Pallanuoto, l’An Brescia affonda anche il Bogliasco: finisce 18-4

0

Con tanta determinazione e una continua propensione a non risparmiare energie, l’An Brescia si scrolla di dosso ogni residuo di ruggine accumulata nella pausa natalizia: a Mompiano, contro il Bogliasco 1951, nell’undicesimo turno di campionato, il sette di Sandro Bovo s’impone con un netto 18 a 4 (4-1, 2-1, 5-1, 7-1, i parziali). Alla vigilia, capitan Presciutti aveva annunciato il chiaro intento del gruppo, ovvero entrare in acqua per riprendere al più presto il ritmo partita, e oggi tutti i tredici biancazzurri (nel quarto tempo, Stefano Morretti ha preso il posto di Marco Del Lungo) hanno dato piena concretezza ai propositi indicati. Gli ospiti hanno provato a dire la loro ma, dopo il momentaneo pareggio a metà della prima frazione (1 a 1), il match è stato completamente a senso unico, con l’An sempre grintosa in fase di copertura e pronta a colpire ogni volta che se n’è presentata l’occasione. La concentrazione e la grande voglia esprimere il proprio potenziale, hanno permesso ai padroni di casa di sopperire, praticamente senza problemi, all’importante assenza di Sava Ranđelovic (tenuto ancora a riposo in via precauzionale) e all’uscita anzitempo (cartellino rosso per proteste, sul finire del secondo periodo) di Vjekoslav Paskovic. Due dati possono dare una chiara idea della tenuta mentale evidenziata da Presciutti e compagni: il 3 su 3 nelle superiorità del primo quarto, e la progressione di reti siglate nell’ultima frazione (per altro iniziata sul più che tranquillo punteggio di 11 a 3), ossia il parziale di 6 a 0 inflitto a 1’ e 17’’ dalla fine. In sostanza, un intero incontro giocato senza mai tirare il freno (l’ultimo gol è di capitan Presciutti a 4 ‘’ dalla sirena conclusiva). Dunque, da parte An, una prova convincente per avvicinarsi alle sfide cruciali della settimana entrante.

«Direi che è stata un’ottima ripresa delle attività – dichiara Stefano Guerrato, stasera in gol per due volte -, dopo le vacanze ci voleva una prestazione di questo livello. Ci tenevamo a recuperare fin da subito lo spirito agonistico che serve a una squadra come la nostra, e ci siamo riusciti abbastanza bene; questo grazie all’ottima preparazione e al notevole lavoro che abbiamo effettuato. Riguardo alla mia prova, sono molto contento, anche considerando la prima doppietta stagionale. Sempre a proposito della preparazione, senza dubbio ho potuto giovarmi della convocazione nella nazionale maggiore: è stata una bellissima esperienza di crescita che spero proprio possa avere un seguito».

Note: superiorità, An 5/8 più due rigori (realizzati), Bogliasco 3/9. Usciti per limite di falli, Paskovic (An) cartellino rosso nel secondo tempo, Puccio (Bogliasco) nel quarto tempo. Spettatori 400.  

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome