Guardia di Finanza, dati 2016: Brescia è terra di cartiere ed evasori

0
Bsnews whatsapp

La Guardia di Finanza di Brescia ha presentato i dati riferiti ai controlli effettuati nel 2016. Emerge un quadro nel Bresciano abbastanza chiaro: fatture false, mancati scontrini e lavoro nero la fanno da padrone fra i reati fiscali.

Nel 2016, la Finanza ha concluso 300 indagini di polizia giudiziaria contro l’evasione e le frodi fiscali: 871 i controlli e le verifiche svolte, 389 i soggetti denunciati responsabili di 345 reati fiscali. Brescia resta sempre terra di cartiere: l’87% dei reati riguarda emissione di fatture per operazioni inesistenti per un ammontare di oltre 180 milioni di euro, dichiarazione fraudolenta per oltre 250 milioni di euro, occultamento di documentazione contabile e omessa dichiarazione per oltre 140 milioni di euro. La Finanza ha individuato 53 casi tra frodi Iva, costituzione di crediti Iva fittizia e indebita compensazione, un caso di evasione fiscale internazionale. 92 i soggetti che, pur avendo svolto attività produttive di reddito, sono risultati completamente sconosciuti al Fisco.

Sul lavoro nero, la Finanza ha scoperto 144 datori di lavoro che hanno impiegato 264 lavoratori in nero e 225 lavoratori irregolari. I casi di evasione immobiliare acclarati sono stati 7 mentre 53 i fenomeni di evasione ed elusione fiscale connessi al settore delle locazioni immobiliari (affitti “in nero”). Sono state sequestrate disponibilità patrimoniali e finanziarie per il recupero delle imposte evase nei riguardi dei responsabili di frodi fiscali per oltre 3,5 milioni di euro ed avanzate proposte di sequestro per ulteriori 92 milioni di euro.

E anche per il settore dei commercianti non ci sono buone notizie. Sono 4.790 i controlli strumentali (scontrini e ricevute fiscali) con irregolarità riscontrate nel 28% dei casi. La Finanza ha svolto 1.150 controlli sul trasporto delle merci su strada e 193 controlli finalizzati a raccogliere informazioni sulla capacità contributiva dei singoli soggetti.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI