire di andare clandestinamente solo nel primo Paese vicino e non ovunque? Da che parte state Voi si questa invasione?

  2. E la proposta di abolizione dell’8 per mille a che punto è? La state procrastinando apposta per illudere la gente e per non fare nulla? L’1,5% di tasse in meno ai cittadini italiani (8 per chiese, 2 per partiti e 5 per onlus) non è una buonissima ragione per eliminare questo ladrocinio a favore di preti, onlus e partiti? O, come sempre, siete d’accordo? Tanto paga la gente… Attendo risposte reali e competenti…

  3. Risposte reali e competenti già attivate. E già detto: non si puà partire da uan “superlegge” che nessuno, meno i pentastellati, voterebbe mai in Parlamento visti gli inetressi in gioco. L’abolizione dell’8 per mille (sacrosanta) va servita a dosi, partendo dall’iniqua ripartizione di chi non indica un destinatario e che favorisce la Chiesa Cattolica per arrivare, dopo un altro passaggio, all’abolizione definitiva. E’l’unica strada priroitaria e praticabile negli attuali scenari. Certo, in caso di vittoria 2018 dei 5 stelle, è già tra le priorità.

  4. Quali sono e dove si trovano queste risposte reali e competenti lo sapete solo voi. Inoltre perchè non partire con l’abolizione e poi arrivare al compromesso di aggiustare il tiro sulle scelte inespresse? Paura? Abbiamo bisogno di fatti, non di continue parole, altrimenti fallirete come tutti gli altri che hanno sempre continuato a chiacchierare. Quindi: subito proporre l’abolizione con proposta di legge e vediamo cosa butta. E poi cosa intendete con vittoria nel 2018? Vittoria intesa come governo solo vostro? Perchè se cominciamo a prendere le scuse che siete in una coalizione, mai nessuna riforma si farà. Attendo risposte chiare.

  5. Quindi se i 5 stelle non vinceranno nom si fara’ nulla. Io ci vedo il solito ricatto di sinistra memoria che se vincevano loro avrebbero tolto ai ricchi per dare ai poveri, avrebbero eliminato l’evasione degli autonomi facendoli fallire (con scene di giubilo fra gli operai e gli statali sfruttati e con lo stipendietto, oggi giardacaso, categorie privilegiate). Ma intanto non vincevano e tutto rimaneva un’utopia. Poi, passati i tempi, si sono imborghesiti andando a comandare e hanno annacquato tutto
    Non e’ che la storia si ripete? Volete abolire l’8 per mille? Fate una proposta di legge e apriamo il dibattito. Vediamo cosa salta fuori. Avanti quindi..l

  6. Non ci sarebbe solo quanto sopra riportato da tutelare rispetto alle direttive europee. Ad esempio l’accesso agli uffici pubblici che l’Europa con Legge 97/2013 ci ha imposto di aprire a profughi e extraUE è incompatibile sia con l’articolo del trattato sul funzionamento dell’Unione Europea che esclude la pubblica amministrazione dalle materie di ompetenza europea,e quindi l’Europa non aveva alcun diritto di imporci questa legge non essendo materia di competenza europea. Poi in Italia non avrebbero dovuto ratificarla non solo per il motivo anzidetto ma anche perchè l’art.51 della nostra Costituzione riserva agli italiani l’accesso agli uffici pubblici. Se poi come emerge dalla sentenza della Corte Costituzionale 348/2007 i trattati comunitari (e quelli europei lo sono) hanno come limite l’intangibilità dei diritti e principi stabiliti dalla nostra Costituzione, le direttive europee che l’europa ci impone sono in gran quantità incompatibili con la nostra Costituzione!. Dovrebbero passare tutte alla Corte Costituzionale prima di essere ratificate visto che questo compito che dovrebbe spettare ai parlamentari non sembra venir effettuato e lasciano passare qualsiasi legge ci impone l’Europa:

  7. Quando si parla di dibattito da aprire, speriamo non si pensi al Parlamento, ma a un dibattito pubblico che è pur sempre auspicabile ovviamente. No, perchè se invece si pensa a un dibattito a Montecitorio su una legge che abolisce oggi tout court l’8 per mille ci vuole un anno per farla approdare in aula dalle commissioni, sei mesi per discuterla con i vari passaggi, e alla fine la certezza matematica che, esclusi i pentastellati, nessuno la vota: una montagna di interessi trasversali in gioco. Mi viene in mente la legge sul taglio di stipendi, immunità ed affini dei deputati affacciatasi timidamente in Parlamento e sonoramente e rapidamente bocciata da tutti: destra, centro, centrodestra, centresinistra e sinistra tutti abbracciati, meno i 5 Stelle. Al massacro in queste condizioni non è gradevole andarci per ripartire di nuovo e sempre da zero; meglio qualche passettino anche furbesco pur di “far passare” qualcosa. Anche perchè sono ad oggi una cinquantina le proposte di legge pentastellate toste che giacciono in attesa di essere solo prese in condsiderazione. E non è un bel vedere: a Roma i numeri sono numeri e i potentati sono potentati.

  8. Fate qualcosa allora, muovetevi. Io propongo di introdurre due scelte, in concorrenza con le religioni: calamità naturali (tema attualissimo) ed edilizia scolastica. E introdurre la norma che la non scelta faccia sì che l’imposta non venga destinata ma rimanga nelle tasche del cittadino.

  9. x@considerazione. Questo signore, molto realisticamente, ci sta dicendo che le riforme strutturali che la gente attende da decenni non arriveranno mai, a causa del sistema parlamentare e degli interessi trasversali che ci sono. Quindi non vedremo mai aboliti i vitalizi, ridotti gli stipendi dei parlamentari, risolto il problema dell’evasione, eliminato l’8 per mille. Al limite, e votando loro s’intende, solo le briciole. E i problemi non si risolveranno mai. Anzi, per l’8 per mille si complicheranno perchè tra non molto entreranno in gioco anche le altre religioni, finendo quindi col finanziare anche quella musulmana. Invece eliminando alla radice il problema, lasci in tasca dei cittadini i loro quattrini e non finisci col finanziare chi ci vuole invadere.

  10. Intanto potreste sollevare il vizio di incostituzionalità della legge, visto che destina le scelte inespresse alla scelta maggioritaria (la chiesa cattolica) e visti i numerosi rilievi evidenziati dalla corte dei conti. Contemporaneamente potreste presentare una proposta di modifica del meccanismo eliminando la destinazione delle scelte inespresse. Invece sento solo chiacchiere. Perchè? Paura? Interessi? Incapacità? Non so, ditemi voi.

  11. Indicava la Corte Costituzionale in una vecchia sentenza che non esistono libertà e democrazia se non sotto forma di rispetto delle leggi che un popolo si dà e che liberamente puo’ cambiare. Considerato che anche voi eravate d’accordo nell’eliminare il reato di clandestinità della Bossi-Fini. Reato che la Corte Costituzionale ha definito nella sentenza 250/2010 non irrazionale nè arbitrario in quanto posto a difesa di valori di rango costituzionale come la difesa dei confini, sicurezza, sanità, ordine pubblico ecc.

  12. Indicava la Corte Costituzionale in una vecchia sentenza che non esistono libertà e democrazia se non sotto forma di rispetto delle leggi che un popolo si dà e che liberamente puo\’ cambiare. Considerato che anche voi eravate d\’accordo nell\’eliminare il reato di clandestinità della Bossi-Fini. Reato che la Corte Costituzionale ha definito nella sentenza 250/2010 non irrazionale nè arbitrario in quanto posto a difesa di valori di rango costituzionale come la difesa dei confini, sicurezza, sanità, ordine pubblico ecc.

  13. . Considerato che anche voi eravate d\\\’accordo nell\\\’eliminare il reato di clandestinità della Bossi-Fini. Reato che la Corte Costituzionale ha definito nella sentenza 250/2010 non irrazionale nè arbitrario in quanto posto a difesa di valori di rango costituzionale come la difesa dei confini, sicurezza, sanità, ordine pubblico ecc. mi sapete spiegare visto che fortunatamente questo reato costituzionale non è stato abolito come mai non viene applicato?? Non sarebbe doverosa una interpellanza parlamentare anche per questo soprattutto dopo che a Como e Ventimiglia si scopre vengano lasciati circolare liberamente clandestini che non hanno presentato domanda di asilo e che quindi andrebbero espulsi per direttissima?? State dalla parte della legalità o dell\\\’illegalità sull\\\’immigrazione clandestina?

  14. Che opposizione poi fate in Europa se dai vostri rappresentanti si sente dire che sono d’accordo per la distribuzione dei sedicenti profughi in Europa? Piuttosto perchè non contestate le protezioni sussidiarie o umanitarie che non paiono inserite nel diritto internazionale cioè la convenzione di Ginevra del 1951 e protocollo aggiuntivo ? Non si vedono scritte in queste convenzioni le parole protezione sussidiaria o umanitaria. E’ per caso una invenzione dell’>Europa? E’ forse a causa di queste 2 protezioni che siamo assaliti clandestinamente dal mondo ontero con la pretesa di farsi mantenere da noi? Quanto poi alla Convenzione di Ginevra del 1951 l’ONU avrebbe il dovere di controllare che gli Stati che hanno ratificato questa Convenzione la rispettino, Quindi dovrebbero controllare anche tutta l’Africa dato che a parte 2 Stati tutti gli altri hanno ratificato questa convenzione di Ginevra del 1951. Quindi gli Africani non solo hanno questa tutela internazionale ma anche sono tutelati dalla Convenzione Africana Rifugiati che hanno solo loro. Non avrebbero quindi alcun diritto di venire clandestinamente in Italia a farsi mantenere da noi quando in Africa hanno ben 2 Convenzioni che li tutelano quella internazionale di Ginevra del 1951 e quella continentale cioè la Convenzione africana rifugiati e l’ONU dovrebbe sorvegliare affinchè entrambe vengano applicate . Perchè non lo fa? E’ ormai chiaro a tutto il popolo italiano ed europeo che ci stanno ingannando e invadendo illegalmente, possibile non se ne siano accorti i nostri rappresentanti politici? O per caso sono tutti ‘accordo?

  15. Anche stamattina una cinquestelle europea che ancora parla a proposito di profughi della vendita della armi!! >Ma voleve per cortesia invece parlare di leggi e di regolamenti europei?? Zagrebelsky ieri sera ha detto nell’incontro con Renzi a LA7 che le sentenze della Corte Costituzionali sono da considerarsi norme costituzionali. E’ mai possibile allora che nessuno metta in evidenza che la Corte Costituzionale con sentenza 250/2010 ha stabilito che il reato di clandestinità della Bossi Fini è costituzionale in quanto posto a difesa di valori di rango costituzionale e di fatto questo reato non viene applicato? Perchè nessuno diquesta opposizione chiede al Ministro competente perchè non viene applicato questo reato che è un nostro diritto? I parlamentari europei dovrebbero spiegare agli italiani il senso della direttiva rimpatri 2008/115/ce che al punto 13 addirittura prevede voli congiunti per l’allontanamento dei cittadini di paesi terzi illegalmente presenti nel territorio di due o piu’ Stati membri. Gli Stati membri dovrebbero poter disporre di diverse possibilità per monitorare il rimpatrio forzato. Come puo’ l’Europa non aiutarci a rimpatriare se in questa direttiva prevede il rimpatrio con voli congiunti persino da piu’ Stati membri il che significa che deve occuparsene l’Europa! Poi al punto 10 di questa direttiva è persino indicato che per quel che concerne il rimpatrio esiste persino un Fondo Europeo per i rimpatri. Perciò anche la scusa che trovano i nostri politici che non si possono rimpatriare perchè è costoso viene smentito dalla possibilità di far ricorso al fondo europeo rimpatri o no? Sembra poi paradossale che per far ritornare al proprio Paese un cittadino di quel Paese si debba chiedere l’autorizzazione a quello Stato quando tra i diritti inviolabili c’è oltre la possibilità di lasciare il proprio Paese anche quella di farvi liberamente ritorno?? Ma quante bugie ci raccontano? Non sarebbe ora da parte vostra rispondere agli italiani su questa illegalità di questa immigrazione clandestina e illegale?

  16. A meno di sviste non trovo nella Convenzione di Ginevra del 1951 la “protezione sussidiaria” (quella che in Italia è stata concessa a Merano a un presunto Jhadista) e nemmeno la “protezione umanitaria”che paiono allora essere una invenzione dell’Europa introdotte con le direttive europee 2004/83/CE e 2011/95/ue. Davvero una bella invenzione che oggi è causa di invasione clandestina da ogni parte del mondo. Cosa aspetta l’Europa a darci spiegazioni si queste protezioni inesistenti in altre parti del mondo e che trasformano l’Europa in un colabrodo ed eliminarle? Sono oltremodo assurde soprattutto dopo aver appreso che il Congresso Americano anche col voto di alcuni democratici ha votato di non volere SIRIANI sul proprio territorio, mentre a noi viene ripetutamente detto che siamo obbligati a dare asilo???

LEAVE A REPLY