Record nel 2016: oltre 60 mila ai musei di Soferino e San Martino

0
Bsnews whatsapp

I Musei di Solferino e San Martino hanno festeggiato l’ingresso nell’anno nuovo con un numero da record: 60 mila visitatori. Uno su mille: se la popolazione italiana raggiunge 60 milioni di persone significa che nel corso dell’anno appena trascorso un cittadino italiano ogni mille ha fatto visita ad uno dei luoghi simbolo del Risorgimento e dell’unità del nostro Paese, situati a Solferino ed a San Martino.

Un record negli ultimi decenni, non raggiunto neppure in occasione del 150° Anniversario della Battaglia di Solferino e San Martino nel 2009 (allora le presenze si fermarono sotto le 50.000) e superato solo nell’eccezionale 2011, in cui si festeggiarono i 150 anni dall’Unità d’Italia ed in quella occasione di risonanza nazionale, alla Torre di San Martino ed alla Rocca di Solferino furono realizzati integrali interventi di restauro. Da allora e prima di allora, un numero così alto di presenze come quello del 2016 non era più stato sfiorato.

I siti storici comprendono tre poli museali: il primo si trova in provincia di Brescia, a San Martino. Qui è possibile visitare la Torre monumentale, dedicata al primo Re d’Italia Vittorio Emanuele II, terminata nel 1893 e l’attiguo Museo della Battaglia, con oggetti ed armi dell’Esercito Piemontese e di quello Austriaco.

Gli altri due siti sono in provincia di Mantova: la Rocca di Solferino eretta nel 1022, battezzata da Napoleone la “Spia d’Italia”, posizione strategica durante la Battaglia del 1796 e quella del 24 Giugno 1859 ed il Museo del Risorgimento di Solferino, con i cimeli dei due Eserciti, Francese ed Austriaco, che presero parte a quel conflitto decisivo per la II Guerra d’Indipendenza.

La Società Solferino e San Martino che gestisce la Torre, la Rocca ed i Musei della Battaglia, luoghi della memoria sui quali è stato calcolato il numero di presenze di visitatori dello scorso anno, comprende anche spazi a libero accesso, come le due Chiese Ossario a San Martino e Solferino, il Memoriale della Croce Rossa a Solferino e grandi parchi, voluti dal fondatore della Società, il Conte Luigi Torelli.

Il complesso monumentale di San Martino della Battaglia rimarrà aperto fino a domenica 8 gennaio compresa l’Epifania; poi fino a tutto il mese di febbraio sarà visitabile nelle sole giornate di Sabato e Domenica.

La Rocca ed il Museo di Solferino riapriranno invece il prossimo 17 marzo (anniversario della proclamazione del Regno d’Italia) quando anche per il Complesso Monumentale di San Martino entrerà in vigore l’orario estivo.

I siti museali di San Martino e Solferino resteranno comunque visitabili, anche nei giorni di normale chiusura al pubblico, a scuole e gruppi su prenotazione.

Per maggiori informazioni: www.solferinoesanmartino.it

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI