Legambiente contro il Pgt di Sulzano: quella variante liberalizza il cemento

Quella variante "di fatto liberalizza l’edificazione e lo sfruttamento delle aree a bosco e a salvaguardia ambiental". A dirlo - criticando apertamente l'amministrazione comunale di Sulzano - è il circolo Legambiente Basso Sebino

0
La bandiera di Legambiente
La bandiera di Legambiente

Quella variante al Pgt è “sostenuta da un’apparente necessità di sviluppo delle attività agricole”, ma “di fatto liberalizza l’edificazione e lo sfruttamento delle aree a bosco e a salvaguardia ambientale”. A dirlo – criticando apertamente l’amministrazione comunale di Sulzano – è il circolo Legambiente Basso Sebino in una nota diffusa nelle scorse ore.

ECCO IL TESTO INTEGRALE

OGGETTO: OSSERVAZIONI  ALLA REVISIONE DEL PGT DEL COMUNE DI SULZANO

DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE N.35 DEL 28/12/2016

La variante in oggetto, sostenuta da un’apparente necessità di sviluppo delle attività agricole, di fatto liberalizza l’edificazione e lo sfruttamento delle aree a bosco e a salvaguardia ambientale (SA). Capovolge i principi della buona pratica urbanistica e della salvaguardia del paesaggio. La variante autorizza la realizzazione di fabbricati di residenza od accessori (depositi ecc.) che risultano non verosimili, visto che si tratta di aree boschive. Tale variante non definisce  un taglio minimo della superficie aziendale , 3 o 4 ettari almeno, che dovrebbe caratterizzare l’esistenza di effettive aziende agricole e vere strutture aziendali.

Si chiede pertanto la ridefinizione, ai minimi termini, delle volumetrie concesse. Volumetrie che invece sono raddoppiate per le abitazioni e triplicate per le attrezzature produttive che possono dar luogo  a fenomeni speculativi. Gli  indici contenuti nella variante al PGT,  non solo non sono

giustificati ma, se approvati, liberalizzeranno il consumo di suolo e autorizzeranno un’importante  variazione urbanistica con pesanti conseguenze sullo sviluppo edificatorio già caotico  in un’area, la collina di Sulzano, che ha già conosciuto, con le passate amministrazioni,  uno sviluppo tale da compromettere il nostro territorio  sotto il profilo ambientale,paesaggistico ed idrogeologico.  E’ privo di giustificazioni  rendere possibile la residenza di un imprenditore agricolo (ammesso che lo sia veramente) con pezzature superiori ai 150 mq che dovrebbero essere un limite invalicabile.   Inoltre è da cancellare la possibilità di utilizzare le volumetrie concesse ai terreni di aziende agricole in affitto che invece devono servirsi delle strutture poste nelle proprie sedi aziendali. La variante, definibile una vera e propria liberalizzazione, consentirebbe la proliferazione incontrollata di micro e macro volumi connessi alle aree agricole e boschive che, di fatto, contravvengono alle indicazioni assunte dalla normativa regionale di salvaguardia del paesaggio rurale con tutte le sue peculiarità e la conservazione delle sue identità.  Si chiede pertanto di introdurre una nuova regolamentazione con nuovi parametri e vincoli che non permettano un uso eccessivo del suolo.

 

Sulzano 18 Marzo 2017

all. 1
Variante al Piano di Governo del Territorio – Avviso di deposito degli atti adottati
Vista la deliberazione del Consiglio Comunale n. 35 del 28 dicembre 2016, avente per oggetto “Adozione della variante al piano di governo del territorio ai sensi dell’art. 13, comma 13 della l.r. 12/2005 e s.m.i.” si rende noto che gli atti relativi all’adozione della Variante sono depositati presso la Segreteria Comunale in libera visione al pubblico per 30 giorni consecutivi e sul sito istituzionale precisamente dal giorno 18/01/2017 al giorno 16/02/2017. Nei successivi 30 giorni e quindi entro il 18/03/2017 chiunque ne abbia interesse potrà presentare osservazioni per iscritto con le seguenti modalità: – consegna a mano in carta semplice e in triplice copia presso il Protocollo comunale nei normali orari di apertura al pubblico; – per posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo@pec.comune.sulzano. bs.it; – per posta ordinaria in carta semplice e in triplice copia indirizzata al Comune di Sulzano.
*LEGAMBIENTE BASSOSEBINO

Circolo Luciano Pajola*

Comments

comments

LEAVE A REPLY