Lacquaniti, interrogazione al ministro: chiudere la sede dei neofascisti a Chiari

0
Bsnews whatsapp

Il deputato Pd Luigi Lacquaniti ha presentato un’interrogazione al ministo dell’Interno per chiedere la chiusura di tutte le sedi, compresa quella di prossima apertura a Chiari, del movimento Fascismo e libertà, la cui finalità politica si richiama esplicitamente a quella del ventennio mussoliniano ed è dunque in contrasto con i principi sanciti dalla Costituzione. L’interrogazione è stata firmata anche dal collega bresciano Mario Sberna.

ECCO IL TESTO DEL COMUNICATO

In alcune province, e in diversi comuni d’Italia è presente ed agisce il “Movimento Fascismo e Libertà – Partito Socialista Nazionale (MFL-PSN),” che, a quanto si legge testualmente nel suo Statuto “si rifà solo e semplicemente al Fascismo… e alla genialità del Duce” e “si basa interamente sul pensiero mussoliniano”.

Il MFL-PSN è un partito dichiaratamente fascista, in cui compare la denominazione "fascismo" nel simbolo stesso, che pone in evidenza al centro un fascio littorio. Inoltre aderisce alla World Union of National Socialists, l’internazionale neonazista.

In provincia di Brescia, il MFL-PSN opera nel comune capoluogo, e a Lumezzane. Di recente ha annunciato l’intenzione di aprire una sede anche a Chiari.

Il MFS-PSN è un partito chiaramente anticostituzionale. E’ ancora in vigore infatti la XII disposizione transitoria della Costituzione che recita: “È vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista.” La Legge n.645/52 sanziona “chiunque fa propaganda per la costituzione di una associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità di riorganizzazione del disciolto partito fascista, e chiunque pubblicamente esalta esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo”.

Non si può far passare per libertà di opinione l’intenzione di ricostituire un partito che cancellò la libertà d’opinione e tutte le altre libertà e portò il Paese alla dittatura e al disastro della guerra.

Per tutto questo ho presentato, un’interrogazione parlamentare al Ministro dell’Interno Alfano. Per sapere

se il Ministro interrogato sia a conoscenza dei fatti esposti, e se non ritenga che sia opportuno far piena luce sull’attività del MFL-PSN e dare immediata applicazione nei confronti dello stesso al divieto di riorganizzazione sotto qualsiasi forma del partito fascista previsto dalla Costituzione, imponendo la chiusura delle sedi già aperte, il divieto di aprirne di nuove, la cessazione di ogni attività politica presente e futura.

Il testo di cui sono primo firmatario è stato sottoscritto anche dai colleghi Franco Bordo, Gregorio Gitti e Mario Sberna.

On. Luigi Lacquaniti,

Partito Democratico

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Casomai le fosse sfuggito il Governo della Repubblica è nelle mani del suo partito e del suo segretario nazionale; invece di tentare di minare la Costituzione, potete tranquillamente legiferare in modo da chiudere ogni spiraglio a questi soggetti, che agiscono al riparo di alcune sentenze della Corte di Cassazione e piegando a loro favore alcune ambiguità semantiche della “Legge Scelba”.

RISPONDI