Bomba nell’area Leonardo Finmeccanica, ecco le zone interessate

Il sindaco di Brescia ha emesso un’ordinanza per la bonifica dell’area della società “Leonardo Finmeccanica” in via Lunga 2, nella quale è stato ritrovato un ordigno bellico

0
Un artificiere all'opera
Un artificiere all'opera

Il sindaco di Brescia ha emesso un’ordinanza per la bonifica dell’area della società “Leonardo Finmeccanica” in via Lunga 2, nella quale è stato ritrovato un ordigno bellico.

Domenica 30 aprile, tutte le persone residenti nella zona dovranno allontanarsi dalla propria abitazione o dal luogo di lavoro dalle 7 fino alla fine dei lavori (previsti per le 12), in modo da consentire una completa evacuazione dell’area entro le 8.

Le strade interessate sono via Fratelli Bonardi, via Domenico Chinca, via del Dosso, via del Passo Gavia, via del Rampino, via Sora, via Divisione Acqui (civici pari dal 106 al 132 e civici dispari dal 121 al 125), via Lunga (civici pari dal 2 al 30 e civici dispari dal 35 al 47), via Morosini (civici pari dal 16 al 22 e civici dispari dal 21 al 91), via Rose (civici pari dal 6 al 36 e civici dispari dal 5 al 27), via Rose di Sotto (civici pari dal 36 al 40 e civici dispari dal 251 al 281) e via Villa Glori (civici pari dal 12 al 58 e civici dispari dal 7 al 33).

Nella stessa fascia oraria, le vie elencate saranno chiuse al traffico (anche pedonale), fatta eccezione per i mezzi di emergenza e i veicoli dei residenti, che potranno transitare solo tra le 7 e le 8.

Le persone impossibilitate a spostarsi autonomamente dalla propria abitazione potranno utilizzare il servizio di supporto organizzato dal Comune di Brescia – Servizio di Protezione Civile, che offrirà trasporto e ospitalità presso il Centro di Accoglienza “Rose”, in via Presolana 38.

Per usufruire di tale servizio è necessario fare richiesta all’Ufficio relazioni con il pubblico (Urp) entro venerdì 21 aprile. Informazioni: tel. 030/2977302, numero verde 800 401 104,
email: urp@comune.brescia.it.

Il rientro alle abitazioni e ai luoghi di lavoro sarà consentito solo al termine delle operazioni di messa in sicurezza dell’ordigno e dopo l’assenso delle autorità competenti.

Comments

comments

LEAVE A REPLY