Il Piccolo principe ora è anche in dialetto bresciano. Venerdì la presentazione

0

Papero editore, editore artigiano che lavora su carte di alto pregio rilegando le sue pubblicazioni a mano, annuncia l’uscita de “El Principino”, traduzione in dialetto bresciano del “Piccolo Principe”, capolavoro di Antoine de Saint-Exupéry.

“El Principino” – già in distribuzione nelle librerie di Brescia al prezzo di 12 euro – verrà presentato venerdì 25 novembre alle 18 alla Libreria Tarantola di Brescia, in via Porcellaga 4. Oltre ai traduttori, Elena Campanelli e Dario Piva, interverrà il direttore editoriale del Papero, Gabriele Dadati.

Apparso per la prima volta nell’edizione statunitense del 1943, “Il Piccolo Principe” è stato tradotto in più di 250 tra lingue e dialetti, diventando un classico per ogni età.

I personaggi di questo libro appartengono ormai alla nostra memoria fin dall’infanzia, per questo motivo tradurre le pagine del “Piccolo Principe” in dialetto bresciano significa quasi riportarle a casa. Perché il dialetto è la lingua delle origini, la lingua concreta che ha accompagnato l’infanzia di ogni popolo, e quindi accoglie i suoi personaggi in maniera speciale.

La traduzione è di Elena Campanelli e Dario Piva, che hanno lavorato in sintonia per dare nuova vita al “principino” più amato di tutti i tempi. I diritti di traduzione del libro saranno devoluti all’associazione Mondo Bambino, associazione fondata nel 2000 a Castel Mella e molto attiva per i diritti dei minori con numerosi progetti nelle scuole e negli ospedali.  

Comments

comments

LEAVE A REPLY