Vigili, controlli straordinari contro lo spaccio in città: tre persone in manette

0

La Polizia Locale di Brescia ha portato a termine, nei giorni scorsi, due significativo interventi contro lo spaccio di droga.

Nel pomeriggio di venerdì 14 ottobre gli agenti sono intervenuti in via Crotte, nel parcheggio del supermercato Italmark vicino al fiume Mella. Gli uomini della Polizia Locale stavano tenendo d’occhio gli spostamenti di due persone, un tunisino di 36 anni e un italiano di 53 anni, da tempo nel mirino del comando di via Donegani perché sospettati di essere i principali fornitori di droga della zona.

I due si sono avvicinati a un’auto che era appena entrata nel parcheggio, facendo segno al conducente, un giovane ucraino, di fermarsi. Dopo essersi guardati attorno con circospezione, l’italiano e il tunisino si sono diretti verso il sentiero accanto agli argini del Mella facendo ritorno dopo un quarto d’ora. A quel punto gli uomini della Polizia Locale sono intervenuti e il tunisino ha cercato di fuggire, scendendo lungo gli argini del fiume.

Nella fuga, ha tentato di disfarsi di un involucro di cellophane bianco, subito recuperato dagli agenti, contenente 12,4 grammi di eroina. Una volta raggiunto, l’uomo ha cercato di reagire divincolandosi con violenza. Il tunisino, inoltre, aveva con sé un marsupio all’interno del quale sono stati trovati 830 euro in contanti, probabile frutto dell’attività illecita.

Anche l’italiano ha provato a fuggire con la sua automobile ma è stato bloccato. Gli uomini della Polizia Locale sono riusciti inoltre a ritrovare un involto abbandonato dal cinquantatreenne contenente 353 milligrammi di eroina. Addosso aveva anche due coltelli, uno lungo 16 centimetri e l’altro 12. I due uomini sono stati arrestati.

Nel pomeriggio di lunedì 17 ottobre gli agenti, in abiti civili e con veicoli di copertura, hanno pattugliato il quartiere del Carmine, ispezionando via Rua Sovera, vicolo dell’Angelo, largo Formentone, corso Mameli e via San Faustino. Gli uomini della Polizia Locale hanno notato la presenza di un tunisino di 31 anni, con precedenti penali per spaccio, al tavolo di un bar di via Rua Sovera. L’uomo è stato raggiunto da un giovane italiano con il quale si è allontanato lungo la via. Arrivati in vicolo dell’Angelo, il tunisino ha consegnato al ragazzo un sacchetto in cambio di denaro. Gli agenti hanno quindi seguito il trentunenne e lo hanno fermato in via San Faustino. Il tunisino è stato quindi portato al comando di via Donegani dove gli sono state trovate addosso quattro confezioni di cellophane contenenti 1,2 grammi di cocaina in totale. E’ stato arrestato.

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY