Profughi a Desenzano, il Pd: accoglienza doverosa, no alle strumentalizzazioni

0

“Profughi, un tema da affrontare con serenità tra solidarietà e legalità”. E’ questo il titolo della nota inviata stamane dal Pd di Desenzano per stemperare la polemica sull’arrivo di una ventina di profughi nel comune gardesano. Nel comunicato, il partito che esprime il sindaco definisce l’accoglienza “doverosa” e attacca le opposizioni bollando come “inaccettabile che a manifestare contro l’ospitalità di questi migranti ci siano rappresentanti delle Istituzioni, le stesse persone che si ergono a difensori della Costituzione, a difensori delle radici cristiane”.

ECCO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO:

Durante la scorsa settimana sono arrivati a Desenzano una ventina di profughi, portando a poche decine il numero totale dei richiedenti asilo ospitate nella nostra città. Persone che scappano dalla guerra, dalla fame, hanno affrontato viaggi lunghissimi e altrettanto pericoli alla ricerca di un futuro. Donne, uomini e bambini ospitati in casa di privati che hanno liberamente scelto di mettere a disposizione le loro proprietà.

Mentre il primo gruppo, presente sul nostro territorio da qualche mese, non aveva suscitato alcuna reazione, i nuovi arrivi sembrano aver scatenato un putiferio. Sembra perché la risonanza mediatica è stata ben maggiore rispetto al numero di persone effettivamente mobilitate.

Troviamo inaccettabile che a manifestare contro l’ospitalità di questi migranti ci siano rappresentanti delle Istituzioni, le stesse persone che si ergono a difensori della Costituzione, a difensori delle radici cristiane. Dimentichi che i trattati internazionali a cui ci lega la Costituzione ci impongono l’accoglienza dei profughi, dimentichi degli obblighi di fraterna accoglienza a cui sono chiamati i cristiani, dimentichi dei valori costituzionali di solidarietà. Noi riteniamo che, al di là degli obblighi religiosi o normativi, l’accoglienza dei profughi sia un dovere morale, un atto di umanità. E riteniamo che questo processo di accoglienza debba rimanere nel solco della legalità, nel pieno delle normative italiane e internazionali.

Crediamo che sia un dovere delle istituzioni occuparsi dell’accoglienza, delle istituzioni nazionali e internazionali. A questo secondo compito richiamiamo l’Unione Europea, che non può essere solo unione economia. Al contempo riconosciamo che ospitare poche decine di persone non sia un peso gravoso per una città di 30.000 abitanti, una città multietnica, multiculturale e multireligiosa che di questa diversità ha già fatto ricchezza.

Riteniamo irresponsabile che rappresentanti delle istituzioni fomentino ingiustificatamente rabbia, paura e divisione per meri scopi propagandistici. Alzare i toni, aumentare le divisioni non porterà mai benefici alla nostra comunità, né permetterà di invertire processi storici.

In un momento di difficoltà non possiamo dimenticare, sia come comunità che come singoli, i nostri valori fondanti di solidarietà, che hanno costituito il nostro Paese. Non dobbiamo perdere la nostra umanità!

Circolo PD Desenzano

Comments

comments

1 COMMENT

  1. La domanda e’ semplice la LEGGE consente di poter “affittare” a questi signori? L’abitazione rispetta le normative prescritte in materia di locazione, di sicurezza , di igiene ecc? In caso affermativo ovvero se la struttura rispetta la legge , dov’e’ il problema? La legge che la cambiassero coloro i quali fanno proteste ed opposizioni cavalcando il giusto malcontento di tanti italiani che subiscono sfratti e non hanno di che mangiare.

  2. C’è da chiedersi se Governo, Prefetti, Sindaci e politici vari, abbiano letto oppure no la direttiva europea 2013/33/UE che prevede che anche i richiedenti asilo che si trovano nelle condizioni di cui all’art. 8 di questa direttiva, devono essere TRATTENUTI. TRATTENUTI come è spiegato nell’art.2 punto f) di questa direttiva significa confinamento del richiedente da parte di uno Stato Membro in un luogo determinato che lo priva della libertà di circolazione. E il confinamentoprivando li della libertà di circolazione deve avvenire come indica l’art. 8 punto 3. per determinare o verificare l’identità o la cittadinanza; quando c’è pericolo di fuga; quando si deve rimpatriare il clandestino; quando lo impongono motivi di sicurezza o di ordine poubblico; quando si deve determinare lo Stato membro che deve accogliere la domanda di asilo. Dato che tutti quanti coloro che sbarcano sia richiedenti che non richiedenti si trovano in una o piu’ delle seguenti condizioni, ne coinsegue che per tutelare la sicurezza degli italiani e l’ordine pubblico, costoro dovrebbero essere tutti trattenuti in centri appositi privandoli della libertà di circolazione, e non collocati in Hotel, case private in piena e totale libertà di circolazione!!! Possibile che nessuno si studi questa direttiva e la applichi tutelando i diritti degli italiani che vengono cosi’ discriminati dai privilegi che si concedono a costoro, mantenuti impropriamente dagli italiani non avendone titolo!!

  3. Madona l’è rìat chel dela direttiva UE.
    Ma non l’hai ancora capito che non ti c..a nessuno primo perchè le direttive non sono leggi dello Stato, secondo perchè un conto è la teoria e un conto la pratica, terzo perchè la grande gestione dell’immigrazione di Maroni ministro dell’Interno prevedeva il medesimo tipo di accoglienza. O ti sei già dimenticato dei richiedenti asilo a Montecampione nel 2011?

  4. Caro circolo del PD di Desenzano, siete sicuri che i trattati internazionali a cui ci lega la Costituzione ci impongano di accogliere tutti? Veramente lil trattato internazionale rappresentato dalla Convenzione di Ginevra del 1951 è stato ratificato da quasi tutti gli Stati Africani (sono solo 2 gli Stati Africani che non hanno ratificato questa Convenzione) e l’ONU-UNHCR che ha uffici in quasi tutti gli Stati Africani avrebbe il dovere di sorvegliare affinchè questa Convenzione venga ruispettata nel mondo. In piu’ in Africa sono tantio gli Stati che che hanno ratificato la Convenzione Africana Rifugiati e l’ONU e l’UNIONE AFRICANA hanno obbligo di trovare asilo agli Africani in Africa. Perciò anche ammesso che scappino dalla guerra, che non è vero, costoro dovrebbero trovare asilo in Africa e non arrivare clandestinamente da noi, ed è proprio inaccettabile il silenzio dell’ONU e dell’UNHCR in tal senso. L”Europa poi, chiedendoglielo, avrebbe il dovere di aiutarci a rimpatriare tramite l’aiuto di Frontex direttiva 2007/2004 e del Fondo Rimpatri anche con rimpatri congiunti da 2 o piu’ stati membri come prevede la direttiva rimpatri 2008/115/CE, ma se noi anzichè chiedere di rimpatriare pretendiamo solo di distribuire i profughi e falsi tali inEuropa è evidente che ci rispondono di no!!

  5. Nel 2011 quando c’era Maroni la direttiva 2013/33/UE non era ancora stata emanata. Sicuro che le direttive europee non siano direttamente applicabili senza bisogno di legge di ricezione? Perchè la Corte Europea ha imposto nel Caso El Dridi di disapplicare la legge nazionale che prevedeva il carcere per le persone che non avevano lasciato l’Italia nonostante il foglio di rimpatrio, ma di rendere effettivo il rimpatrio. Sarebbe bene chiarirlo allora se vale di piu’ la legge europea oppure no?

  6. Ti riferisci per caso al PD che invita agli obblighi di fraterna accoglienza a cui sono chiamati i cristiani?? Ma siamo ancora uno stato laico?

  7. Non hai risposto alla domanda. Maroni faceva o no la medesima accoglienza attraverso fondi UE che il Governo Renzi sta mettendo in atto oggi? Sono falsità i richiedenti asilo ospitati a Montecampione durante il governo Berlusconi con Maroni ministro dell’interno?

  8. Cari kompagni del PD, basta aizzarsi l’un l’altro, gli immigratis sono tutto oro per noi delle COOP, continuiamo a farne arrivare, tanto l’itagliota è uno stolto, noi che siamo fulmini di guerra abbiamo fiutato il busineSS a scapito dei poveri che non arrivano a fine mese! La vera accoglienza è quelle dei soldi che confluiscono nei nostri conti correnti! Ahahahahah! W Fidel!

  9. Non agitarti, forse madre natura ha dotato anche te di un minuscolo cervello. Ma potrei anche sbagliarmi, chiedi al tuo medico di farti fare un elettroencefalogramm a per scoprirlo.

  10. Profughi, un tema da affrontare con serenità tra solidarietà e legalità!!!!!!!….e quelli che arrivano il prossimo anno, dove li mettiamo ?????

  11. Non ho detto che sono falsità, semplicemente che dopo il 2011 è stata emanata una direttiva europea la 2013/33/UE che anche se contiene punti che discriminano gli italiani perchè riserva ai richiedenti asilo, ossia emeriti sconosciuti che potrebbero essere jhadisti, terroristi o anche furbi del mondo, dei privilegi assurdi di libertà, contiene però anche punti a difesa della nostra sicurezza e non solo. Questi sono rappresentati dall’art. 8 che cita i casi in cui si possono trattenere i richiedenti asilo. Trattenere significa collocarli in luoghi dove deve essere proibita la libertà di circolazione e se li vuoi leggere emergerebbe che ad essere trattenuti dovrebbero essere tutti coloro che sbarcano in Italia perchè proprio tutti rientrano in quasi tutti i punti citati dall’art. 8. E all’art. 10 è indicato che se sono pieni questi centri si prevede il carcere però separati dai carcerati comuni e da chi non ha presentato domanda di asilo. Dunque l’Europa a parte gli articoli incostituzionali e discriminatori per noi in cui lascia libertà ai richiedenti asilo che sono emeriti sconosciuti, cita però chiaramente i casi in cui devono essere TRATTENUTI o in centri determinati o anche in carcere. Sto leggendo la legge 142/2015 che recepisce questa direttiva per capire se è colpa di questa legge di recepimento il colabrodo della nostra sicurezza, dei nostri confini ecc. Perchè di certo non si puo’ dare la colpa agli Stati Europei che non vogliono i richiedenti soprattutto se della direttiva europea hanno ratificato solo le parti a difesa del loro popolo e che consentono il TRATTENIMENTO e non la libera circolazione!!! Sarebbe ora che prima di essere emanate le leggi venissero controllate se ledono i nostri diritti e principi costituzionali, perchè queste sull’immigrazione e sull’asilo ci discriminano enormemente e sono un colabrodo della nostra sicurezza e fanno prevalere i diritti del mondo rispetto ai nostri.

  12. Che bravi Dalla Vostra Parte e Quinta Colonna che ci fanno vedere quanto sia assurda e illegale questa invasione e di come chi ci governa non sappia quello che dice. E persino giornalista dell’Unità che in passato ha dimostrato grande competenza sulle leggi, dimostra ora non conoscenza delle leggi. L’ANCI poi che vuole imporre ai Comuni questa accoglienza obbligata si sarà letta le direttive europee e le nostre leggi? Non solo la direttiva europea 2013/33/UE ma anche la legge italiana che recepisce questa direttiva, che certamente contiene delle parti discriminatorie verso gli italiani quando concede accoglienza e libertà per i richiedenti che dovrebbero essere tutti trattenuti e privati della libertà di circolazione fino a che non è chiarito chi siano ed abbiano diritto all’asilo, però pare abbia anche recepito la parte relativa al trattenimento che come è indicato nella direttiva 2013/33/UE significa confinati in luoghi specifici senza libertà di circolazione. L’ANCI dovrebbe proprio studiarsele questa direttiva europea e la legge che la recepisce e prima di mettere in difficoltà sia i Sindaci che i cittadini italiani, dovrebbe proprio dire che queste persone non vanno lasciate libere e trattate come principi e re, discriminandoci, ma tenute come prevede la direttiva europea chiusi senza libertà di circolazione tra la gente in centri appositi, o anche in carcere come è scritto nell’art. 10 della direttiva europea. Che vergogna è mai questa dove in stazione a Roma si lasciano liberi emeriti sconosciuti, e a Milano anche, Bravi i cittadini che al freddo coi loro Sindaci protestano ogni sera contro questa invasione illegale!!!

  13. siamo stanchi di accogliere tutti a nostre spese almeno per chi come me dipendente privato paga tutto dalla a alla z,questo sarà anche uno dei motivi x cui voto no!!!!!!!!!!

  14. Oggi la GDF ha scoperto un giro di fatture false a Brescia per 165 milioni di euro. Un danno mille volte maggiore di quanto costi mantenere u rifugiati. I razzisti tacciono. A loro non interessa il danno alla società, a loro interessa latrare contro gli stranieri

  15. Gli evasori è compito della finanza scoprirli mentre per noi non è cosi’ facile identificarli, ma che i clandestini li stiamo mantenendo noi a nostre spese e impropriamente è ormai chiaro a tutti quanti fuorchè a questo Governo, ai giornalisti e opinionisti di parte e all’ANCI che ce li vuole imporre ben distribuiti sul territorio. Che comincino a studiarsi un po’ le leggi e a rispettarle che ormai è ora!!! Comincino a rimpatriare tramite le ambasciate, l’Unione africana e l’ONU che se ne stanno zitti zitti per non pagare dazio i furbetti!!!

  16. Gli evasori in italia producono un aggravio per le nostre tasche mille volte più grande di quanto costino i rifugiati. Ma i razzisti sono dalla loro parte. Ulalano per un centesimo dato agli immigrati e non per i mille euro che sono tolti alle nostre tasche. Altro che prima gli italiani. Prima l’odio verso gli stranieri.

  17. Un centesimo dato agli immigrati? Ci stanno costando 4 miliardi che gravano sulle tasse anche dei pensionati con pensioni piu’ basse. Evasori e clandestini pari sonio, entrambi fuori dalla legge. Visto che gli evasori per i cittadini è difficile scoprirli, i clandestini perchè è quello che sono tutti coloro che vengono scaricati sui nostri porti, lo possiamo vedere dalle leggi che sono privilegiati discriminandoci. E poi sarebbero coloro che si oppongono a questa invasione tacciati di razzismo? Il vero razzismo è quello di privilegiare con diritti assurdi e impropri chi ci invade calpestando i diritti alla sicurezza e non solo, degli italiani. Ma chi sono i richiedenti asilo per essere privilegiati con diritti assurdi e assoluti superiori ai nostri?? Sono di fatto emeriti sconosciuti che possono raccontarci tutte le bugie che vogliono prendendosi gioco di noi, ed essere altresi’ jhadisti, terroristi o furbi del mondo, che hanno trovato il modo di venire a farsi una vacanza a spese degli italiani o a portar via loro quel poco di lavoro che c’è, consapevoli di leggi colabrodo che glielo consentono e di un Governo che anzichè stare dalla parte del popolo italiano e di difenderlo come fa l’Ungheria e altri Stati europei, come la Spagna, Malta, la Polonia, sta dalla loro parte e li difende senza se e senza ma. Va bene che anche la direttiva europea 2013/33/ue contiene della parti che ci discriminano e sono incostituzionali come l’art.7 quando prevedono la libera circolazione non dei profughi ma dei richiedenti asilo,che ancora non si sa chi siano e se hanno diritto di asilo, ma almeno all’art.8 contiene i casi di TRATTENIMENTO nei quali rientrano in pratica tutti coloro che sbarcano, ma che a quanto pare e se non erro, non sono stati recepiti tutti dalla nostra legge 142/2015!!! E noi dovremmo credere che questo Governo sia stato capace di modificare la Costituzione a nostro favore? Semmai c’è da chiedersi dove stia la fregatura!!!!

  18. Nel frattempo, per le vie del centro alcuni italiani chiedono la carità a lato delle strade. Tutto a pochi passi dal municipio da cui il Sindaco e i suoi consiglieri radical-chic ci danno lezioni di compassione e accoglienza. Quando perderete il referendum, quando “i populisti” andranno al governo, non cimentatevi in inutili editoriali lunghi due chilometri in cui analizzate “il fenomeno”. Noi non siamo un fenomeno, siamo i cittadini che avete messo in secondo piano. Ville ai profughi e anni di attesa per una casa popolare. Questa è la vostra Italia in cui gli immigrati vengono coccolati mentre gli italiani vengono abbandonati, la nostra sarà più giusta e più equa nei confronti dei cittadini.

  19. Ancora poco. “E quindi uscimmo a riveder le stelle…” così si chiude la prima Cantica, l’Inferno, della Divina Commedia. Stiamo per uscire, infatti: mancano quattro giorni.

LEAVE A REPLY