Pallanuoto, l’An Brescia affonda anche la Roma Vis Nova

0
Bsnews whatsapp

Un’An Brescia ben concentrata sull’obiettivo dei tre punti, s’impone per 14 a 6 (5-1, 1-1, 6-3, 2-1, i parziali) in casa della Roma Vis Nova, nel settimo turno di campionato. Nel match giocato al Foro Italico, i ragazzi di Sandro Bovo piazzano due vigorose accelerate – nella prima e nella terza frazione – e, per i capitolini, rimane ben poco da fare. Il lavoro di registro delle fasi difensive comincia a dare frutti abbastanza concreti: dei sei gol subiti, uno (il primo) è nato da una incomprensione su palla recuperata in inferiorità, un altro (il secondo) è stato una mezza leggerezza, poi, il quarto è arrivato su un rimpallo fortuito. Quindi, ancora una piccola sbavatura, verificatasi sul 5 a 1 e, in ogni caso, nel corso di un incontro che non è mai stato in discussione, grazie alla partenza veemente (con le quattro realizzazioni di fila di Paskovic, Nora, Ubovic e capitan Presciutti), replicata dalle tre reti consecutive (Napolitano, ancora Christian Presciutti e Bertoli) siglate dopo il cambio di panchine. Alla maggiore efficacia in copertura (rispetto alle ultime uscite) ha fatto da contraltare una buona lucidità sotto porta: al di là del 3 su 5 con l’uomo in più, il solco nel punteggio è stato creato grazie alla grande determinazione nel mettere pressione all’avversario e nella prontezza nel sfruttare le indecisioni della Vis Nova (quattro le reti su palla recuperata anche fuori dai due metri, due già nella prima metà della frazione d’apertura). Dunque, il test di Roma è superato con piena convinzione e, ora, tutte le attenzioni dell’An si spostano sull’esordio nella fase a gironi di Champions.

«Con stasera – commenta il capitano biancazzurro, Christian Presciutti -, abbiamo dimostrato di aver fatto passi avanti in difesa; d’altronde, è da un po’ di giorni che stiamo lavorando duramente per migliorare in questo aspetto del gioco, che deve essere una delle nostre principali armi. Siamo entrati in acqua molto determinati, stando attenti dietro ed esprimendoci con concretezza in attacco, volevamo fare bene, innanzitutto, per evitare le insidie di un campo difficile come il Foro Italico e poi per preparare al meglio la sfida di mercoledì con l’Olympiacos. Direi che ci siamo riusciti: quando abbiamo messo al sicuro il risultato, abbiamo anche provato alcuni schemi che potrebbero venire utili nella trasferta ad Atene».

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI