Stop a discarica Castella, la Lega: non siamo pattumiera d’Italia

0
Gazebo per dire no alla discarica Castella - www.bsnews.it
Gazebo per dire no alla discarica Castella - www.bsnews.it
Bsnews whatsapp

“Noi stiamo agendo concretamente nell’interesse del territorio bresciano, della salute dei cittadini e dell’ambiente. Chi prometteva di cambiare l’aria invece si è limitato a chiacchierare. Grazie alla giunta Maroni e alla Regione Lombardia sono state bloccate nuove discariche a Montichiari, la discarica Bosco Stella a Castegnato e la discarica Castella a Buffalora. Non si tratta di un semplice elenco di risultati, ma di iniziative importanti che vanno a incidere concretamente nella vita dei cittadini. Ora per la zona di Buffalora immaginiamo un futuro verde, con la realizzazione del Parco dei Laghi”. Lo ha dichiarato Simona Bordonali, assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione della Regione Lombardia intervenuta oggi durante una conferenza stampa che si è tenuta al quartiere Buffalora di Brescia, con l’assessore regionale ad Ambiente, Energia e Sviluppo Sostenibile, Claudia Terzi, e il consigliere regionale Fabio Rolfi.

“Anche in materia ambientale, la Regione Lombardia è un passo avanti rispetto allo Stato italiano. Il “fattore di pressione regionale”, che prevede lo stop alle discariche in territori già inflazionati, garantisce livelli di tutela ambientale più elevati di quelli attualmente previsti a livello nazionale” conclude l’assessore Bordonali.

“Brescia non deve più essere la pattumiera d’Italia”. Ribadisce l’assessore regionale all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Claudia Maria Terzi. “All’interno del piano regionale abbiamo introdotto il ‘Fattore di pressione’ che è stato legittimato anche dal Consiglio di Stato. L’obbiettivo della Giunta Maroni è quello di tutelare la salute e l’ambiente. Per questa ragione abbiamo detto no alla realizzazione di una discarica all’ex cava castella di Buffalora. I lombardi conferiscono in discarica solo lo 0,7 per cento dei rifiuti, abbiamo imparato a fare la differenziata ed è un dato significativo se si pensa che in alcune regioni conferiscono il 34 per cento. Noi da anni siamo autosufficienti e smaltiamo i nostri rifiuti, è assurdo che il governo di Roma vada nella direzione opposta e ci costringa a smaltire rifiuti di altre a Regioni.  Noi lavoriamo per il nostro territorio, lo stato la smetta di mandare a Brescia i rifiuti che non arrivano dalla Lombardia”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI