La meningite torna a colpire: imprenditore di 59 anni ucciso in pochi giorni

0

La profilassi è già scattata. Perché a uccidere Renato Goffi è stata una meningite fulminante, la stessa che ha ucciso due studentesse dell’Università Statale di Milano tra fine luglio e fine novembre.

Stavolta a perdere la vita, prima vittima bresciana, è stato un imprenditore di 59 anni residente a Cologne. Inutili i tentativi di salvarlo dei medici dell’ospedale Mellino Mellini di Chiari: nell’arco di pochi giorni il cuore di Goffi ha smesso di battere a causa di un’infezione batterica da meningococco di tipo C.

L’imprenditore lascia due figlie, mentre la moglie era morta un anno fa per una malattia.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. E’ una vergogna che nel 2016 si debba morire per la meningite. Cosa si aspetta a vaccinare tutti gli italiani!! Cosa si aspetta a dare quella pastiglia preventiva a tutti gli italiani , quella che si dà quando sono stati a contatto con una persona che ha contratto la meningite. Noi le asse le paghiamo per essere difesi dalle malattie e questa è una malattia insidiosa che va prevenuta subito. Caklliamop tutti gli stipendi degli alti dirigenti dell pubblica amministrazione e tuteliamo di piu’ la salute. Come è possibile che ci siano persone nel pubblico e quindi pagati dalle tasse degli italiani che percepiscono fino a 50mila euro al mese?

  2. Questa meningite è come lasciare un Killer per strada che puo’ infierire su chiunque vuole. Se esiste il vaccino lo si faccia a tutti. Condoglianze a queste giovani ragazze cosi’ tragicamente colpite .

LEAVE A REPLY