Goitese, le multe non si pagano: saranno accolti gli oltre 4mila ricorsi pendenti

1
Autovelox multe su Goitese
Bsnews whatsapp

Saranno accolti i ricorsi presentati dai cittadini che si sono visti recapitare verbali di accertamento della violazione del superamento del limite di velocità di 70 km/h sul tratto stradale della “Goitese”. Dopo l’annullamento dell’ordinanza da parte della Provincia di Brescia, che sin da subito si è adoperata per trovare una soluzione positiva per i cittadini, la vicenda è stata oggetto di un accurato e attento approfondimento normativo e giurisprudenziale, da parte della Prefettura, che ha tenuto conto degli oltre 4000 ricorsi pendenti innanzi al Prefetto.

L’approfondimento ha richiesto il coinvolgimento del competente Dipartimento del Ministero dell’Interno e dell’Avvocatura dello Stato.

Considerati l’orientamento manifestato dall’Ufficio del Giudice di Pace e le valutazioni espresse dalla Provincia di Brescia con l’annullamento dell’atto dirigenziale n. 6202/2016, si procederà all’accoglimento dei ricorsi vertenti nella materia, presentati ai sensi dell’articolo 203 del Codice della Strada.

“Diciamo pure che si è riusciti a trovare, non senza difficoltà, il migliore rimedio possibile ad una difficile situazione che avrebbe posto cittadini ed utenti di fronte a un incomprensibile differente atteggiamento di uffici pubblici che esercitano la medesima competenza in materia di applicazione delle norme stradali – ha aggiunto il prefetto Valenti – e che mi auguro non si riproponga in futuro, avendo la Provincia fatto tesoro dell’esperienza. Pur non condividendosi, in stretto punto di diritto – ha concluso il Prefetto – le argomentazioni poste a fondamento delle tesi espresse dall’organo giurisdizionale, ne è stato considerato, in primis l’orientamento giurisprudenziale unitamente alle valutazioni espresse dall’Amministrazione provinciale con l’annullamento dell’atto dirigenziale n. 6202/2016 ed alla circostanza che nulla osta, da parte dell’Ente stesso, al mancato introito derivante dai verbali in argomento”.

“Da subito la Provincia si era attivata, di fronte a questa situazione, per trovare una soluzione che non penalizzasse i cittadini. Ci siamo più volte confrontati con gli automobilisti sanzionati, il Comitato spontaneo e con la Prefettura. Siamo soddisfatti per il risultato ottenuto – hanno dichiarato il Presidente della Provincia di Brescia, Pier Luigi Mottinelli, e il Consigliere delegato Diego Peli – che costituisce una responsabile risoluzione in un’ottica di correttezza amministrativa”.

 

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI