Del Bono: il 2017 sarà l’anno del Comparto Milano e del tram

0
La giunta del Comune di Brescia, dicembre 2016 (Del Bono) - diritti Andrea Tortelli
Bsnews whatsapp

Il 2017? Sarà l’anno in cui partirà concretamente il progetto del tram cittadino. Ma anche quello del via alla trasformazione di via Milano, su cui l’amministrazione vuole seguire la strada di quanto già fatto per il Carmine e San Polo. Ad annunciarlo è stato stamane il sindaco di Brescia Emilio del Bono, nel corso della tradizionale conferenza stampa di fine anno. Convocata, simbolicamente, nella sede di 21 Grammi, il locale di viale Italia gestito da ragazzi con la sindrome di Down.rnrnDel Bono, in apertura, ha sottolineato la soddisfazione per i primi tre anni e mezzo di lavoro. “Possiamo dire di vivere in una città in cui le cose funzionano, i servizi sono di alto livello, la macchina comunale è ben oliata e le controllate offrono una qualità alta”, ha detto il sindaco. Per poi passare in rassegna i risultati raggiunti nel 2016: dalla bonifica delle scuole Calvino-Deledda al parco di via Nullo, dal polivalente di via Collebeato al mercato dei grani.rnrn“Abbiamo dato la priorità a monumenti, scuole, infrastrutture sportive e bonifiche ambientali”, ha sottolineato. E subito dopo Del Bono ha mostrato ai giornalisti una mappa colma di segnaposti a dimostrazione del fatto che “abbiamo investito sul centro, ma anche su tutte le altre zone della città”.rnrnIl tutto con la soddisfazione di aver quasi sistemato i conti messi a dura prova dalla metro. “Sono stati dimezzati gli elementi di disequilibrio”, ha detto il sindaco, “se dovessero finir bene anche le partite del corrispettivo Tpl e della compensazione Imu-Tasi chiuderemmo i conti strutturalmente in pareggio”.rnrnNumerose le sfide per il prossimo anno. Dal via dei lavori all’Eib, alla viabilità di via Corsica / via Dalmazia, passando per l’Idra. Ma non solo: arriveranno la nuova sala studio in Corso Mameli e il nuovo arredo di Largo Formentone. Inoltre, salvo sorprese, prenderà ufficialmente il via il progetto del nuovo stadio al Rigamonti e riaprirà (al massimo ad inizio 2018) la pinacoteca Tosio Martinengo.rnrnPer il 2017 priorità anche ai trasporti: i passeggeri del servizio pubblico sono passati da 41 a 51 milioni – ha evidenziato il sindaco – ora “puntiamo a quota 62 milioni”, anche attraverso il progetto del tram cittadino che presenteremo alla città con l’obiettivo di completare il sistema del trasporto pubblico.rnrnMentre sul fronte urbanistico particolare attenzione verrà data ai quartieri di Porta Milano e della Stazione. “Abbiamo chiesto al governo 18 milioni, mettendone in campo direttamente 9 e coinvolgendo i privati per la pare restante. Abbiamo grandi progetti, a partire dalla messa in sicurezza e della bonifica dell’area Caffaro, ma anche il Musil deve partire. Questa zona è la grande sfida dei prossimi anni”.rnrnDel Bono, infine, ha richiamato le opposizioni a una maggiore collaborazione istituzionale. “Sono molto interessato al rapporto con le minoranze, se hanno proposte siamo lieti di valutarle: non è vero che abbiamo bocciato tutti i loro emendamenti e presto daremo conto dei numeri”, ha detto. Mentre sulla sua ipotetica ricandidatura a sindaco, incalzato dalla stampa, il primo cittadino ha spiegato: “Non è ancora il tempo della campagna elettorale, ci penseremo a partire dal 2018”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO

RISPONDI