Antagonisti, blitz alla Tintoretto: non abbattetela o occuperemo tutto

0

Questo pomeriggio, sabato 5 novembre, il Movimento di lotta per la casa di Brescia (Associazione Diritti per tutti, csa Magazzino 47 e Collettivo gardesano autonomo) ha occupato un ex locale commerciale da anni inutilizzato e situato del complesso e nel sedime della maxi Torre Tintoretto, quartiere San Polo, a Brescia.

“L’obiettivo – si legge in una nota – è di farne una base di lotta e di discussione contro lo sciagurato progetto di regalare la Torre ad una società privata (la Investire SGR del gruppo Banca Finnat) che la vuole demolire per costruire alloggi privati di housing sociale con affitti attorno ai 400 euro, assolutamente inaccessibili per molte famiglie vittime della crisi e della precarietà che solo nell’ERP, nell’edilizia residenziale pubblica possono trovare una risposta al proprio bisogno di casa e alla situazione di sfratto”.

Con questa azione – spiegano gli antagonisti – si apre la campagna di mobilitazione contro la “distruzione di una parte importante del patrimonio immobiliare pubblico, 195 case popolari, per privatizzarlo”.

“Chiediamo alla giunta Del Bono – si legge ancora – di essere coerenti con il proprio programma elettorale e di non sottostare al ricatto di Investire SGR, aprendo un dibattito pubblico sul futuro della Torre che deve comunque essere funzionale alla risoluzione delle più urgenti emergenze abitative, come quella sfratti. Chiediamo quindi di riaprire subito alcuni piani della Torre per le famiglie sotto sfratto che sono in graduatoria in attesa di una assegnazione definitiva anche in edifici posti in altri quartieri della città. Se l’amministrazione comunale, l’Aler e la Regione intenderanno invece regalare o svendere la Torre a una società privata – conclude il Movimento di lotta per la casa – ci sentiremo socialmente e politicamente legittimati a procedere con assegnazioni dal basso degli appartamenti della Tintoretto alle famiglie bisognose e non esiteremo a farlo”.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Carissimi antagonisti…ristru tturatelo a vostre spese e potrà rimanere in piedi con gli occupanti che già ci sono e che non pagano un c….!!!

  2. Sono sempre in disaccordo con le idee del magazzino 47 ma in questo caso credo che il buon senso dia a costoro la ragione il buon senso ci dice che piuttosto di lasciare dei disperati senza un tetto meglio sia data loro la Tintoretto certo è che non doveva essere costruita con buona pace dei luminari che l'hanno voltura .

LEAVE A REPLY