Volley, la Metalleghe stecca la prima. I punti salvezza vanno tutti a Monza

0
Bsnews whatsapp

Non è andata come doveva: Metalleghe non è riuscita a conquistare il match importantissimo contro Monza, che ha giocato invece una partita impeccabile guadagnando tre pesanti punti salvezza. Qualche errore di troppo e la poca efficacia in attacco, forse dovuti alla tensione, hanno condizionato la prestazione delle atlete di Montichiari che ora devono capire cosa questa domenica può insegnare loro e poi guardare avanti.

Sestetti in campo come da previsione: Delmati schiera Dall’Igna-Nicoletti, Aelbrecht-Candi, Segura-Eckerman con Arcangeli libero. Le padrone di casa si portano in vantaggio in avvio di match fino all’aggancio firmato da Eckerman a 9, dopo il quale si procede punto a punto: sorpasso rosa (13-15) e controsorpasso biancorosso (16-15), ma due errori di Montichiari portano avanti le ospiti e, dal 17-19, Monza è brava a tirare la battuta e a chiudere con un ace di Segura 21-25.

Riparte con convinzione il sestetto di Delmati (2-5) che ancora grazie al servizio efficace arriva sul 7-10. Barbieri butta dentro Lualdi per Efimienko, ma la squadra subisce il gioco ospite (10-18) e si concede troppi errori al servizio. Esce anche Nikolic per Gravesteijn e, su turno di battuta di Dalia, Metalleghe recupera un minibreak (16-21) che fa morale, ma non basta a fermare la corsa rosa: 17-25 è il finale che dà il 2-0 alle atlete di Saugella Team.

Avvio di terzo set con Smirnova dentro per Nicoletti e Efimienko di nuovo in campo: Nikolic riporta le sue sopra 9-8, ma Monza resta incollata fino al break decisivo che porta Metalleghe a staccare 19-15. Saugella annulla due set ball con la nuova entrata Begic e Gioli mette giù il primo tempo del 25-21.

Match riaperto, ma Monza è ancora avanti nel quarto parziale (3-6); dopo il secondo time out, sul 6-13, Barbieri prova a inserire Boldini per Dalia e si recupera un po’ di svantaggio (11-14). Aelbrecht piazza il quarto muro del set – saranno 6 in totale – e sul 14-20 rientra il capitano: Montichiari si arrende 25-20 e 3-1, concedendo a Saugella Team di staccarla di 5 punti in classifica.

Boldini: “Nonostante la crescita, stasera siamo state nuovamente incostanti, come ci capita spesso dall’inizio del campionato. Per il mio ingresso sono contenta, ho cercato di dare il mio apporto nel quarto set, controllando l’agitazione per agevolare le mie compagne, già in tensione, ma non è bastato”.

Delmati: “Abbiamo fatto una buona prestazione in ricezione e siamo stati forse meno efficaci in battuta;i 16 muri punto credo abbiano fatto la differenza. Montichiari è cresciuta nel terzo e quarto set, ma siamo riusciti a vincere con una prova di carattere delle mie atlete che non hanno regalato nulla”.

Barbieri: “Una sconfitta molto pesante, ma dobbiamo andare avanti perché il campionato non finisce oggi. Abbiamo giocato palle troppo semplici e per contro non siamo riusciti a fermare il loro attacco: inutile negarlo, negli scontri diretti non brilliamo e soffriamo a livello caratteriale. La tensione ci ha fatto cadere nel loro muro e nel quarto set è mancata la tenacia. Pensavamo di avere preso la strada giusta, prima della pausa, invece abbiamo fatto un passo indietro. Continuiamo a cercare punti su tutti i campi, senza guardare a quelli che ora ci separano dalla salvezza”.

 

METALLEGHE MONTICHIARI – SAUGELLA TEAM MONZA 1 -3 (21-25; 17-25; 25-21; 20-25)

METALLEGHE: Dalia 2, Malagurski 22, Busa 12, Nikolic 16, Gioli 7, Efimienko 5, Ruzzini L, Boldini 1, Lualdi 1, Gravesteijn, Domenighini ne, Aquilino ne. All. Barbieri e Parazzoli.

SAUGELLA TEAM: Segura 12, Aelbrecht 15, Dall’Igna 1, Eckerman 25, Candi 6, Nicoletti 4, Arcangeli (L): Devetag, Balboni ne, Lussana, Bezarevic, Smirnova 5, Begic. All. Delmati e Keller

Montichiari: 69 punti; 9 bs; 2 ace; 9 muri; 25 errori.

Monza: 71 punti; 6 bs; 6 ace; 16 muri; 16 errori.

Arbitri: Roberto Boris e Davide Prati; addetto video check: Luca Biasini.

Durata set: 27′, 27′, 28′, 28′.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI