Germani Basket sbanca a Torino e torna a bottino pieno

0
La Germani sbanca il campo di Torino, brinda nel migliore dei modi al nuovo anno e cancella d’un colpo la delusione della sconfitta casalinga con Trento di sei giorni fa, tornando in corsa per un posto nella Final Eight di Coppa Italia. Una gara solida quella della Leonessa, che stringe i denti nei momenti più difficili e piazza la zampata vincente nell’ultimo decisivo quarto, in cui mette a referto ben 30 punti. Brescia porta cinque giocatori in doppia cifra (Landry 23 – di cui 14 nell’ultimo periodo -, Moore 19, Luca Vitali 17 i migliori) e raggiunge in classifica la Fiat a quota 12, eliminando le nubi che si erano addossate sulla squadra alla fine del 2016. Domenica si torna al PalaGeorge per l’ultima gara del girone d’andata, che Brescia disputerà contro Pistoia (palla a due alle ore 18.15).
Pronti, via e Harvey fa capire subito di essere in una di quelle sere, bagnata da due triple consecutive. Brescia però risponde presente e piano piano risale la china, arrivando a confezionare il primo allungo nel match, con un vantaggio di 6 punti (14-20 al 7′) e ben sei uomini subito a referto. La Fiat inizia a servire DJ White, che entra in partita e si carica sulle spalle la propria squadra fino al 20-20 con cui si chiudono i primi 10′ di gara. Botta e risposta in apertura del secondo quarto tra White (12 punti in 12′) e Moore, che raggiunge presto la doppia cifra e regala alla Germani un nuovo + 6 (27-33 al 14′). I tre falli prematuri di Michele Vitali complicano i piani della Leonessa, che non riesce ad arginare White (18 punti e 9/10 all’intervallo) e vede il proprio vantaggio dissolversi rapidamente. Il match torna sui binari del perfetto equilibrio e alla
fine dei primi due quarti le due squadre vanno negli spogliatoi appaiate a quota 40.
Anche l’inizio del secondo tempo inizia nel segno dell’equilibrio, con Brescia che paga una serie di piccoli errori in difesa. Il più efficace in casa Germani si conferma Moore, che inizia a segnare anche dall’arco, porta Brescia sul +8 (44-52) e costringe Vitucci al time out. La Fiat torna in campo con una faccia diversa e con un parziale di 9-0 rimette il naso avanti. La Leonessa però resiste all’onda d’urto dei padroni di casa e chiude il terzo quarto avanti di un punto sul 60-61. L’avvio dell’ultimo quarto è targato Germani (+8 al 32′) ma Alibegovic piazza la zampata
dell’ex e con una tripla ridà ossigeno a Torino. Nel momento più caldo del match sale in cattedra il professor Landry, rimasto silenzioso a lungo: l’ala statunitense segna 7 punti e regala la doppia cifra di vantaggio, che Harvey riduce con una tripla centrale di difficile fattura. Brescia arriva agli ultimi 2′ con 7 lunghezze di margine e quando il pallone pesa di più ci pensa Landry a scoccare la tripla della vittoria, che al 40′ matura con il punteggio finale di 86-91.
 
"È stata una bella vittoria di squadra, ognuno dei ragazzi ha dato il suo contributo con grande concentrazione e applicazione tecnico-tattica – dice il coach Andrea Diana -. Non volevamo mettere in fiducia i tiratori di Torino, anche a costo di concedere tanto a White in post basso. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio su di lui, chiudere gli spazi a Torino è stata una delle chiavi della partita. Abbiamo concesso troppi rimbalzi in attacco ai nostri avversari, è un aspetto su cui dobbiamo lavorare meglio. Dopo Trento eravamo molto delusi, la vitoria di oggi dimostra che siamo una squadra che si compatta nelle difficoltà. Quello di oggi è un sucesso che per la nostra classifica è molto importante ma va riconfermato nella prossima partita contro Pistoia. La Final Eight? Siamo lì a giocarcela con merito, ma domenica dobbiamo innanzitutto cercare i due punti per migliorare la nostra classifica, a prescindere dalla Coppa Italia".

Comments

comments


CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI