I Tornado scovano una piantagione di marijuana a Quinzano

0

Forse volevano arrotondare lo stipendio da commesso di lui dato che lei era disoccupata. Peccato che i Carabinieri della Compagnia di Verolanuova abbiano goduto in via straordinaria della "collaborazione" dei Tornado del Sesto stormo dell’aviazione di Ghedi per controllare l’area. E a loro non sono sfuggiti i circa due quintali e mezzo di piante e di marijuana in una piantagione nella periferia di Quinzano, a fianco di un capannone in disuso e poco lontano dall’abitazione di due coniugi, V.A. di 38 anni e la moglie F.I. di 31.

La ricognizione dall’alto, effettuata sabato 1 ottobre, ha portato poi i Carabinieri a compiere un’ispezione via terra in cui hanno scovato la piantagione e anche una cantina in allestimento per proseguire la coltivazione anche nella fase invernale. I due sono stati arrestati e il giudice ha già predisposto la custodia cautelare in carcere. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Bumm!! ma ve lo immaginate l’appuntato di verolanuova che chiama la base militare di ghedi chiedendo il supporto dei tornado?? che fanno, la prossima volta bombardano la piantagione con bombe incendiarie??

  2. Due quintali e mezzo di piante di marijuana ? Vista la dimensione, bastava la segnalazione di un qualsiasi agricoltore o cittadino di passaggio. Francamente, la richiesta al Sesto Stormo mi pare quasi irricevibile, trattandosi di base militare e di aerei cacciabombardieri.

  3. siamo al ridicolo,ci voleva un tornado per scoprire due piante di maria??? con quello che costa far volare uno di quegli aerei spero che adesso i carabinieri se la rivendano per rientrare delle spese altrimenti era meglio lasciarla dove stava. altra considerazione,pur da amante del volo,ma quelli di ghedi si vede che non hanno proprio niente da fare se possono impegnare cosi i loro aerei eh……

  4. Credo ci siano un po’ di parole fuori luogo nell’articolo… Che durante esercitazioni di ricognizione si siano individuate le piante è cosa diversa dall’aver “messo in campo addirittura i Tornado”.

  5. Ma secondo te il pilota del tornado stava dando un occhiata al campo e ha visto le piante volandoci sopra????
    Qui probabilmente, se è vero, avranno mappato la zona e poi fatto a pc qualche analisi in base hai colori
    Super cattura proprio!!! Un successone mondiale della lotta alla droga!!!

  6. i tornado sono in grado di volare a pochi metri da terra se necessario,le ricognizioni aeree la polizia le fa con elicotteri o piccoli aerei piu adatti e meno spreconi…se durante una loro esercitazione hanno sgamato un coltivatore poco furbo e lo hanno segnalato puo succedere ma dai titoli degli articoli sembra proprio che siano stati i carabinieri a chiedere il supporto aereo….dove sarà la veridta?

  7. Intendevo che SECONDO ME l’unica cosa plausibile può essere che durante esercitazioni di ricognizione (chiaramente fotografica, non a vista…) e la successiva analisi delle foto si sia notata CASUALMENTE la coltivazione.
    Mi pare inverosimile che i Carabinieri chiedano il supporto dei Tornado per una coltivazione di erba. Se fosse stato chiesto il supporto aereo, sarebbe stato richiesto ai Carabinieri di Orio in elicottero.
    I titoli e i contenuti dei giornali… lasciamo perdere!

  8. La versione dei Tornado a Ghedi (non solo caccia bombardieri) è effettivamente dotata di pod da ricognizione elettro-ottica Rafael Reccelite, cioè un sofisticato sistema di ripresa aerea video-fotografica che opera in tempo reale trasmettendo immagini a terra. Plausibile che, attivato il sitema di ripresa in fase di decollo, siano state trasmesse a terra immagini che hannomporatto all’inequivocabile scoperta.

LEAVE A REPLY