Lonati ci mette 170 milioni. Il 27 ottobre parte la scommessa di Scalo Milano

1
Bsnews whatsapp

(at) Aprirà i battenti il prossimo 27 ottobre Scalo Milano, il “city style district” di Locate Triulzi, a Milano, frutto di un investimento di circa 170 milioni di euro (di cui una ventina per la riqualificazione ambientale) sostenuto in gran parte dalla famiglia Lonati. A presentare l’iniziativa sono stati questa mattina Ettore Lonati (presidente dell’omonimo gruppo) e Carlo e Filippo Maffioli, presidente e ad di Promos, la società bresciana che si è occupata della progettazione e della realizzazione di Scalo.

“Dopo sei anni”, ha detto Ettore Lonati, “il progetto iniziato da mio fratello Tiberio è arrivato a compimento. Scalo Milano rappresenta per il nostro gruppo una grande sfida imprenditoriale, oltre che un’altra importante diversificazione. Il format di Scalo rivoluzionerà il panorama italiano dell’immobiliare commerciale”. “Il nostro sarà un progetto diverso da tutti gli altri: si distinguerà a livello architettonico, ma anche per la proposta merceologica”, ha sottolineato Carlo Maffioli.

Scalo nasce in un’area ex industriale (una ex fabbrica di biscotti), ed è realizzato come un vero e proprio quartiere integrato nel tessuto urbano milanese. (è servito direttamente dal passante metropolitano, dalla rete ferroviaria e dalle tangenziali). “All’interno”, come sottolineato da Filippo Maffioli, “troveranno spazio attività dedicati a food, fashion e forniture. In particolare Scalo sarà il design district più importante al mondo, raccogliendo oltre 30 marchi tra cui Fassina, Frau, Cappellini, Scavolini, Alessi e Callegari. Per il food Scalo avrà all’interno 20 ristoranti, da un ristorante stellato a una piadineria. Mentre sull’offerta fashion abbiamo lavorato per avere un’offerta differenziante sui brand non presenti in Italia, come Karl Lagerfield che aprirà il primo store monomarca in Italia. Complessivamente le nuove insegne saranno 45”. Inoltre sono in corso trattative con il Pirellone per ospitare all’interno di Scalo una scuola di formazione per vetrinisti in collaborazione con il Gruppo Foppa.

Nella prima fase i negozi attivi saranno 130 (ma l’obiettivo è arrivare a 330), distribuiti su una superficie commerciale di circa 30mila metri quadrati (con obiettivo a 60mila) e dislocati quasi interamente su un unico piano (ad eccezione della Food Court, ribassata rispetto alla strada). Ad affiancarli un’area verde di 130mila metri quadrati ceduta la Parco Agricolo Sud Milano.

Da subito i dipendenti saranno un migliaio, ma a regime scalo dovrebbe occupare circa 1.500 dipendenti (un migliaio quelle che si sono occupate delle fasi realizzative), con una stima di circa 8 milioni di visitatori entro il 2017.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI