Montichiari, il sostegno del pubblico non basta contro Scandicci

0

Le porte aperte del PalaGeorge regalano un gran colpo d’occhio e, con la migliore cornice di pubblico, anche Metalleghe riesce a far vedere bel gioco tenendo testa ad un’avversaria mai doma che con una Meijners da 6 ace e 23 punti e una grande prova in difesa supera le tigri 3-1. Nessun punto fatto, ma molti passi avanti visti sul campo.

Chiappafreddo rinuncia a Loda e Arrighetti (a riposo dopo una borsite) e schiera Rondon incrociata a Havlickova, Cruz e Meijners in banda, Adenizia e Crisanti al centro con Merlo libero. Metalleghe parte determinata e arriva ad un primo distacco di quattro punti (12-8); difende bene a alterna le botte di Busa alle palle piazzate di Gioli e Nikolic; Efimienko trova due muri e due attacchi consecutivi e arriva sul 22-16; due esiti non confermabili dal video check mantengono le decisioni degli arbitri in favore di Montichiari che chiude con Malagurski 25-17.

Scandicci riparte aggressiva con Zago al posto di Havlickova e si porta sul 11-7, grazie al muro ben piazzato, ma Metalleghe non molla: il video check dà di nuovo ragione alla squadra di casa che si rifa sotto (11-12). Grandi scambi ed equilibrio finché due fast di Gioli, un attacco di Malagurski e uno di Nikolic portano al pareggio a 18. Punto a punto, finché Zago e Meijners risolvono per Scandicci che chiude 20-25. Terzo set in equilibrio, con azioni molto intense: dopo aver conquistato il pareggio a 16 con un paio di grandi difese di Ruzzini, Metalleghe non riesce a contenere Cruz e Meijners – tre ace e sei punti per lei – e cede il parziale 19-25.

Si riparte ancora punto a punto, ma da metà set Savino del Bene riesce a scappare 14-18 grazie a Cruz e a un paio di muri di Zago e di Meijners, che in finale di set piazza due ace. Metalleghe annulla due match ball ma Crisanti chiude 25-19 e non concede alcun punto a Montichiari.

Sugli altri campi gli scontri caldi della giornata prevedevano il match tra Firenze e Monza – vinto da Saugella che conquista tre punti importanti -, il derby tra Club Italia e Unet Busto, vinto da Doiuf e compagne 3-0. Il match clou tra Novara e Casalmaggiore ha dato ragione a Pomì nell’anticipo di sabato, mentre Conegliano ha chiuso i conti con Bolzano con un 3-0 secco. Bergamo e Modena recuperano a fine mese.

Meijners: “Non è stato un match facile fino alla fine, ma dalla metà dei set, dal secondo in poi, siamo state un pochino più brave noi”. Efimienko: “Stiamo facendo passi avanti e due set li abbiamo giocati bene, ma non è ancora abbastanza contro squadre come queste, con battitori così forti. Il mio muro può ancora migliorare, ci lavoreremo”. Barbieri: “Ci mancano solo i punti: oggi abbiamo giocato la nostra partita migliore, cresciamo di match in match sia sotto l’aspetto mentale che tecnico. Quando ti scontri con 22 battute di Meijners con zero errori e 6 ace, devi tenerne conto. Noi abbiamo qualche demerito: avremmo potuto tenere qualche palla meglio nel nostro campo e non abbiamo preso abbastanza in fretta le contromisure a muro agli attacchi variati di Cruz , ma lo abbiamo pagato forse anche troppo. Rimaniamo fiduciosi, dispiaciuti per il pubblico che ci sostiene, ma la strada è quella giusta.”

METALLEGHE MONTICHIARI – SAVINO DEL BENE SCANDICCI: 1- 3 (25-17; 20-25; 19-25; 19-25)

Metalleghe: Dalia 4, Malagurski 13, Busa 12, Nikolic 10, Gioli 6, Efimienko 13, Ruzzini L, Boldini, Lualdi, Gravesteijn, Tellaroli ne, Domenighini ne. All. Barbieri e Parazzoli. 

Savino del Bene Volley: Moreno Pino ne, Crisanti 8, Zago 14, Havlickova 5, Da Silva 8, Loda ne, Merlo L, Cruz 13, Giampietri, Scacchetti, Arrighetti ne, Meijners 23, Rondon 4. All. Chiappafreddo e Berti.

Montichiari: 58 punti; 8 bs; 0 ace; 7 muri; 17 errori Scandicci: 75 punti; 10 bs; 8 ace; 12 muri; 25 errori.

Durata set: 29’, 31’, 30’, 27’.

Arbitri: Video check: Braico e Venturi. Biasini 

Comments

comments

LEAVE A REPLY