Smog, Legambiente contro la Regione: serve un’autority per i trasporti

2
Mascherina antismog
Mascherina antismog
Bsnews whatsapp

“L’emergenza non basta: la regione è come l’armata Brancaleone, i Comuni vanno in ordine sparso. Serve un’Autority dei trasporti”. A dirlo, con un comunicato stampa. è il responsabile regionale Trasporti di Legambiente Dario Balotta.

ECCO IL TESTO INTEGRALE DELLA NOTA

Sale l’allarme per le condizioni dell’aria in tutta la regione e Legambiente ribadisce la necessità di interventi più decisi, che vadano oltre l’emergenza: “Servono scelte di rilancio del trasporto pubblico con l’adozione di un’Autority per l’integrazione dei servizi di trasporto e azioni per la riduzione delle emissioni dagli impianti di riscaldamento domestici”, dice in una nota il responsabile Trasporti di Legambiente Lombardia Dario Balotta.

Non c’è il miracolo dietro l’angolo. Per battere lo smog non bastano, anche se sono le benvenute, poche e scoordinate misure d’emergenza che peraltro ogni anno scattano in ritardo e fanno apparire gli enti locali che le adottano, un’armata Brancaleone. La salute dei cittadini è sempre più compromessa. Le ferrovie svolgono un ruolo troppo marginale nella mobilità, sono solo 700mila i pendolari usano il treno. Pochissimi se si pensa che nella sola Monaco di Baviera circolano il doppio di pendolari al giorno in treno.

La prima cosa da fare, secondo Legambiente, è migliorare la qualità e l’offerta del servizio di trasporto pubblico: “Va offerto un efficiente servizio pubblico integrato tra autobus e ferrovia in tutte le città e provincie lombarde. Vanno anche potenziati i trasporti extraurbani e tra hinterland e hinterland svolti dagli autobus che invece stanno riducendo il numero delle corse e di conseguenza aumentano anziché diminuire i pendolari costretti ad usare l’automobile. Le aziende di trasporto urbane, extraurbane e Trenord tra loro non dialogano, non hanno obiettivi comuni. Basti pensare che non c’è ancora un biglietto unico integrato valido per tutti i mezzi come in ogni città europea. Il divario di produttività ed efficienza delle aziende lombarde è molto distante dalle medie comunitarie. Da decenni i contratti di servizio sono prorogati senza gara ed il settore vive con modelli di organizzazione carenti e garantiti dall’assenza di elementi competizione. Competizione che invece ha rivoluzionato e rilanciato il trasporto pubblico in tutta Europa negli ultimi trent’anni. Infine, secondo Balotta, “un piano per il superamento degli impianti di riscaldamento a gasolio deve caratterizzare senza rinvii il prossimo futuro”.

Dario Balotta responsabile trasporti Legambiente lombardia

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

2 COMMENTI

RISPONDI