Slow food Brescia festeggia 30 anni. Ecco tutte le iniziative per il compleanno

0
Bsnews whatsapp

Sono passati trent’anni da quel 13 febbraio 1987, quando Carlo Petrini venne a Brescia per la prima volta e mise le basi per la nascita dell’Associazione bresciana, si era al ristorante Bit e Bacco di Rezzato. Lo spirito di quella sera è lo stesso che ha contribuito a far nascere il nostro “Movimento per la tutela e il diritto al piacere”.

È partito dal piacere della tavola e della convivialità per poi virare verso la ricerca di una nuova gastronomia figlia di un’agricoltura sostenibile, verso l’educazione di un cittadino consapevole che deve essere attento alla provenienza del cibo acquistato, sostenere le produzioni locali e promuovere un rinnovato concetto di qualità, che non è lusso ma cibo buono da mangiare e da pensare.

Tutto questo oggi vuol dire una realtà presente in 160 Paesi, con la rete di Terra Madre, con oltre 100 mila iscritti, ma, più dei numeri, la cifra del successo di chi diede il via all’avventura di Arcigola e poi di Slow Food lo dà l’essere riusciti a far crescere la consapevolezza che l’attenzione verso i temi dell’ambiente, della biodiversità, della salute, della sovranità alimentare, della lotta alla fame, della tutela dei suoli sia un investimento per il futuro, e non solo sogno o visione.

A Slow Food Brescia – Condotta nata a pochi mesi dalla fondazione dell’Associazione nazionale del luglio 1986 nelle Langhe – con “Trent’anni senza andare fuori tempo…” piacerebbe raccontare e far rivivere tutto questo, com’era e come vorremmo fosse oggi e in futuro, perché tutto corre troppo velocemente e stiamo perdendo i valori veri, che fortunatamente sono sempre vivi nel lavoro dei piccoli produttori, nelle osterie che segnaliamo e nell’incontro con tante persone che condividono i nostri ideali.

Per questo l’associazione propone una serie di iniziative: incontri con bambini della scuola primaria, con studenti dell’ITAS Pastori, dell’IISS Mantegna e dell’Università; serate conviviali e testimonianze di alcuni protagonisti; presentazione delle due guide storiche (vino e osterie);  incontri sul tema cibo e salute e sul progetto “Nutrire Brescia e l’hinterland”. Oltre a qualche momento musicale.

Gli eventi in sintesi

  • –  Venerdì 10 febbraio – Dimostrazione di caseificazione ai bambini della scuola primaria Calini, a cura dell’azienda agricola Biobiò di Vobarno.
  • –  Lunedì 13 febbraio ore 18,00 – Presentazione guide “Osterie d’Italia” e “Slow Wine” alla Nuova Libreria Rinascita; seguirà la cena all’Osteria “Al Bianchi”. Saranno con noi l’ideatore della guida Osterie d’Italia e l’attuale curatore – i bresciani Marino Marini ed Eugenio Signoroni – il segretario nazionale Daniele Buttignol, il responsabile nazionale del tesseramento Fabrizio Dellapiana e altri protagonisti. Con la musica di “Pino e gli Erranti”.

    Necessaria la prenotazione**

  • –  Sabato 18 febbraio – Confronto con gli allievi dell’ITAS Pastori su “Applicazione del sistema integrato Q-Cumber per la governance del settore agrifood”, una tesi dell’ex studente del Pastori Alessandro Bono, che ha scelto un’azienda agricola lombarda per analizzare gli impatti ambientali a cui è esposta, utilizzando la piattaforma di innovazione sociale Q-Cumber.
  • –  Venerdì 24 febbraio ore 18,00 – Cibo e Salute – “21 Grammi” (cooperativa sociale Big Bang), con Patrizia Ucci fiduciaria della Condotta OglioFranciacortaLagod’Iseo e Piero Attilii presidente di “Diabete Brescia”. Si concluderà con un aperitivo a cura di “21 Grammi”.
    Necessaria la prenotazione**
  • –  Martedì 28 febbraio ore 10,00 – Incontro con gli allievi dell’Istituto Mantegna sulla filiera del pane, un progetto-pilota nell’ambito di Nutrire Brescia e l’hinterland.
  • Arricchiranno l’incontro il vice presidente dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo Silvio Barbero e il Consorzio Agroculturale impegnato in progetti sulla filiera corta. L’incontro è aperto a soci Slow Food e terminerà con un buffet a cura di allievi e insegnanti dell’Istituto.

    Necessaria la prenotazione**

    – Venerdì 3 marzo sarà a Brescia il Presidente nazionale di Slow Food Nino Pascale. Sono programmati incontri con gli studenti dell’Istituto agrario Pastori e dell’Università di Brescia.
    Alle ore 20,00 Nino Pascale parteciperà, con soci e amici di Slow Food, alla cena de “La Madia” di Brione.

    Necessaria la prenotazione**
    ** Le prenotazioni si effettuano collegandosi al sito www.slowfoodbrescia.it

    Informazioni a segreteria@slowfoodbrescia.it o al numero +39 348 2920921

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI