Lega, mozione contro moschee illegali: sono 664

0

Presentata mozione della Lega Nord contro il fenomeno delle moschee illegali. Nel merito è intervenuto il vice capogruppo del Carroccio, Fabio Rolfi.

"Sono 664 – spiega Fabio Rolfi – i Comuni della Lombardia che hanno risposto alla richiesta di mappatura delle moschee illegali, voluta dal Governatore Maroni; da quanto emerso i luoghi di culto non autorizzati ormai proliferano sul nostro territorio, spesso mascherati da ‘centri culturali’.

Nella giornata di giovedì chiederemo quindi la trattazione di una mozione urgente proprio su questo tema. In particolare il documento impegnerà la Giunta regionale a istituire un apposito sportello regionale finalizzato ad offrire un supporto logistico a quei comuni che intendono mettere in campo forme vere di contrasto a questo fenomeno, pericoloso e fuori controllo. Tale iniziativa sarà rivolta a tutti gli enti, ma in particolare ai piccoli centri che, spesso per mancanza di organico e competenze professionali, si vedono costretti in molti casi a non intraprendere azioni per chiudere queste realtà abusive. Esistono infatti diverse norme che possono consentire alle amministrazioni margini di manovra non indifferenti, come ad esempio le normative antincendio, o quelle inerenti la sicurezza e le caratteristiche specifiche a livello urbanistico che gli edifici di culto devonopossedere.

Bisogna aiutare i Comuni a tenere sotto controllo una situazione che non manca di presentare elementi di seria preoccupazione, in particolar modo perché proprio le moschee illegali – conclude Fabio Rolfi – costituiscono il terreno più fertile per lo sviluppo del radicalismo islamico."

Comments

comments


CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Nessuna Moschea è legale fino a che viene concesso predicare il Corano e i versetti di odio e morte che contiene. ITALIA ED EUROPA dovrebbero bloccare ogni concessione di cittadinanza agli islamici fino a che non vengono annullati dal Corano tutti i versetti incompatibili con la nostra democrazia. La libertà di religione non è assoluta nè per la nostra Costituzione nè rispetto ai diritti inviolabili dell’uomo. Una civiltà democratica come la nostra non puo’ mettere la testa sotto la sabbia come gli struzzi e fare la gnorry, i cittadini italiani ed europei hanno il diritto di sapere qual è il limite che puo’ raggiungere la libertà di religione perchè l’ISLAM lo sta già oltrepassando troppo e non è accettabile che si lasci libera una religione che ci vuole morti e lo sta applicando a tutti gli effetti come abbiamo visto anche a Berlino e in precedenza. Anche dare cittadinanza è una discriminazione nei nostri confronti perchè si mette in pericolo la democrazia e la costituzione, dato che per la loro maggiore prolificità raggiungeranno la maggioranza ben presto e sostituiranno democrazia e Costituzione col Corano e Sharia!! Svegliamoci, smettiamola di fare gli ingenui e i creduloni!!!!

RISPONDI