Edifici di culto e parrocchie, La Loggia stanzia 177mila euro

0

Il Comune di Brescia ha assegnato i contributi destinati alla sistemazione degli edifici di culto e delle attrezzature per i servizi religiosi.

A beneficiare dei 177mila euro in totale che l’Amministrazione comunale ha messo a disposizione saranno 19 parrocchie della Chiesa Cattolica e una parrocchia della Chiesa Ortodossa Romena d’Italia. La graduatoria, approvata il mese scorso, è stata suddivisa in tre fasce di priorità. Alle parrocchie incluse nella prima fascia, quattro in tutto, sarà erogato un contributo pari al 9% del preventivo di spesa mentre per altre quattro strutture religiose, inserite nella seconda fascia, l’importo sarà dell’ 8%. Infine, ammonterà al 6,229% del preventivo il finanziamento da erogare alle rimanenti 12 parrocchie.

Al restauro e alla ristrutturazione della chiesa di Santa Maria Nascente (prima fascia) saranno destinati 13mila euro. Gli interventi riguarderanno le decorazioni pittoriche e lapidee interne, la controfacciata della navata centrale, la sostituzione e la messa a norma di una parte del vecchio impianto elettrico e audio e dell’impianto anti-intrusione e di videosorveglianza. Alla chiesa di Sant’Afra saranno destinati, invece, 35mila euro per il primo stralcio dell’intervento di conservazione e messa in sicurezza delle strutture e degli apparati decorativi. Alla parrocchia del Buon Pastore andranno 2.250 euro per il restauro della pala dell’altare e 5.100 euro saranno destinati alla chiesa di Santa Maria in Calchera per il restauro e il risanamento conservativo del manto di copertura termoisolante.

Ammonta a 9.330 euro il contributo riconosciuto alla chiesa parrocchiale di San Giacinto (seconda fascia) per i lavori di controsoffittatura e isolamento termico della navata centrale mentre a San Giuseppe Lavoratore, per la tinteggiatura delle facciate esterne della chiesa e delle cupole, andranno 3.291 euro. L’impermeabilizzazione della terrazza della sacrestia impegnerà invece la Chiesa dei Santi Nazaro e Celso, alla quale saranno assegnati 1.464 euro, mentre alla chiesa parrocchiale di San Lorenzo Martire, nella quale sarà installata una pedana modulare completa di isolamento termico e un pavimento in laminato, andranno 3.360 euro.

La rimozione dell’eternit e il rifacimento della copertura dell’oratorio riguarderanno invece la parrocchia di Santo Spirito (terza fascia), alla quale saranno erogati 1.815 euro, e la parrocchia di Sant’Antonio da Padova, alla quale andranno 7.227 euro. La manutenzione straordinaria del complesso oratoriale impegnerà invece le parrocchie dei Santi Faustino e Giovita (contributo di 8.816 euro) e Santa Maria Crocifissa Di Rosa (contributo di 5.980 euro), mentre alla parrocchia di San Gaudenzio saranno assegnati 35mila euro per la realizzazione di una residenza per i religiosi (secondo stralcio). La canonica e gli uffici parrocchiali di Sant’Alessandro avranno una nuova copertura in legno. Per questo intervento sono stati stanziati 8.597 euro. Nella parrocchia di San Rocco saranno ritinteggiate le aule di catechismo e le pareti esterne del centro parrocchiale con un contributo di 1.666 euro, alla parrocchia di Maria Madre della Chiesa, alla quale saranno erogati 17.622 euro, i lavori riguarderanno la ristrutturazione del teatro parrocchiale mentre nell’oratorio della parrocchia di Santo Spirito verranno rifatti gli ingressi carrabili e pedonali dell’oratorio (il contributo sarà di mille euro). Interventi negli edifici dell’oratorio anche San Bartolomeo Apostolo e Sant’Eufemia della Fonte. Alle due parrocchie andranno rispettivamente 5.296 euro e 2.336 euro. Infine, alla costruzione della nuova parrocchia ortodossa romena d’Italia dei Santi Costantino il Grande ed Elena saranno destinati 8.850 euro.

 

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome