Tintoretto da abbattere, una buona idea non è né di destra né di sinistra

0

di Fausto Di Mezza – Un’idea buona è un’idea buona, non è’di destra e neppure di sinistra. Quando questo elementare assunto si sposa con la logica della finanza immobiliare è ancora più vero. L’iniziativa messa in campo da Invesire Sgr, in merito all’abbattimento della torre Tintoretto, è quanto di più intelligente e socialmente utile si possa fare per quella zona della città.

L’housing sociale, infatti, rappresenta quella che, in termini finanziari, si definisce un’operazione win win. Si chiamano in questo modo le operazioni in cui tutte le parti coinvolte in un determinato deal escono vincenti dagli accordi trovati.

La finanza immobiliare, fatta attraverso quelle Sgr che, come loro mission non guardano solo alla logica del profitto ma anche alla utilità sociale delle operazioni, rappresenta uno strumento avanzato. Le Sgr offrono ai sottoscrittori dei fondi un minimo di remunerazione del capitale, permettono a quartieri degradati di rinascere e al contempo a giovani coppie di poter realizzare il sogno di avere una casa con sistemi innovativi come ad esempio l’affitto con riscatto. È necessario che la politica agevoli il più possibile questo tipo di operazioni, cercando di mettere le Sgr in condizioni di poter sviluppare piani finanziari che siano sostenibili.

Anche un profano del settore immobiliare capisce che perno fondamentale dell’operazione in questione passa obbligatoriamente dalla riuscita da parte della Sgr di alienare gli immobili velocemente.

Qualcuno dei lettori comprerebbe un appartamento nella torre Tintoretto anche qualora fosse riqualificata? Penso proprio che la risposta sia negativa perché un mostro rimane sempre un mostro anche se ristrutturato ed abbellito.

In conclusione, il mio personale consiglio alla politica cittadina è’ il seguente: la sinistra esca dall’impasse ideologico di non poter cambiare idea solo perché la proposta originaria fu fatta dalla ex giunta Paroli. La destra, dal canto suo, rinunci al "ve lo avevamo detto" ed insieme si lavori per fare in modo che tutti i soggetti coinvolti possano trarre il maggior vantaggio possibile. Abbattiamo quindi senza alcun indugio il mostro, prima che la città perda l’ennesimo treno!

* Ex assessore comunale al Bilancio

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Caspita, di botto si rivede Di Mezza. Strano. Da esperto del comparto, ci dice in poche parole come funziona la finanza speculativa dei Fondi Immobiliari i quali raccolgono capitali per lavorare sul mercato appunto immobliare anzichè mobiliare come fanno invece i Fondi Comuni di Investimento. E ci consiglia di affidarci ad Investire SGR (seconda a livello nazionale solo a Fimit e davanti a colossi come Generali, BNP Paribas e Prelios) che è sì disponibile ma a condizione di entrare ed uscire rapidamente dall’operazione abbttimento Tintoretto e riqualificazione residenziale. Quindi, il consiglio è: spalanchiamo le porte ai finanzieri d’assalto (Investire SGR è controllata dalla Banca Finnat dei romani della famiglia Nattino con tanto di luci ed ombre, come ricordava Bragaglio) e facciamolo rapidamente perchè il nostro partner, che secondo lui brillerebbe pure per “finalità sociali” (!?), non ha però nè tempo da perdere nè denari da immobilizzare. Alla fine ci si dovrebbe adoperare perchè tutti “traggano il maggior vantaggio possibile”. E invece no: è il momento almeno di cercare altri partner e di esaminare altre proposte perchè un solo studio di fattibilità ed un solo piano finanziario con a monte scarsissime analisi tecniche, non basta certo a far prendere una decisione che costa e va nella direzione opposta a quella deliberata in Giunta ed in Consiglio in questa tornata amministrativa. Qui non si tatta di perdere il treno, ma il buon senso e la ragione.

  2. Che discorsoni… I capitalisti sono brutti sporchi e cattivi, pretendono di guadagnare anche quando fanno le cose giuste… Che schifosi. Viva il Comunismo…

  3. il costo della demolizione sarà di gran lunga superiore a quanto preventivato. Le stesse procedure “antipolvere” utilizzate per la Calvino e la deledda qui saranno centuplicate come rischi e conseguenti costi di mitigazione. il resto è fuffa

  4. Il capitalismo ? “Libera volpe in libero pollaio” diceva Che Guevara. Esatto: la volpe Investire SGR ha trovato il pollaio Comune di Brecsia…

  5. Fermati Fausto… oggi le cose rispetto all’idea iniziale sono cambiate e di molto. Riconsideriamo il tutto perché stiamo andando a sbattere contro un muro!

  6. Tra il dire e il fare….. la demagogica tipica di im modo di fare politica ora si scontra con la realtà e ci dice non che ha sbagliato ma che per il bene dei cittadini….. e varie belle parole. la torre va abbattuta esattamente come deciso 4 anni fa. Si sono persi quattro anni. Attenzione che ci diranno che non è vero che ci sono demolizioni e demolizioni…. evviva la demagogica ed il renzismo dilagante.

LEAVE A REPLY