Brescia, i vigili battono a tappeto via Milano: multe, maximulte e sequestri (di mimose)

0
Un tratto di via Milano
Un tratto di via Milano
Bsnews whatsapp

Resta costante l’impegno della Polizia Locale di Brescia nell’attività di presidio del territorio. Lo scorso 8 marzo gli agenti hanno svolto un servizio straordinario di controllo nell’area di via Milano, via Trivellini, via Villa Glori, via Industriale, via Morosini, via Nullo e nelle zone limitrofe.

Dalle 14 alle 18.30 le pattuglie territoriali e specialistiche hanno controllato 121 vetture. Le sanzioni per le violazioni alle norme della circolazione stradale ammontano complessivamente a 47: due sono state comminate per guida senza patente e per assenza del certificato assicurativo (con fermo dei veicoli), 14 per mancata revisione, una per inosservanza dell’alt degli agenti, una per guida con il telefonino, cinque per mancato uso dei dispositivi di segnalazione, una per non aver denunciato la perdita della targa e 23 per violazioni di alcuni divieti del codice della strada.

Sono state, inoltre, identificate 69 persone e sono state accompagnate al Comando di via Donegani tre prostitute che si trovavano in via Trivellini.

Sono stati emessi 11 verbali per violazioni del regolamento di Polizia Urbana per consumo di bevande alcoliche, atti indecorosi e bivacchi.

Il nucleo di Polizia Commerciale, durante un sopralluogo nella zona di via Milano, ha sanzionato un pakistano che svolgeva l’attività di affittacamere abusivo. Inoltre gli operatori della Polizia Locale hanno multato, con una sanzione da 15mila euro, un bar che aveva una slot machine posizionata a una distanza inferiore a 500 metri da una scuola.

Inoltre, sono stati sequestrati quasi 300 mazzetti di mimose venduti abusivamente, in zone vietate, in occasione della Festa della Donna e sono state emesse due sanzioni da mille euro ciascuna nei confronti di due commercianti ambulanti.

È stato controllato, infine, uno stabile in via Stefana e sono state identificate e allontanate quattro persone che dimoravano abusivamente nell’edificio al quale, poi, sono stati chiusi gli accessi.

 

 

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI