Il centrodestra ascolta la città per riconquistare la Loggia

17
Bsnews whatsapp

“Il Centro Destra ascolta la città”. A due anni dalle elezioni comunali del 2018 il centrodestra cittadino torna simbolicamente a viaggiare unito con una iniziativa che va nella direzione di “radicare e rafforzare il centro destra a livello cittadino continuando così il lavoro fino ad oggi svolto dai banchi dell’opposizione; lavoro svolto sempre in maniera propositiva e spinto dal desiderio di servire il bene comune”.

Il primo incontro – promosso da Area Popolare, Fratelli d’Italia, Lega Nord e Forza Italia – è stato a un gazebo allestito sabato mattina in piazza mercato, a cui faranno seguito altri appuntamenti in tutti i quartieri bresciani “con l’intento di ascoltare le esigenze dei cittadini bresciani e condividere proposte che possano ridare un futuro sicuro e radioso alla nostra città”.

Ricco l’elenco dei partecipanti, tra cui: Paolo Fontana (segretario Fi), Alberto Cavalli (ex presidente Provincia), Paola Vilardi (consigliere comunale Fi), Mattia Margaroli (capogruppo Fi), Massimo Stellini (segretario Fdi), Viviana Beccalossi (assessore regionale Fdi), Matteo Rinaldi (segretario cittadino Lega), Simona Bordonali (assessore regionale Lega), Fabio Rolfi (consigliere comunale Lega), Massimo Tacconi (consigliere comunale Lega) e Antonio D’Azzeo (segretario Area Popolare).

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

17 COMMENTI

  1. La prima cosa che chiederei al centrodestra è quella di eliminare, o almeno diminuire, l’enorme tasso di razzismo presente nella popolazione bresciana .

  2. La seconda cosa che chiederei è di eliminare, se servisse anche fisicamente, i pedofili, i pedopornografici,chi paga i bambini per scopi orrendi e infami. Squallidi personaggi purtroppo presenti nel territorio bresciano con i loro orrendi e radicati vizi.

  3. Sono lì, più o meno tutti. Nel siparietto pubblico dei partecipanti c’è sicuramnete quello votato al martirio nel 2018. Uno vale l’altro, il risultato non cambierebbe.

  4. Nulla di nuovo nemmeno in casa centro destra. Solo contrapposizione alla sinistra. Peecio’ penso che ad avvantaggiarsene saranno i 5 stelle….

  5. Dalla Repubblica : ” Opere pubbliche. 14 arresti in Lombardia ” Reati contestati : associazione a delinquere e corruzione. La misura è colma ! Attendiamo comunicati stampa.

  6. Pare ci sia l’ombra della ‘ndrangheta. Ma della presenza della ‘ndrangheta in Lombardia è da anni che se ne parla. I nostri prolissi grafomani governanti di centro destra non si sono mai accorti di nulla ?

  7. Prima di pensare di riconquistare la Loggia, penso dobbiate riconquistare voi stessi, come singolo partito è come schieramento. Come Partito troppi scandali, casi di corruzione, voltagabbana in Parlamento, collusioni con delinquenza, ecc..Serve un serio Statuto etico a tutti i partiti. Poi va verificato se è possibile mantenere coeso e credibile uno schieramento con obiettivi e principi così diversi: w l’Italia unita oppure w la Padania ? Favorevoli ad uno spirito cristiano dell’accoglienza oppure “cacciamo gli immigrati” ? ec…Il cittadino bresciano o italiano vuole finalmente chiarezza, correttezza, coerenza e trasparenza. Passare da Armata Brancaleone a coalizione forte è possibile, e penso che Brescia sia capace, vista la serietà di alcuni e la tradizione liberal riformista di molti….è a livello nazionale che sembra arduo. Comunque buon lavoro!

  8. Il richiamo all’etica nella politica, addirittura con Statuti ad hoc, che Sandro Belli giustamente evoca, mi ricorda un celebre democristianio il quale ricordava come ad ogni Congresso della DC vi fosse sempre qualcuno che puntualmente presentava una mozione di richiamo alla questione morale. Mozione che veniva puntualmente votata all’unanimità. Salvo poi disattenderne i principi ed il contenuto dal giorno dopo, ovviamente, quasi all’unanimità. Politica ed etica risiedono da noi su due galassie diverse, lontane ed inavvicinabili abche se si volasse alla velocità della luce. Meglio soprassedere, soprattutto rivolgendosi ad uno schieramento come il centrodestra che ha fatto di Silvio Berlusconi per un ventennio il proprio inostituibile alfiere. Alla faccia dell’etica, delle distanze da misurare tra gestione della cosa pubblica e interessi privati, della trasparenza e del perseguimento del bene comune come fine ultimo dell’azione poltica.

  9. Ieri sono arrivati altri 600 clandestini che verranno distribuiti in tutta Italia e sono tanti i cittadini e Sindaci che ormai ritengono inaccettabile questo comportamento. Quel che è inaccettabile soprattutto per tanti anziani che telefonano nelle varie trasmissioni in cui è possibile farlo a questi invasori che non scappino da nessuna guerra, ma anche se scappassero dalla guerra secondo l’art.31 della Convenzione di Ginevra potrebbero andare clandestinamente senza essere puniti solo nel primo paese confinante e non ovunque, vengono poi mantenuti per tanto tempo in Italia con le tasse anche di chi percepisce pensioni da 500 euro e che a differenza loro non gode di alloggio gratuito, pasti gratuiti, detergenti gratuiti, lavaggio abiti gratuiti, ecc. quando dovrebbero non essere nemmeno scaricati in Italia ma riportati in Africa da dove partono.

  10. Non 600 bensi’ 6000 clandestini le nostre navi e probabilmente anche quelle battenti bandiera europea scaricano tutte in Italia. Questo Governo non risponde alle interrogazioni oppure nessuno dell’opposizione rivolge interrogazioni mirate?? Noi cittadini vorremmo sapere perchè non viene applicato il reato di clandestinità della Bossi-Fini ancora in vigore e definito Costituzionale dalla Corte Costituzionale con sentenza 250/2010 e se non applicarlo non rappresenti una discriminazione verso gli italiani e un privilegio verso chi ci invade? Come mai a Como o a Ventimiglia si lasciano liberi per strada immigrati che non hanno presentato domanda di asilo e verso i quali dovrebbe essere applicata la direttiva rimpatri 2008/115/Ce? Anche questa non è una discriminazione nei nostri confronti? Come si puo’ lasciare liberi di circolare tra la gente persone non identificate ? Poi nella direttiva rimpatri è indicato un fondo al quale gli Stasti membri possono attingere per rimpatriare i clandestini ed addirittura si possono prevedere voli congiunti da 2 o piu’ Stati Membri per rimpatriare i clandestini. Come mai nessuno ne parla di questo fondo e ci viene detto che è troppo costoso per noi rimpatriare? La sensazione è che questa invasione sia stata concordata a tavolino e se l’opposizione è davvero contraria lo dovrebbe dimostrare meglio a livello nazionale ed europeo, diversamente che credibilità va a farsi friggere anche a livello locale!!! Si dovrebbe far chiarezza anche sul diritto di asilo, perchè è per merito di un rappresentante del Copasir che lo ha detto in TV, se oggi sappiamo che il Congresso Americano ha votato col voto di alcuni democratici di non volere Siriani sul proprio territorio !! Nessuno però li ha tacciati di razzismo o contestati e questa è la prova che non esiste obbligo di asilo internazionale, nemmeno per chi scappa dalla guerra!!!Perchè a noi viene detto che siamo obbligati a concedere asilo a chi scappa dalla guerra e anche per motivi economici allora??

  11. Siamo sempre alle solite: caduta la dc, il pci non credibile dopo decenni di promesse, poi puntualmente disattese una volta al governo sottoforma di cattocomunisti con l’appiggio di rifondazione, una lega che ha disatteso ogni speranza di vero federalismo, un cinquestelle che mi pare ricalchi l’esordio della lega, siamo ancora qui a dover votare turandoci il naso. Forse il problema e’ proprio nelle genti italiane, che non sono popolo, troppo divise e troppo diverse…

  12. Paradossale. Il Ministro Orlando interviene per una frase detta all’interno del Grande Fratello e non interviene invece per spiegare agli italiani perchè non si applica il reato di clandestinità della Bossi-Fini, ancora in vigore e ritenuto costituzionale dalla sentenza 250/2010, a coloro che arrivano clandestinamente e particolarmente a coloro che a Como e a Ventimiglia e altrove non hanno alcun diritto di rimanere per strada liberamente se come dicono non hanno nemmeno presentato la domanda di asilo? Ma se c’è obbligatorietà dell’azione penale chi sono questi clandestini per essere cosi’ privilegiati? Possibile che nemmeno la Lega informi i cittadini che questo reato esiste, è ancora in vigore e d è costituzionale ???

  13. Nelle osservazioni degli anonimi mi pare incredibile che l’unico tema sia, qualsiasi sia il titolo o l’argomento, “gli immigrati” .Forse è per questa unicità di tematica che il centro destra non riesce a decollare. Uno schieramento politico serio e compatto deve avere principi comuni e condivisi su molti aspetti della vita, della politica e dell’etica. Deve condividere molti temi e molti comportamenti per non essere l’Armata Brancaleone.

  14. Il problema principale ovviamente è il lavoro dopo che la globalizzazione e probabilmente l’Europa hanno disintegrato il tessuto produttiivo italiano. Lavoro che però non rappresenta un problema per tanta parte degli italiani, quelli del settore pubblico che il loro stipendio a fine mese lo percepiscono con sicurezza. Gli altri invece quelli che il lavoro pubblico se lo sognano devono fare i conti purtroppo con l’immigrazione, che fino a non tanti anni fa non era un problema cosi’ sentito in quanto gestita sicuramente meglio, ma oggi è sotto gli occhi di tutti che rappresenta un dramma di portata inaccettabile. E’ stato spiegato che non esiste democrazia se non sotto forma di rispetto delle leggi che un popolo libero si dà e che liberamente puo’ cambiare, ma a quanto pare queste leggi che per esservi democrazia dovrebbero essere rispettate, vengono eluse nel silenzio generale. I confini vanno difesi e tutelati da chi non arriva regolarmente e lo sostiene non solo la nostra Corte Costituzionale ma anche le direttive europee che evidentemente questo governo non applica come non applica la direttiva rimpatri che prevede persino voli congiunti di rimpatrio da 2 o piu’ Stati Membri e persino un fondo europeo rimpatri. Ma con la scusa che sono tutti profughi che scappano dalla guerra scaricano tutti in Italia e quello che è piu’ sconvolgente persino le navi battenti bandiera europea. Ai cittadini non importano le beghe di poltrone o di perdite di poltrone, ma che la sovranità del popolo venisse piu’ rispettata da parte di coloro che votano. E non c’è dubbio che il grido piu’ forte che sta lanciando tanta parte del popolo italiano,ma anche europeo, anche dai sondaggi tenuti rigorosamente nascosti, è quello di metter fine a questa immigrazione selvaggia che sempre piu’ sembra studiata a tavolino e di rivedere le regole sull’asilo principalmente a livello europeo che pare si sia inventata le protezioni sussidiaria e umanitaria non previste nel diritto internazionale, ma anche a livello costituzionale ,se a differenza del passato queste norme oggi consentono al mondo intero o perchè scappa dalla guerra o per altri motivi vari, di entrare in casa degli altri e pretendere di farsi mantenere, come fosse una razza eletta privilegiata col diritto assoluto di avere piu’ diritti sugli altri e calpestarli nei loro sacrifici. No,No. La nostra Costituzione non prevede razze elette o meglio condizioni sociali elette, ma un sacrosanto principio di uguaglianza oltretutto riferito solo ai cittadini italiani con diritti in piu’ rispetto agli stranieri , come il lavoro in quanto l’art. 4 della costituzione stabilisce che la Repubblica deve riservarlo principalmente agli italiani. Ecco perchè il tema immigrazione del quale il nostro Presidente del Consiglio non parla mai e non vuole mai parlare, è il principale problema, perchè investe non solo il tema della sicurezza e della nostra libertà, ma anche il lavoro, visto che l’Europa mette sullo stesso piano il mondo rispetto a noi, mentre la nostra costituzione protegge e riserva il lavoro per gli italiani. E dato che la nostra Corte Costituzionale nella sentenza 348/2007 ha sentenziato che i trattati comunitari, e quelli europei lo sono, hanno come limite l’intangibilità dei diritti e principi stabiliti dalla nostra Costituzione, sarebbe ora che tutte le direttive europee venissero controllate e corrette per stabilire se ledono i nostri diritti e principi. Lo dovrebbero fare i nostri rappresentanti italiani ed europei, ma a quanto pare non lo fanno con rigore visto che hanno fatto passare la legge 97/2013 che apre i concorsi pubblici a profughi e extraUE nonostante l’art. 51 della nostra Costituzione li riservi ai soli cittadini italiani!! Come vede il problema immigrazione/invasio ne è il principale problema oggi perchè investe ogni materia e se anche il centrodestra non batte un colpo, visto che come sosteneva un lettore che ha scritto a un giornale ormai anche i moderati sono diventati indignati, non faranno che deludere anche loro incentivando tanti elettori a starsene a casa delusi ormai da tutti.. Nessuno sostiene che chi scappa dalla guerra non debba essere protetto ma per non ledere i diritti altrui, si dovrebbero prevedere delle zone franche di protezione continentale a spese di tutti gli iscritti all’ONU. Se si accordano poi lavoro e privilegi anche ai profughi che arrivano clandestinamente è una ingiustizia enorme, perchè cosi’ si discriminano e calpestano quegli stranieri che rispettano le regole previste dalle leggi tramite le Ambasciate e i Consolati di provenienza. Questa immigrazione selvaggia calpesta tutti sia noi, sia gli stranieri che cercano lavoro seguendo le regole, sia i profughi che non se la sentono di scappare clandestinamente e si premia l’illegalità, la furbizia, oltre che la criminalità.

RISPONDI