L’An Brescia torna vittoriosa anche dalla trasferta di Napoli

0
Pallanuoto An Brescia - www.bsnews.it
Pallanuoto An Brescia - www.bsnews.it

Concreta e concentrata, l’An Brescia passa con autorevolezza su un campo ostico come la piscina Scandone di Napoli: contro il Posillipo, nella quindicesima giornata di campionato, il sette di Sandro Bovo s’impone per 8 a 3 (2-2, 2-0, 4-0, 0-1, i parziali). Una volta scesa in acqua, l’An mette completamente alle spalle le fatiche della trasferta di Champions League, sfoderando una solidissima prova difensiva (oltre alle tante le palle recuperate, significativo il passivo di tre reti, di cui la prima arrivata in inferiorità, la seconda su rigore e la terza a uomini pari nell’ultima frazione, sul più che sicuro punteggio di 8 a 2), e una progressione offensiva che non ha lasciato scampo ai padroni di casa: nel secondo e nel terzo tempo, i biancazzurri, da un lato blindano la porta, mentre in attacco piazzano i sei gol consecutivi (nell’ordine, Ranđelovic, Muslim, Nicholas Presciutti, Nora, il rigore di Christian Presciutti e Manzi) che decidono la gara. Non che il Posillipo sia stato a guardare: almeno fino alla metà del secondo periodo, la compagine di Occhiello fa di tutto per tenere vivo il match con un gran movimento in attacco e una difesa molto grintosa. A fare la differenza è la compattezza di Presciutti e compagni, che riescono a contenere le sortite dei rossoverdi senza mai perdere la calma e stando sempre pronti a replicare con lucidità: dopo l’uno contro zero (con i partenopei sotto per 3 a 2) portato da Cuccovillo e neutralizzato in modo egregio da Del Lungo – appunto a metà del secondo tempo -, la partita finisce saldamente nelle mani delle calottine bresciane. Da parte An, una prestazione di qualità per iniziare a preparare, come si deve, il ritorno di Champions con il Nizza.

«I ragazzi si sono espressi veramente bene – commenta il dirigente biancazzurro, Paolo Fantoni -: siamo venuti per vincere e, per tutto l’incontro, l’attenzione non si è mai distolta dall’obiettivo. All’inizio, il Posillipo c’ha provato lottando su ogni pallone e anche usufruendo di nostre espulsioni un po’ discutibili; da parte nostra, non abbiamo mai perso il bandolo del nostro gioco, con una fase di copertura molto buona e determinati sotto rete. Siamo stati per circa venti minuti senza subire gol e, allo stesso tempo, realizzandone sei: contro un avversario come il Posillipo, una performance decisamente positiva».

Comments

comments

LEAVE A REPLY