Valcamonica, al via il 4 maggio le serate della medicina

“Mi fa male il mondo”. Alle Serate della Medicina in Valle Camonica si parla di globalizzazione fra immigrazioni, pandemie, virus antichi e nuovi

0
Ordine dei medici
Ordine dei medici
Bsnews whatsapp

Dopo il successo delle precedenti edizioni tornano le Serate della Medicina in Valle Camonica, promosse dall’Ordine dei Medici di Brescia e rivolte a tutta la popolazione. Ad aprire il nuovo ciclo di incontri sarà un tema di stretta attualità, quello della globalizzazione e delle grandi migrazioni che incrociano interrogativi sociali, politici e storici oltre che sanitari.

“Mi fa male il mondo” – fra immigrazioni, pandemie, virus antichi e nuovi” è il titolo dell’incontro – ad ingresso libero per tutti – in programma giovedì 4 maggio alle ore 20.30 nella Sala Grande del Centro Congressi di Darfo Boario Terme (via Romolo Galassi 30).

Parteciperanno lo storico Giulio Toffoli, che declinerà il tema delle migrazioni sulla storia del territorio della Valle Camonica, l’infettivologo Silvio Caligaris degli Spedali Civili di Brescia, che si soffermerà sulle “malattie della globalizzazione”, dai super batteri resistenti agli antibiotici ai virus globali che sfidano la sanità pubblica mondiale, e Dario Ducoli, operatore della cooperativa sociale K-Pax, che metterà a fuoco il tema dell’accoglienza dei migranti, partendo dagli interventi innovativi sviluppati in valle per favorire l’integrazione.

Durante l’incontro verranno anche confutati alcuni “falsi miti” sull’immigrazione, spiegando quali sono le reali implicazioni sanitarie del movimento migratorio, spesso non allineate alla percezione diffusa dello “straniero” come portatore di malattie e quindi potenziale pericolo per la popolazione autoctona.

Coordinano il dottor Bruno Platto, segretario dell’Ordine dei Medici di Brescia, e la dottoressa Emanuela Tignonsini, medico del lavoro.

«La globalizzazione è il futuro, i nostri figli dovranno essere cittadini del mondo, capaci di osservare le cose con uno sguardo aperto», afferma la dottoressa Tignonsini, che ha curato le Serate della Medicina. Un’occasione di approfondimento importante offerta alla valle per ragionare su un tema che ci riguarda tutti da vicino. «Aspetto qualificante del progetto è stato il coinvolgimento degli studenti, che hanno accolto la sfida di “raccontare” l’integrazione attraverso la fotografia, il teatro, la cucina, in una positiva collaborazione avviata fra l’Ordine dei Medici e le scuole superiori».

L’incontro sarà arricchito da intermezzi teatrali dal titolo “Migranti”, a cura della compagnia teatrale “I Punti Cardinali”, da una mostra fotografica e di grafica digitale degli studenti del liceo di Darfo sul tema dell’integrazione, da poesie e da un gustoso buffet dolce-salato multietnico, allestito all’ingresso a cura degli studenti dell’istituto alberghiero di Darfo, in collaborazione con i rifugiati politici di Casa Giona e K-Pax.

Le Serate della Medicina in Valle Camonica, che si pongono in continuità con i Pomeriggi della Medicina promossi a Brescia in primavera, sono pensate come appuntamenti rivolti a tutta la cittadinanza, ad ingresso libero, con l’intervento di professionisti della salute che tratteranno i diversi argomenti con un linguaggio piano e accessibile al grande pubblico. L’iniziativa è realizzata dall’Ordine dei Medici in collaborazione con il Comune di Darfo Boario Terme.

L’incontro inaugurale del 4 maggio segna l’avvio del nuovo ciclo delle Serate della Medicina, che riprenderanno dopo la pausa estiva con altri due appuntamenti in programma nel periodo autunnale, dedicati al tema delle vaccinazioni e alla prevenzione.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI