Via alla corsa invernale dei saldi anche nel Bresciano. Ecco come difendersi dai furbi

0

Via oggi in Lombardia e a Brescia ai saldi invernali. Gli sconti dureranno 60 giorni e saranno dunque validi fino al 5 marzo, per poi tornare il primo luglio. Secondo la legge i commercianti sono obbligati a indicare sul cartellino il vecchio prezzo, quello nuovo e la percentuale di sconto. Gli sconti devono riguardare la merce stagionale (che va fisicamente separata dall’altra).

I commercianti sono obbligati ad accettare il pagamento con carte di credito (se lo fanno abitualmente) senza commissioni aggiuntive. Il cambio della merce, invece, non è un diritto del consumatore (sta alla discrezione del commerciante), ma in caso di prodotti difettosi la legge consente comunque al compratore – entro 60 giorni – di avere la sostituzione o la restituzione dei soldi (non un buono). Per tutte le controversie ci si può rivolgere al giudice di pace.

In crescita, secondo un’indagine di Confcommercio, la percentuale di italiani che compreranno in occasione dei saldi invernali 2017: il 58,5% contro il 55% dell’anno passato. Le preferenze vanno, secondo tradizione, ai capi di abbigliamento (92,1%), calzature (79,2%), accessori (32,1%) e biancheria intima (27,4%). Fino a 200 euro il budget di spesa per il 78,1% dei consumatori.

Comments

comments

LEAVE A REPLY