Stupro di Chiari, la difesa dei tre profughi accusati: la ragazza era consenziente

0

Violenza? Tutt’altro. La ragazza era consenziente e dopo l’atto ci ha lasciato anche il numero di telefono. Questo avrebbero dichiarato oggi i tre richiedenti asilo arrestati nelle scorse ore con l’accusa di aver stuprato una 22enne in un parco di Chiari. I tre avrebbero sostenuto davanti ai giudici di avere consegnato alla ragazza 15 euro, dopo una trattativa in cui ne avevano offerti inizialmente soltanto 10. Una versione opposta a quella della giovane, che ha affermato di essere stata costretta con la violenza. Nei confronti dei tre il gip ha disposto la custodia in carcere, ma non ha convalidato il fermo per la mancanza del pericolo di fuga.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Se fosse vero quello che sostengono i tre pakistani, come la mettiamo con la castrazione della Bodonali, della BEccalossi e di Salvini? Aspettare prima di urlare alla luna?

  2. Guarda che la prostituzione non è un reato, ma è reato solo lo sfruttamento della prostituzione. Ma reato dovrebbe essere praticarla per strada perchè ricordo a Forum una sentenza sui lavavetri in cui il giudice sosteneva che l’attività di lavavetri è illegittima perchè in violazione dell’art.669 del codice penale “Esercizio abusivo di mestiere girovago”. Le Forze dell’ordine devono sempre intervenire. E se è un esercizio abusivo di mestiere girovago quello dei lavavetri, mestiere girovago dovrebbe essere certamente anche la prostituzione per strada. Perciò per non essere reato dovrebbe svolgersi solo al chiuso e non per strada. O sbaglio? Quanto ai Pakistani, certo che dovrebbero essere rimpatriati e subito, non hanno alcun diritto di invaderci clandestinamente e sarebbe ora che si cambiassero le regole sull’asilo e pensare un po’ anche a difendere i nostri diritti umani e non solo quelli di chi ci invade senza regole. A casa loro e subito attivando il Fondo Europeo rimpatri e non tenendoli qui a spese dei pensionati al minimo per arricchire solo alcuni a spese di altri.

  3. Se fosse vero che era consenziente, la ragazza sarà una kompagna, brutta, appartenente a qualke cesso sociale, una coccolaimmi che non riesce a trovarsi un ragazzo decente e, in astinenza, ha ben pensato di appartarsi con i ragazzi dalla pelle caramello. Come diceva una pubblicità “two is megl che uan”, anche se in questo caso “tri” addirittura!

LEAVE A REPLY