In arrivo nuovi bus a metano per il Comune di Brescia

0
Brescia Trasporti e Comune di Brescia hanno presentato i nuovi bus a metano. La flotta del deposito di via San Donino acquista 20 nuovi bus della IIA – Industria Italiana Autobus, che verranno consegnati nel mese di giugno 2017 e impiegati all’interno della città di Brescia, ed uno che sarà destinato al servizio di trasporto pubblico di Desenzano del Garda gestito da Brescia Trasporti.
Sostenibilità ambientale, comfort per i passeggeri e basso impatto sulla città: queste le caratteristiche che hanno portato alla scelta di implementare la flotta con nuovi mezzi a metano che rientrano perfettamente nel piano di rinnovo del parco mezzi in linea con le certificazioni di qualità e ambiente di cui l’Azienda dispone e portano da 134 a 154 il numero di bus a metano, facendo salire la percentuale di vetture a metano al 79% del parco mezzi. Ma, se si considera il numero di viaggi effettuati, la percentuale è ben più significativa: a partire dal 2017 circa il 90% degli 8.531.000 chilometri annui percorsi dai bus in servizio all’interno della città di Brescia saranno infatti effettuati da bus a metano con importanti vantaggi per la qualità ambientale del territorio.
I 20 autobus sono stati acquistati con contributi regionali e ministeriali ed un robusto autofinanziamento aziendale. In particolare: 3 mezzi, con un contributo di Regione Lombardia per una percentuale del 70%, 10 mezzi, con un contributo del Ministero dell’Ambiente del 50%, 7 mezzi in autofinanziamento da parte di Brescia Trasporti, autorizzato con delibera di Giunta n. 273 del 17 maggio 2016. Il costo medio dei nuovi mezzi è di 200.000 € a bus, cifra estremamente competitiva grazie alla gara indetta dal Gruppo Brescia Mobilità che ha dato esiti molto positivi.
 
La lunghezza di 12 m, il pianale ribassato, l’aria condizionata, il sistema di videosorveglianza, il dispositivo per il conteggio dei passeggeri, la presenza di pedane per il trasporto di passeggeri diversamente abili e una capienza che li porta a riuscire a trasportare 19 viaggiatori seduti e 84 in piedi li rende i mezzi ideali per effettuare servizio in un contesto urbano, migliorando comfort e sicurezza per autista e passeggeri. 
Il percorso per un rinnovo del parco mezzi di Brescia Trasporti in un’ottica sempre più green e sostenibile non è tuttavia concluso: l’obiettivo, condiviso con l’Amministrazione Comunale, è quello di sostituire gli ultimi 40 bus a gasolio iniziando con l’introduzione di altri 20 nuovi bus nel 2018, grazie a finanziamenti già stanziati per questo scopo.

Comments

comments


CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. non doveva servire per alleggerire il traffico urbano di superficie? Altri bus, magari superbus doppi, a gironzolare semivuoti (i bresciani non sono ciechi). E quelli che circolano trasportano portoghesi vari (senza offesa per i portoghesi). Boiate a go go e soldi pubblici buttati. Grasssssie.

RISPONDI