An Brescia, domani Champions League: unico risultato possibile è la vittoria

0
An pallanuoto Brescia
An pallanuoto Brescia

Piena consapevolezza delle difficoltà che incombono ma anche assoluta fermezza sull’obiettivo da centrare: in casa An Brescia è questo lo stato d’animo alla vigilia della trasferta di Berlino, per il penultimo turno del girone A di . Domani alle 19 la squadra di Sandro Bovo sarà ospite dello Spandau e, per tenersi la porta aperta sulla Final Six, l’unico risultato a disposizione è la vittoria.

I due punti di vantaggio sui diretti avversari dell’Orvosi non danno alcuna sicurezza, vuoi perché, mercoledì, gli ungheresi riceveranno il fanalino di coda, Nizza, e poi anche considerando che, nell’ultima giornata, mentre a Mompiano arriveranno i vicecampioni in carica dell’Olympiacos, l’OSC se la vedrà con il già qualificato, e altro team magiaro, Szolnok, per cui, valutate le variabili di una sfida come può essere un derby, i pronostici (sulla carta, i favori sono per il Szolnok) lasciano tanti, forse troppi, punti di domanda. Comunque sia, non è certo il tempo di fare calcoli: a Berlino, Presciutti e compagni vogliono buttare cuore e anima per ottenere i tre punti e tutto il gruppo sa bene che il compito sarà tutt’altro che agevole: se è vero che, da tempo, la piscina Schöneberg non è più uno dei campi più ostici della pallanuoto internazionale (dal 1983 al 1989, lo Spandau si è aggiudicato ben quattro Coppe dei campioni), è altrettanto vero che, proprio nello scorso turno, la compagine tedesca ha strappato un preziosissimo (per l’An) pareggio in casa dell’Orvosi.

E poi, sulle spalle dei biancazzurri, a pesare, oltre all’assenza di Valerio Rizzo, è anche, e soprattutto, il fatto di avere un solo risultato utile; in ogni caso, il sette bresciano è pronto a dare battaglia.
«Per noi è un match fondamentale – dichiara il tecnico dell’An, Bovo -, per conservare il terzo posto in classifica, dobbiamo conquistare i tre punti. A Brescia, abbiamo vinto ma senza giocare bene. Ora, lo Spandau è più in forma e s’è visto con il risultato di due settimane fa in casa dell’Orvosi; se vogliamo vincere, dovremo fare senz’altro meglio rispetto all’andata».

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome