Rugby Brescia, dominio all’Idroscalo: Milano surclassata 56-12 e seconda vittoria consecutiva

0
Foto generica pallone da rugby - da web
Foto generica pallone da rugby - da web

Nemmeno la nebbia ferma il Rugby Brescia. I nostri ragazzi espugnano con una grande prestazione il campo del Rugby Milano con il punteggio di 56-12, conquistano altri cinque punti e si issano al secondo posto del Girone 2, raggiungendo Verona (sconfitta a Colorno) a quota 33. Pomeriggio a senso unico all’Idroscalo: dopo il vantaggio iniziale dei padroni di casa, Jacotti e compagni reagiscono rabbiosamente e non si guardano più indietro, inanellando una meta dietro l’altra e dilagando nel finale. Man of the match Diego Antl.rnrnPadroni di casa in campo con Pegoraro, Fusi, Lamaro, Ragusi, Allaria, Iannone, Morisi, Del Carro, Cipolla, Mastromauro, Spangaro, Soldi, Marini, Salaris e Magallanes; coach Marco Pisati manda in campo Locatelli, Secchi Villa, Mambretti,Carilli, Piscitelli, Antl, Gazzoli, Jacotti, Bellandi, Rossini, Reboldi, Fierro, Saviello, Zoli e Aluigi. Pronti via e al 2′ Milano trova la prima meta del grigio pomeriggio all’Idroscalo con il capitano Morisi, trasformata da Iannone (7-0). Ma i nostri non stanno a guardare e ribaltano in pochi minuti la situazione con un grande Piscitelli: al 4′ la meta (non trasformata) su imbeccata di Antl, mentre al 9′ arriva il calcio piazzato del sorpasso (8-7). Dopo un avvio scoppiettante, il match entra poi in una fase all’insegna dell’equilibrio, dove però la mischia bresciana si fa preferire: arriva da questa situazione, infatti, il calcio piazzato del solito Piscitelli, che al minuto 11 regala ai suoi il mini allungo sull’11-7. Brescia non si ferma più e si affida a un Antl in gran spolvero per piazzare un’altra combo meta-trasformazione: al minuto 21 il numero 10 argentino dà il via all’azione che porta Reboldi ad appoggiare l’ovale al di là della H biancorossa, con Piscitelli che fissa poi il punteggio sul 18-7. Che diventa 25-7 cinque minuti dopo, quando un’altra prolungata azione collettiva porta alla meta di Andrea Saviello, trasformata come sempre da Piscitelli. I nostri ragazzi continuano nel loro ottimo primo tempo e si rendono nuovamente pericolosi con una bella azione di Secchi Villa, fermata in extremis dalla difesa milanese. Gli ultimi dieci minuti della prima frazione non regalano altre emozioni: si va così al riposo sul medesimo punteggio di 25-7 Brescia.rnrnSaviello e Secchi Villa lasciano il posto rispettivamente a Magli e Gustinelli a inizio ripresa. E la musica non cambia: al 2′ Antl lancia Fierro e il nostro numero 4 è abile a servire Omar Mambretti, che in progressione va a timbrare la quarta meta del pomeriggio. Piscitelli, e chi se no, firma il 32-7 con la trasformazione. Il match si incattivisce un po’ dopo un paio di “confronti” accesi in mischia: ne fanno le spese Aluigi e Salaris, che ricevono il cartellino giallo al 13′. Poco dopo altri cambi in casa biancoblu: Franzoni rileva Bellandi in temporanea, Bonari prende il posto di Carilli e Gandolfi quello di Fierro. Si arriva così al minuto 21, quando Milano trova la meta in maul del 12-32, non trasformata da Iannone. Ma Brescia risponde alla grande, mandando in meta proprio il neoentrato Bonari, con la relativa trasformazione di Piscitelli che vale il 39-12. Altri cambi: escono Rossini e Bellandi, entrano Pedrazzani e Franzoni. Poi nuova meta biancoblu, con Gandolfi in progressione che lancia Piscitelli in meta (non trasformata): 44-12. Ball e Miranda “svuotano” la panchina di Pisati, prendendo il posto di Zoli e Antl, con il match che si avvia alla conclusione nella nebbia milanese. Ma prima del “terzo tempo” c’è ancora spazio per la meta di Miranda (non trasformata da Piscitelli) e per quella (trasformata) dello stesso Piscitelli, che fissano il punteggio finale sul 56-12: altri cinque punti per il Rugby Brescia, che dopo la pausa natalizia chiuderà la Prima Fase con l’impegno casalingo contro Valpolicella (domenica 15 gennaio all’Invernici).

Comments

comments

LEAVE A REPLY