Rovato, la polemica sulla radio locale divide ancora il centrodestra

0
Il sindaco di Rovato Tiziano Belotti
Il sindaco di Rovato Tiziano Belotti
Bsnews whatsapp

A Rovato continua la lite nel centrodestra, e stavolta l’oggetto del contendere è una comunicazione arrivata a Radio Montorfano. Secondo un settimanale locale, infatti, il ministero avrebbe obbligato l’emittente guidata da Ivan Archetti a oscurare le trasmissioni sulla frequenza 87,7 perché occuperebbero il segnale di Radio Sorriso. Nel pezzo – secondo quanto riportato da Rovato.it – si intervista anche Archetti (noto attivista politico dell’Udc), che si dice certo del fatto che la magistratura gli darà ragione e sottolinea che comunque non è in gioco la sopravvivenza della radio, oggi attiva anche su un’altra frequenza.

Ma il passaggio più interessante è quello postato su Facebook da Marianna Archetti, figlia di Ivan ed ex assessore comunale (in quota Lega) a cui il sindaco ha revocato le deleghe per questioni interne alla Lega. La Archetti, infatti, sottolinea che il plico del ministero è stato inviato solo a tre soggetti: le due radio e il Comune. Quindi l’ex assessore sottolinea che “successivamente con mail anonima e dal testo diffamante é stato girato ai giornali” e che “purtroppo pare chiaro da dove sia stato prelevato ed inviato il plico (sicuramente non dalle radio e non dal Ministero per cui ne manca uno…)”. L’accusa agli ex compagni di giunta è forte, e ora si attendono le repliche.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI