Profughi, sono 153 i richiedenti asilo ospitati nelle parrocchie bresciane

21
Bsnews whatsapp

Sono 29 parrocchie bresciane che accolgono profughi, per un totale di 153 richiedenti asilo ospitati. Caritas, inoltre, ha dato il proprio apporto con 34 operatori attivi nei progetti a sostegno dell’inclusione sociale dei richiedenti asilo. Così ha risposto la diocesi bresciana all’appello lanciato da papa Francesco e dal vescovo Luciano Monari. I dati sono stati diffusi ieri durante un incontro al Centro pastorale Paolo VI intitolato “In cerca di casa. Esodi e incontri”, a cui hanno partecipato i rappresentanti delle diverse parrocchie e una 30ina di immigrati.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

21 COMMENTI

  1. Profughi o richiedenti asilo dei quali non si conoscono identità e intenzioni? E che dovrebbero essere trattenuti in centri in cui andrebbero privati della libertà di circolare tra la gente? Come prevedono l’art. 8 e 10 della direttiva europea 2013/33/UE ?

  2. Caspita, in un anno e mezzo dall’appello accorato di monari ne avete ospitati 153? Che grandi numeri… Quanti ne ospita la provincia di Brescia? E poi, dalle 15 parrocchie dichiarate nel settembre 2015 che accolgono siete arrivati alle 29 dopo quasi un anno e mezzo? Di questo passo, ora che riempite tutte le 480 parrocchie di Brescia e provincia hanno voglia di aspettare profughi e clandestini. Bravo monari, il tuo appello è stato accolto dal 6% delle tue parrocchie e non sei nemmeno riuscito a piazzarne almeno uno in ognuna! Un successo!!! E, naturalmente, per noi il posto non c’è mai stato e non ci sarà. Intanto intascate l’8 per mille che uno stato dipendente dal potere del clero continua a succhiarci dalle nostre tasse. Tutto a posto quindi… A proposito, in curia non ne ha ospitati nessuno, vero?

  3. Apriamoci al bisogno, affermava a gran voce monari. Se questi sono i numeri, mi sembra che vi stiate aprendo un po’ poco, non trovate? E rinunciare a prendere soldi pubblici e l’8 per mille e dare del vostro a chi ha bisogno no? No, meglio fare del presunto bene a chi volete voi e a chi non vi contesta con i soldi degli altri, come avete sempre fatto…

  4. Un Vescovo che ostacola i preti intelligenti e quelli che vogliono vederci chiaro non può che continuare con queste puerili iniziative, tese solo ed esclusivamente ad allontanare i credenti che vedono che dove ci sono situazioni di bisogno e storte non interviene, mentre, per farsi bello davanti a giornali e televisioni, è sempre in prima linea. Meno male che ha ancora poco da stare a Bresca: di guai e di problemi ne ha creati tanti.

  5. Persino Galantino era titolato su un giornale invocava nuove regole per i migranti e cittadinanza. La Chiesa che non valuta i pericoli che una cittadinanza facile come lo IUS SOLI regalata superficialmente anche a coloro che sono di religione islamica possa provocare una rapida maggioranza di islamici in Italia e in Europa con la conseguenza che possano decidere una volta raggiunta la maggioranza di sostituire la democrazia con la teocrazia islamica e sostituire la Costituzione col Corano e Sharia, non è lungimirante e decreterà la fine per i cattolici e gli atei ecc. Eppure era stato proprio un bravo sacerdote anni fa in TV, ai tempi in cui si parlava di far entrare la Turchia in Europa (lungi da noi) di valutare il rischio che l’ingresso della Turchia in Europa avrebbe potuto rappresentare per via della loro maggiore prolificità. Sosteneva questo sacerdote che proprio per via di questa maggiore prolificità degli islamici in molti paesi europei avrebbero potuto diventare a maggioranza ed allora ci invitava a chiederci se una volta raggiunta la maggioranza avrebbero continuato a rispettare le nostre leggi oppure avrebbero introdotto le loro? Visti i tribunali islamici nel Regno Unito la risposta pare scontata. Un grande questo sacerdote, peccato che la Chiesa stia andando nella direzione opposta e ci stia portando verso la sottomissione islamica anche in Europa. I giornali di oggi riportano la notizia che Orban metterà anche i richiedenti asilo in detenzione contravvenendo alle regole UE. Invece sta proprio rispettando gli art. 8 e 10 della direttiva 2013/33/UE che in pratica prevede il trattenimento dei richiedenti asilo che si trovano nelle condizioni di cui all’art. 8, ossia tutti quanti, in luoghi determinati privandoli della libertà di circolazione e quando i centri sono pieni in carcere però tenuti separati dai carcerati comuni e da chi non presenta domanda di asilo. Ha abbandonato quell’incostituziona le e discriminatorio art. 7 contenuto in questa direttiva che prevede massima libertà di circolazione per i richiedenti asilo tra i quali come abbiamo visto nel caso di Berlino ci sono anche terroristi liberi di compiere attentati e poi di circolare liberamente in tutta Europa. Bravissimo Orban

  6. Forse non si è reso conto che la chiesa cattolica, come i comunisti, guardano solo il proprio interesse personale e immediato. Infatti non si preoccupano minimamente dei danni che possono provocare ospitando cani e porci e pensano soltanto ad incassare i soldi che lo stato, nostro malgrado, dà a loro per questo “servizio”. Non dimentichiamoci che la chiesa è ricchissima, che esiste ed è esistita per sottomettere e perpetuare il suo potere. Non mi meraviglia il fatto che il papa continui a trovare modi per dialogare con le altre religioni: è solo un modo moderno per continuare a sottomettere l’umanità. Una volta anche i cristiani facevano le guerre ma, grazie alle nostre lotte per il laicato, siamo riusciti a superare questi orrori. Oggi ci vogliono ancora sottomettere attraverso l’islam, che non distruggerà mai i poteri della chiesa, guardacaso gli attentati non li fanno in Vaticano. Perciò lotta senza quartiere anche alla chiesa cattolica che ci sta distruggendo come civiltà laica e quindi consapevole di poter scegliere.

  7. Noto comunque che stanno evitando di definire ORBAN razzista e xenofobo, come hanno fatto fino ad ora. Si saranno forse accorti che il vero razzismo è quello che stiamo subendo noi. Mi chiedo chi in Europa scriva le direttive europee cosi’ contraddittorie. Infatti mentre l’art. 7 prevede massima libertà per i richiedenti asilo, che non avrebbe dovuto nemmeno essere prevista una libertà del genere visto che i richiedenti asilo altro non sono che sconosciuti che possono fornire le generalità false e quindi non si ha la certezza di chi siano, nè si conoscono le intenzioni, tantomeno se possano avere il diritto all’asilo (che non sarebbe da concedere a nessuno visto la nostra situazione catastrofica) e come abbiamo visto nel caso di Berlino e anche nel caso precedente successo sempre in Germani, tra loro ci sono terroristi ai quali viene ingiustamente concessa la libertà di circolazione privilegiandoli e quindi discriminandoci. Una tale libertà, un tale privilegio che è previsto anche nella nostra legge sull’immigrazione, che esonera dal reato di clandestinità chi richiede asilo, evidenzia a mio parere un privilegio in dubbio di costituzionalità in quanto mette i richiedenti asilo ossia emeriti sconosciuti su un gradino superiore di tutela che confligge con l’art. 3 costituzione. Magari ci fosse l’obbligo che tutte le leggi italiane ed europee venissero controllate dalla Corte Costituzionale in merito alla lesione dei nostri diritti costituzionali, perchè sarebbero molte quelle che non passerebbero il vaglio di costituzionalità. Ampiamente apprezzabili invece gli articoli 8 punto 3 e art. 10 che prevedono invece che i richiedenti asilo che non rientrano nelle condizioni di cui all’art. 8 punto 3, e in queste condizioni rientrano proprio tutti, devono essere trattenuti che all’art. 2 punto h) è spiegato significhi collocati in luoghi specifici privandoli della libertà di circolazione e se pieni l’art. 10 indica la possibilità del carcere tenuti separati dai carcerati comuni e da chi non presenta domanda di asilo. Perciò se la Merkel il terrorista di Berlino in quanto richiedente asilo, anzichè lasciarlo libero come il vento di fare ciò che voleva e di circolare in tutta Europa liberamente, avesse applicato nei suoi confronti i piu’ corretti e severi art. 8 punto 3 e art. 10, costui sarebbe stato trattenuto senza libertà di circolazione e non avrebbe potuto rubare un TIR, uccidere il conducente e passare sulle vite di persone innocenti. Perciò fa bene Orban a mettere in detenzione anche tutti i richiedenti asilo, soprattutto perchè stanno ritornando dalla Siria anche tanti combattenti ISIS indistinguibili.

  8. Quindi mi sta dicendo che già stanno disattendendo le leggi e quindi le religioni di potere ci stanno sottomettendo, noi laici e non più succubi di preti e vescovi. Intanto potremmo fare un provvedimento di buon senso e di giustizia civile, abolendo l’8 per mille per tutte le religioni (anche perchè, tra non molto, anche i musulmani pretenderanno la loro parte). E qui casca l’asino e il potere dei preti si manifesta nella sua totalità: nessuna forza politica ha il coraggio di portare avanti questa battaglia!

  9. Arriverà quel giorno che vedremo finalmente tutti i preti e la chiesa povera, come invece ci hanno tenuto nel passato e come sperano di farci ritornare per sottometterci ancora? Politici, sveglia….

  10. L’8 per mille alla Chiesa cattolica quest’anno non l’abbiamo dato proprio per via della cecità verso l’invasione e la sottovalutazione dell’ISLAM, cosi’ come abbiamo votato No al referendum non perchè non avesse parti come il titolo V che miglioravano rispetto ad ora la Costituzione, ma in segno di protesta verso questo Governo per la sottovalutazione dell’immigrazione e dell’ISLAM. L’avranno capito o faranno gli gnorry? intanto un segnale nell’unico modo democratico che ci è consentito abbiamo cercato di farglielo pervenire. Penso però che la Chiesa Cattolica perderà con l’ISLAM che subdolamente e tenacemente ne uscirà vincitrice. Speriamo di no e che la Chiesa si svegli come il Governo.

  11. La chiesa non perderà perchè si è già accordata con l’islam e, tra non molto, le due religioni ci domineranno. Ricordati che la chiesa è una potenza economica enorme e che, stranamente, l’Isis non la colpisce e non fa attentati in Vaticano. Significa che l’obiettivo siamo noi laici e affrancati dalle religioni, non il cuore del potere cattolico. Quanto all’8 per mille mi auguro che l’abbiate destinato a qualcun altro che non sia la chiesa cattolica perchè, come penso sappiate, se non lo destinate a nessuno, va ancora alla confessione che ha preso più preferenze, quindi, ancora, alla chiesa cattolica! Altra furbata e ingiustizia per portarsi a casa i soldi di chi non destina…

  12. Chissà perchè gli attentati dell’Isis colpiscono la civiltà laica europea e mai i simboli del cristianesimo e il vaticano? Una ragione forse fin troppo chiara c’è: vogliono eliminare noi che non crediamo più alle religioni di potere che invece ci vogliono ancora comandare e sottomettere. Altrimenti sanno benissimo che se la gente si affranca loro spariscono….

  13. Se fosse la Chiesa cattolica ad arrivare a dominarci, cosa che non credo perchè di questo passo penso che ne uscirà perdente rispetto all’ISLAM non sarebbe cosi’ drammatico, visto che fino ad ora nelle Chiese e nelle parrocchie si insegna il bene e non il male, si insegnano i 10 comandamenti. Diverso sarebbe se arrivasse al potere l’ISLAM, lo vedo davvero terribile il futuro dei nostri nipoti. Dico fino ad ora perchè cosa stia succedendo alla Chiesa in questo momento proprio non lo capisco, un tale accanimento verso questa invasione è sconcertante. Sembra quasi che la Chiesa sia succube delle varie associazioni di volontariato che la condizionano fortemente e spero di sbagliarmi.

  14. E vai! addirittura razzisti di m.? Lo dici perchè hai già letto la notizia che la Kyenge sia stata assolta per aver detto che la Lega è razzista, adesso hanno sdoganato la possibilità di usare questa parola? Ma il reato di razzismo non si sono accorti che è in dubbio di costituzionalità perchè mette la razza su un gradino superiore di difesa incompatibile con l’art. 3 costituzione che non consente alla legge privilegi e distinzioni nè di razza, nè di sesso nè di religione? Quando si abolirà dalle leggi la parola “razzismo”?

  15. La chiesa è un potere, ed è un fortissimo potere economico. Quindi per rimanere a galla ha bisogno di dominare e di imporre. Senza soldi non sarebbe niente, anche perchè di testimonianza non ne ha mai dimostrata. In chiesa ti insegnano i dieci comandamenti e il bene? Forse a parole. Peccato che chi insegna queste cose nei fatti non le fa e non le dimostra. Eliminiamo in tutti i modi le religioni di potere che tanti danni hanno fatto all’umanità, non finanziamole, insegnamo ai nostri figli la laicità delle cose e facciamo capire che le religioni possono esistere, ma slegate dal potere e dagli affari. Certo, in questa maniera, si va contro la chiesa cattolica e l’islam. Ecco perchè sono alleati. E la chiesa cattolica non uscirà perdente perchè ha i soldi ed il denaro. Le due religioni si sono già accordate contro il mondo laico.

  16. La chiesa si attacca solo ed esclusivamente dove c’è potere e soldi. Altrimenti sarebbe sparita da secoli. E per mantenere il consenso della gente comune, ignara di tutto, deve far credere di essere buona, povera e solidale. Deve avere il monopolio dell’educazione dei giovani perchè poi da adulti è difficile tornare indietro e rinnegare una parte della propria vita. Se poi vai oltre e cerchi di essere realista e razionale, scopri subito e facilmente l’inganno perchè la storia e gli innumerevoli esempi parlano da soli.

  17. Ma questo ente, che al sabato e alla domenica, non risponde perchè i dipendenti e i responsabili sono in ferie, non sanno che i bisogni dei poveri ci sono sempre, soprattutto durante le ferie? E poi, perchè non aiutate tutti indistintamente e quelli, per esempio, che hanno subito torti a causa della chiesa, li ignorate o non puntate il dito su chi (preti) ha creato nuovi poveri? Meglio farsi riprendere in televisione o farsi vedere bravi sui giornali come fa il vostro capo Monari o il capo dei capi, Francesco….

  18. “Fino ad ora nelle Chiese e nelle parrocchie si insegna il bene e non il male, si insegnano i 10 comandamenti”: è bene licenziare senza motivo persone regolarmente assunte da anni per prenderne altre più giovani? E’ bene ostacolare religiosi che vogliono vederci chiaro nelle gestioni di enti che fanno capo a parrocchie? E’ bene mandare in banca rotta parrocchie costruite con i soldi dei fedeli? E’ bene che un vesco? Se questo significa insegnare il bene e seguire i dieci comandamenti, beh, allora, Le dico che una chiesa del genere, dei preti, un vescovo e un papa di questa risma, è meglio che spariscano. Non trova?

  19. I Preti non sono Dio e come uomini sicuramente fanno errori. Mai come adesso la Chiesa per me di errori ne sta facendo, sta incentivando l’invasione e sta sottovalutando l’islamizzazione dell’Italia e dell’Europa. Ancora però si insegnano i 10 Comandamenti e il Catechismo

  20. La chiesa è formata ed è governata da uomini incapaci, che nei secoli come oggi, hanno solo oppresso e comandato il popolo alleandosi con il potere. Vogliamo una chiesa vera? Eliminiamo il potere temporale e il clero. Cominciamo quindi con l’abolizione di tutti i finanziamenti al clero. Poi, poveri e senza alcun potere, potranno insegnare i dieci comandamenti e fare catechismo (a quei pochi che li seguiranno e sempre che ci saranno ancora, visto che se non hai carriera e soldi, anche il clero è destinato a sparire), non trova?

RISPONDI