Beccalossi, dopo le moschee interveniamo sui centri islamici

0
"Il monitoraggio effettuato da Regione Lombardia sulle moschee ha prodotto i primi effetti: Prefettura di Milano, Carabinieri e Polizia hanno richiesto la nostra documentazione. Ora bisogna intervenire in maniera chiara e precisa anche su quei centri culturali islamici che troppo
spesso, svolgendo illegalmente funzioni di luogo di culto, diventano punto di riferimento per potenziali terroristi". Lo afferma Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Città Metropolitana, delegata dal presidente Maroni a porre in essere azioni mirate al contrasto del radicalismo islamico, commentando l’attentato di Berlino e ricordando che in Lombardia sono già 700 i sindaci che
hanno risposto alla richiesta di mappatura di moschee, centri culturali islamici e scuole coraniche.
 
"Un’azione la nostra – prosegue Viviana Beccalossi – che smentisce categoricamente le critiche dei soliti buonisti che sostengono un’immigrazione
incontrollata ‘sempre e comunque’. Infatti la mappatura, fortemente voluta dal presidente Maroni, e’ stata consegnata, su loro sollecitazione, alle forze dell’ordine. E’ evidente, come abbiamo detto con assoluta chiarezza fin dall’inizio, che non abbiamo alcun intenzione di interferire con chi e’ preposto all’attivita’ investigativa, ma allo stesso tempo ci gratifica poter mettere a disposizione di Carabinieri e Polizia gli elementi in nostro possesso".
 
"Chiedo, dunque, a tutti i sindaci che ancora non lo hanno fatto  – prosegue Viviana Beccalossi – di rispondere al nostro invito, non nascondendo la delusione, ma soprattutto la preoccupazione, verso alcuni Comuni che si sono astenuti dal fornire documentazione e hanno dovuto fare i conti con la presenza di realta’ islamiche dove gravitavano potenziali terroristi". "Subito dopo le festivita’ Natalizie, in attesa delle ultime eventuali segnalazioni dei altri sindaci – conclude Viviana Beccalossi – effettueremo le valutazioni del caso per capire in che modo porre in essere, anche con provvedimenti di legge, restrizioni e controlli sui centri culturali islamici".

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Prima che sulle moschee e sui centri islamici, intreveniamo sui politici che, nati nel 1971, dal 1989 fanno di mestiere solo la politica sia da eletta dal popolo sia da nominata dai partiti in Parlamneto, sia da nominata assessore regionale esterno gravando (da non eletta consigliere) sulle tasche dei cittadini. Insomma, interveniamo sulla signora Viviana e sul lauto vitalizio che si sta edificando dal lontano 1989. Possibilmente, insegnamole anche un lavoro, magari di quelli che devi timbrare il cartellino tutte le mattine e tutte le sere.

  2. Bravissima Beccalossi che ieri sera a Dalla Vostra Parte ha letto un versetto del Corano inequivocabile che istiga alla morte dei miscredenti e infedeli smentendo quanto sostenuto da un islamico che non esistono versetti di odio e morte nella loro religione. Continuano a negare che esistano persino questi versetti nel Corano e sostengono che quello che sta succedendo nel mondo è terrorismo ma che non ha niente a che vedere con l’ISLAM. Quel che è peggio è che si continua a dare cittadinanza italiana od Europea a costoro che è una palese discriminazione verso la nostra civiltà e democrazia perchè non si valuta a sufficienza che utilizzeranno la nostra cittadinanza, oltre che non rinunciare alla loro, quando molto presto saranno maggioranza per sostituire la nostra Costituzione col Corano e quella sharia che anche la Merkel ha detto di non volere in Germania ce la troveremo imposta dall’alto molto presto se faremo entrare la Turchia in Europa. Quando gli islamici saranno maggioranza chi glielo potrà impedire se non siamo neanche capaci in Italia e in Europa di vietare i burqa e niqab dopo che persino la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo nel 2014 verso la Francia, oltre a sostenere che questi burqa e niqab ledono i n ostri diritti e le nostre libertà violano anche i principi minimi di uno Stato Democratico?? Ma a che serve stare in Europa se non è nemmeno capace di uniformare il rispetto dei valori minimi degli Stati Democratici impedendo che burqa e niqab possono circolare in qualsiasi Stato Europeo?

  3. Anzichè dei versetti del Corano, la Beccalossi doveva paralre della trentunenne di Sulmona, data per dispersa nella strage di Berlino. Un aragazza che aveva studiato tanto, lontano da casa, per cercare come tanti giovani di oggi uno sbocco serio di lavoro là dove questa parola esiste ancora, cioè sicuramente non più in Italia, la patria della precarietà e dei voucher. Lavoro, occupazione, lotta all’evasione fiscale ed alla corruzione, rilancio degli investimenti pubblici, un piano industriale nazionale, detassazioni per rilanciare i consumi e la produttività, sostenibilità ambientale. Di questo vogliono prima di tutto sentir parlare gli italiani, qui voglione vedere davvero in azione i politici e non solo con le chiacchiere di propaganda elettorale personale.

  4. La morte della giovane di Sulmona provoca dolore e rabbia principalmente perchè è stata uccisa dal terrorismo islamico, ma anche perchè appartiene comunque a uno dei 110.000 giovani laureati e diplomati, che ogni anno lasciano l’italia divenuti “profughi” per la cecità della sinistra che insiste con l’ipocrisia sfacciata di propugnare l’accoglienza per i profughi economici di tutto il mondo ad ogni costo.

  5. Brava, brava, brava Beccalossi. E’ dal Corano che si deve partire per fare chiarezza su chi istiga all’odio, alla morte e al terrorismo e alla guerra. Basta fare gli gnorry. C’è o non c’è nel Corano il versetto letto? Prendono o non prendono le distanze da questo versetto oppure no? Mettono o non mettono una pietra tombale sulle parti del Corano incompatibili con la nostra democrazia come ha fatto del resto la Chiesa Cattolica ? Se non fanno chiarezza su questo significa che accettano gli insegnamenti del Corano e quindi anche l’incitamento a commettere atti di violenza e di morte, nessuno escluso altro che storie e bugie varie!!! Come si fa a distinguere senza questa presa di posizione tra i buoni e i cattivi (si fa per dire)? Non solo il lavoro è la priorità degli italiani ma tra quelli che hanno votato NO al referendum tanti l’hanno fatto che per la mala gestione dell’immigrazione ISLAM compreso!!!!

  6. Riconoscere ai terroristi l’appartenenza ad una civiltà e/o una religione é un regalo che non meritano. Non c’é scontro tra civiltà, ma tra la civiltà e l’inciviltà. Tutti contro tutti é quello che vogliono i terroristi e gli stupidi ci cascano.

  7. Sono però di fatto degli islamici che quando compiono i loro attentati lo fanno al grido di Allah è grande. Il Corano è il loro testo sacro e civile e se diventeranno maggioranza lo metteranno al posto della nostra Costituzione e quella SHARIA che anche la Merkel non vuole e nemmeno noi, ce la imporranno senza farsi troppi scrupoli, e noi non glielo potremo impedire!! Capito perchè non si dovrebbe piu’ concedere loro cittadinanza e nemmeno far entrare la Turchia in Europa!?! Quello che abbiamo da perdere è la democrazia che anche se ultimamente è imperfetta è sempre meglio che la SHARIA” Proprio perchè non vogliamo nessuna guerra li dovremo far rimanere a casa loro quanto piu’ ci è possibile, loro non vogliono integrarsi ma solo sopraffarci e ce l’hanno anche detto. Adesso stanno cercando un tunisino a Berlino che ha lasciato, pare, un foglio di espulsione sul seggiolino del camion che ha fatto la strage a Berlino. Anche in Germania la gestione dell’immigrazione è un colabrodo come da noi, se come noi si trova sul territorio persone che avrebbe dovuto espellere!!! Certo finchè si fanno leggi che prevedono che si debba consegnare loro un foglio di rimpatrio e pensare che possano tornare a casa spontaneamente è davvero da ingenui, oltre che una discriminazione nei nostri confronti e della nostra sicurezza!!!

  8. X ORIO: I migranti fanno aumentare la disoccupazione? No. Le analisi statistiche riportate dall’Istituto universitario europeo – in uno studio cofinanziato dall’Unione europea – mostrano che la disoccupazione e l’immigrazione nei paesi europei non vanno di pari passo, ma anzi si muovono in direzione opposta. I ricercatori spiegano che In Italia, per esempio, i dati Istat elaborati dalla Fondazione Moressa mostrano come i lavoratori immigrati tendono a esercitare in aree differenti da quelle dei lavoratori italiani.

  9. Muri e rifiuti ciechi e duri non fermano il terrorismo. No, lo fanno aumentare. Esempio? La strage di Nizza e` avvenuto dopo che la Francia aveva fatto il giro di vite. E allora ringrazieremo i cattivisti.

  10. Per forza siamo tutti in pericolo e i muri servono a poco. Abbiamo ormai lasciato entrare troppe persone che non sappiamo chi siano e dove siano!!! In 3 anni 500mila clandestini dalla identità non certa nè tra i richiedenti asilo nè tra quelli che non hanno fatto domanda di asilo e che abbiamo lasciato circolare liberamente senza identificarli perchè si diceva volessero andare in Europa, mentre era dovere identificare e tenere tutti quanti richiedenti e non richiedenti asilo in centri di identificazione ed espulsione privandoli della libertà di circolazione. >Tenere 500mila persone confinate sarebbe servito capire subito che andavano rimpatriate urgentemente ed invece nulla di ciò abbiamo fatto. Anche adesso hanno intervistato il responsabile antiterrorismo ma nessuno ha chiesto perchè non si è mai applicato il reato di clandestinità a nessun clandestino arrivato??? Poi sul giornale si legge una lettera di un lettore che scrive di UNA IDEA DELLA UE SPONSORIZZATA DA DUE MAGNATI ARABI e con il parere favorevole del Presidente della Regione Lucania PD con fratello in corsa per diventare presidente del parlamento di Strasburgo di ripopolare la Lucania con i clandestini. Nemmeno questa notizia ci hanno dato i media? Gli Arabi lavorano per mettere le radici in Lucania e ripopolarla coi clandestini?? Ci conquistano coi loro soldi? Da non credere!!!

  11. Dai non esageriamo con il pericolo….. rischiamo molto di più quando andiamo in auto o scendiamo le scale. CErto che il terrorismo é una minaccia, ma la scarsi spaventare troppo e fare il loro gioco. Io non ho paura. MI dispiace molto per le vittime del terrorismo, come anche per le vittime della strada. Chi pensa davvero che sia in corso una islamizzazione dell’Europa é fuori di testa.

  12. A 13,47 – La stragrande maggioranza di chi arriva coi barconi non ha nessuna preparazione scolastica e nessuna preparazione professionale di alcun tipo. In aggiunta la stragrande maggioranza di loro manifesta fin da subito pochissima voglia di lavorare. E dunque questa ondata immigratoria senza controllo e senza freni sarà per sempre un peso morto per la nostra economia oltrechè un pericolo costante per l’impossibilità assoluta di integrare gli appartenenti alla cultura coranica.

  13. Ma chi te l’ha detta questa? Hanno pochissima voglia di lavorare? A me risulta l’esatto contrario: fanno lavori pesanti che nessun italiano vuol piu’ fare.

  14. Fantastico il giornalista Rampini di La Repubblica che sostiene sia un grande errore della sinistra il politicamente corretto verso l’ISLAM e non accorgersi che l’ISLAM non si vuole integrare!!!. Se è vero che l’Europa vuole poi ripopolare la Lucania con clandestini e soldi di MAGNATI ARABI, altro che politicamente corretto, sarà politicamente SCORRETTO!!!! Questa sinistra non ne combina una buona!!!

  15. Confermo da fonte industria pesante provinciale: lavorano e lavorano sodo, spesso anche troppo e con assenteismo uguale a zero. Disponibili a ore straordinarie e festive. Il peso morto sono i giovani nostranelli…

  16. Ho comprato il libro di Rampini e sai qual è il titolo “Il tradimento” e in alto c’è scritto Globalizzazione e immigrazione – Le menzogne delle èlite. Promette bene, ti saprò dire.

LEAVE A REPLY