Terrorismo, Beccalossi: servono leggi speciali

0

"Abbandonare ogni forma di ‘buonismo’, subito. Servono leggi speciali per dare alle forze dell’ordine e agli inquirenti la possibilità di contrastare il terrorismo con sempre maggiore efficacia e serve inoltre maggiore trasparenza sul costante flusso di denaro proveniente da paesi islamici per finanziare ufficialmente attività culturali e di fatto non sempre tracciabile". Lo afferma l’assessore regionale al Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Città Metropolitana Viviana Beccalossi, commentando la notizia diffusa dal Viminale sulla pericolosità del cittadino tunisino residente a Edolo (BS) ed espulso mentre si stava preparando a colpire l’Italia.

NOI MAPPIAMO IL TERRITORIO – "Anche oggi -prosegue Viviana Beccalossi abbiamo avuto la prova che il nostro territorio è a rischio e che il fenomeno dei cosiddetti lupi solitari è quanto mai concreto e pericoloso. La Lombardia e la provincia di Brescia in particolare si stanno dimostrando vulnerabili alla presenza di potenziali terroristi. Invece di criticare chi, come Regione Lombardia, sta lavorando per mappare tutti i luoghi di culto irregolari e quindi per far emergere possibili zone d’ombra sul territorio, si pensi piuttosto a dare la più ampia disponibilità a condividere informazioni"

.OGNUNO DEVE FARE SUA PARTE – "Brescia – conclude Viviana Beccalossi – si conferma punto di riferimento nazionale nella lotta al terrorismo, nell’applicare nuove norme che consentono un maggiore controllo, anche online, che permette di colpire questi pericolosi fanatici e per questo vanno ringraziate le forza dell’ordine. Ma ognuno, a partite da chi amministra i Comuni, deve fare la propria parte, in termini di controllo e trasparenza".

Comments

comments


CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Notizie sconfortanti su tutti i fronti. Sconcertante leggere che l’Europa pare voglia accettare finanziamenti da magnati arabi per ripopolare la Lucania . Il Presidente di questa Regione come puo’ accettare una cosa del genere? Poi in TV su RAI 1 a Petrolio , ci hanno fatto vedere come in Sicilia pare sfruttino i migranti per la raccolta in agricoltura. Ma come è possibile che non intervenga l’USL? E l’ispettorato del lavoro? O la finanza? Eppure queste organizzazioni funzionano in altre parti d’Italia?!?! Oggi a RAINEWS24 ci hanno fatto anche vedere la protesta in Tunisia che non vogliono riprendersi i jhadisti che sono andati a combattere in Siria e vorrebbero togliere loro la cittadinanza. Comodo, dove li vorrebbero mandare? Da noi anche quelli a chiedere asilo e farli mantenere a noi? Poi non manca la notizia che caleranno le pensioni e aumenterà luce e gas nonostante in Italia la si paghi il 38% in piu’ che in altri Stati europei.Ci manterranno i clandestini tra i quali terroristi e jhadisti con questi aumenti? Ciò che ci aspettiamo dai nostri rappresentanti nel 2017 è una bella riunione internazionale dove si provveda a rendere un dovere il RIMPATRIO DEI CLANDESTINI e che nessun Paese possa rifiutare il rientro da espulsione dei propri cittadini e che venga annullato una volta per tutte questo catastrofico diritto di asilo che sia esercitabile solo in campi ONU OGNUNO NEI PROPRI CONTINENTI. FACCIAMO UN PO’ LAVORARE L’ONU CHE proprio TRUMP in questi giorni le ha puntato il dito contro, che li gestisca l’ONU-UNHCR i profughi nei loro continenti altro che pesare sulle tasche e la vita solo di alcuni Stati a loro scelta per poi portare anche terrorismo e quella guerra che gli islamici si fanno da secoli per un incomprensibile diritto di successione da Maometto e per non saper prendere le distanze da versetti di odio e morte contenuti nel Corano!!!

  2. In attesa di leggi speciali sul terrorismo sarebbe già di grande aiuto per la nostra sicurezza, che si cominciasse dall’annullamento dell’art. 7 della direttiva europea 2013/33/UE annullandlo anche dalla legge italiana che lo recepisce, che concede massima libertà ai richiedenti asilo discriminandoci palesemente visto che i richiedenti asilo non sono altro che sconosciuti dei quali non si conoscono nè identità nè intenzioni e che come abbiamo visto tra loro ci sono terroristi e jhadisti, ed invece rispettando rigorosamente gli art. 8 e 10 di questa direttiva 2013/33/UE che non compaiono cosi’ recepiti rigorosamente nella legge italiana, che prevedono che i richiedenti asilo che rientrano nelle condizioni citate dall’art. 8, ossia tutti quanti, devono essere trattenuti in centri appositi privati della libertòà di circolazione e se pieni, l’art. 120 prevede il carcere tenendoli però separati dai carcerati comuni e da chi non presenta domanda di asilo. Ne conseguirebbe una tutela capillare della nostra sicurezza, perchè soggetti come il terrorista di Berlino, non potrebbero circolare liberamente come ha fatto costui, compiendo la strage che ha commesso in virtù di questa ingiusta e discriminatoria libertà, ma sarebbero tutti trattenuti senza libertà di circolare e sorvegliati fino all’esito della domanda di asilio, per poi procedere all’espulsione senza mettere piede fuori dal centro di trattenimento. Recependo poi nella legge italiana oltre all’art. 8 e 10 della direttiva europea 2013/33/UE che non paiono recepiti in modo cosi’ preciso e capillare e sarebbe bene ci venisse spiegato perchè, sarebbe anche doveroso venisse recepito anche l’art. 9 di questa direttiva europea 2013/33/UE che prevede che chi ha dichiarato false generalità per richiedere asilo puo’ essere chiamato alla restituzione toiale e parziale delle spese di mantenimento. Anche questo articolo l’Italia non sembra averlo recepito nella legge italiana, a meno di sviste, chi ci spiega come mai?

  3. 30 dic. 2016 È amico dei migranti. Questa sarebbe la colpa di Marco Bozzo Rolando e per questo gli è stata bruciata la porta di casa. È la Cgil Vercelli Valsesia a segnalare il caso e a condannare gli autori degli atti vandalici contro Bozzo Rolando, esponente di punta dell’Anpi valsesiano, medaglia d’oro della Resistenza – è presidente della sezione di Quarona – dando fuoco alla sua porta di casa. Marco Bozzo Rolando è “impegnato da anni nell’accoglienza dei migranti e in iniziative destinate al loro sostegno” si legge in un comunicato.

  4. Inaccettabile qualsiasi forma di violenza. Chiunque sia stato ha sbagliato e va perseguito. Lo Stato invece che starsene zitto, dovrebbe spiegare agli italiani perchè sta palesemente discriminando gli italiani per favorire falsi profughi tra i quali jhadisti e terroristi,che andrebbero rimpatriati per direttissima. L’unica accoglienza dei naufraghi che lo Stato dovrebbe fare per non discriminare gli italiani è quella di identificarli uno per uno mettendoli in campi di trattenimento privati della libertà di circolazione e rimpatriati tutti quanti, visto che nessuno puo’ obbligarci a dare asilo a terroristi o ad africani che devono cercarsi asilo in Africa. Invece questa identificazione capillare e trattenimento non è avvenuto in toto e per questo ci ha discriminato. Renzi poi il problema immigrazione/invasio ne non l’ha mai voluto affrontare e nemmeno il soporifero Gentiloni ne sta parlando e l’Italia pullula di terroristi e clandestini che fanno ciò che vogliono!!!

  5. Ancora nessuno ci ha spiegato come mai non viene applicato il reato di clandestinità definito costituzionale dalla sentenza 250/2010 della Corte Costituzionale. Benissimo fare leggi speciali sul terrorismo ma se poi queste leggi non vengono applicate da chi di dovere come non pare stiano applicando, senza spiegarne i motivi agli italiani , il reato di clandestinità che la Corte Costituzionale ha definito non irrazionale nè arbitrario perchè posto a difesa di valori di rango costituzionale come la difesa dei confini, sicurezza, sanità, ordine pubblico, e valutazione socio-economica del fenomeno, ed invece vengono applicate leggi in dubbio di costituzionalità come quella che lascia libertà ai richiedenti asilo di circolare liberi come il vento pur non sapendo chi siano realmente nè le loro intenzioni e delle quali leggi i terroristi approfittano persino per compiere attentati fingendosi profughi richiedenti asilo ed avere cosi’ la libertà di circolare in tutta Europa, e nessuno mette in evidenza il colabrodo e l’insicurezza che determinano queste leggi, per noi non c’è speranza!!! Basterebbe intanto una bella legge sull’ESPULSIONE RAPIDA di tutti i clandestini e falsi profugh e anche veri profughi in campi ONU A CASA LOROi e un’altra che blocca la concessione della cittadinanza agli islamici fino a che non avranno capito come si fa a distinguere i buoni dai cattivi ed avranno eliminato dal Corano versetti di odio e morte verso di noi.

  6. Visto che il Congresso Americano ha deciso anche col voto di alcuni democratici di non volere dare asilo a siriani sul proprio territorio, si potrebbe aspettare l’insediamento di TRUMP per rivedere proprio le norme sull’ASILO. E visto che l’intelligente TRUMP ha puntato finalmente il dito contro l’ONU sostenendo che anzichè risolvere i problemi li crea. Se il Congresso Americano non vuole dare asilo ai Siriani perchè mai dovrebbero essere obbligati altri Stati a concedere asilo a islamici che si fanno la guerra per non chiari moitivi? Il diritto di asilo lo si cambi rendendolo esercitabile solo in campi ONU quali zone franche e ognuno a casa loro. Non è accettabile che interi popoli possano vantare il diritto di invadere gli altri Stati e farsi mantenere. Questo diritto assurdo poteva andar bene nel 1951, ma non oggi che viene utilizzato da furbi e terroristi del mondo per calpestare i diritti altrui. Nessuno vuol negare protezione a chi scappa dalle bombe ma si creino zone franche ad hoc ognuno nei propri continenti. e siano organizzazioni internazionali tipo croce rossa, luna roissa, ONU-UNHCR pagate per questo a vegliare su di loro.

RISPONDI