An Brescia inarrestabile, affondata anche l’Acquachiara Napoli

0
Bsnews whatsapp

Un’An Brescia concentrata e per nulla incline a fare i complimenti, viola uno dei templi della pallanuoto italiana: alla piscina Scandone di Napoli, nella terza giornata di campionato, i ragazzi di Sandro Bovo superano la Carpisa Yamamay Acquachiara per 14 a 7 (2-0, 5-2, 3-2, 4-3, i parziali). Sempre avanti nel punteggio (per oltre due tempi, le reti al passivo sono solo due), l’An tiene le redini del gioco con grande autorevolezza, con buona efficacia nel fondamentale dell’uomo in meno (2 gol presi in 10 situazioni di inferiorità) e con una discreta percentuale in superiorità (6 su 13); ma, ancora una volta, sono la determinazione e la solidità di tutto il gruppo a fare la differenza in ogni frangente del match. Anche quando il gioco si fa un po’ confusionario, con capovolgimenti di fronte uno di seguito all’altro, anche quando le scelte arbitrali sollevano qualche perplessità, e anche quando emergono alcune sbavature (ad esempio, qualche forzatura con l’uomo in più), le calottine bresciane non si scompongono rimanendo sempre ben orientate sull’obiettivo, ovvero i tre punti.

«L’ottimo approccio mentale dei ragazzi – afferma il dirigente dell’An, Paolo Fantoni, oggi in panchina ad accompagnare la squadra -, ha consentito di avere pochi problemi: il pressing difensivo è stato davvero buono, bene anche l’uomo in meno e in superiorità abbiamo colpito in modo positivo, a parte qualche tiro affrettato. Nonostante il viaggio, nonostante le tante partite giocate nelle ultime settimane, non ci son stati segni di stanchezza e tutti hanno dato il proprio contributo per questa vittoria arrivata senza particolari sofferenze».     

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI