Basket, la Germani va ko in amichevole: con Bologna finisce 71-54

0
Un'azione di gioco dell'amichevole - foto da ufficio stampa
Un'azione di gioco dell'amichevole - foto da ufficio stampa

Buona sgambata infrasettimanale per la Germani Basket Brescia, impegnata nel test amichevole contro la Virtus Segafredo Bologna nella cornice del Palasport di Castel San Pietro (BO), intitolato alla memoria di Roberto Ferrari, figlio di Fausto, titolare di Fap Investments, e fratello di Mauro, amministratore delegato di Germani Trasporti Spa, title sponsor della Leonessa.

A spuntarla alla fine sono i bianconeri allenati da Alessandro Ramagli (71-54), che sfruttano al meglio la linea verde scelta da coach Andrea Diana nella parte finale del match. Con Michele Vitali fermo ai box e senza Moore, Moss e Burns, tenuti a riposo per l’occasione, la Germani schiera i giocatori della prima squadra solo nei primi tre quarti di gara, nei quali la partita scivola via sui binari di un sostanziale equilibrio. Poi negli ultimi 10′ la Leonessa dà spazio ai giovanissimi (Vertova, Elhadje, Bolis, Zanetti e Bellandi contemporaneamente in campo), che non riescono ad arginare il buon finale di gara degli emiliani, guidati da Lawson (13 punti) e capaci di mandare tutti i componenti del proprio roster a referto.

Tra i lombardi ottima la prova di Marco Laganà, autore di 17 punti e in grande crescita di condizione e convinzione, e doppia cifra anche per Marcus Landry (11) in quello che per la Leonessa è stato un buon allenamento in vista della trasferta di Cremona, in programma domenica prossima alle 18.15 in occasione della 26/ma giornata di campionato.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA-GERMANI BASKET BRESCIA 71-54 (21-18, 36-29, 53-47)
Virtus Segafredo Bologna: Spissu 10, Umeh 5, Spizzichini 10, Ndoja 7, Rosselli 7, Michelori 2, Oxilia 7, Penna 8, Lawson 13, Bruttini 2. All: Ramagli
Germani Basket Brescia: Elhadje, Moore ne, Berggren 2, Vitali 8, Landry 11, Laganà 17, Bolis 7, Vertova, Zanetti, Bellandi, Morse 3, Burns ne, Moss ne, Bushati 6. All: Diana
Arbitri: Vicino, Tirozzi e Tallon

Comments

comments

LEAVE A REPLY