Basket, la Germani batte Torino 96-89

0
Un'azione di gioco della partita fra Brescia e Torino - foto da ufficio stampa
Un'azione di gioco della partita fra Brescia e Torino - foto da ufficio stampa

Passione ed energia, ecco quello che i tifosi della Leonessa volevano dai propri giocatori dopo la trasferta di Trento. E ancora una volta Brescia risponde presente, tenendo addirittura vivo il sogno di centrare i playoff. Matura così in un PalaGeorge caldo e partecipe la vittoria stagionale numero 13 della Germani, che batte Torino con il punteggio di 96-89 e condisce il successo con i festeggiamenti di fine gara, degna cornice per l’ultimo match casalingo della regular season. Praticamente priva di Moss, impossibilitato a giocare più dei 30″ iniziali di gara, la Leonessa porta sei uomini in doppia cifra, che testimoniano il contributo alla causa dato da tutti. Spiccano i 18 punti di un super Bushati (15 nel primo tempo) e di Lee Moore (9 nel quarto finale), ben coadiuvati da Burns (17), Berggren (16), Landy (14) e Luca Vitali (13 punti, 6 assist e 8 rimbalzi). Domenica prossima l’ultima gara della regular season porterà la Germani a Pistoia, dove i ragazzi di Diana proveranno a togliersi l’ennesima soddisfazione di questa stagione da incorniciare e celebrare a lungo.

LA PARTITA – Nell’ultima partita casalinga della regular season la Germani parte forte in un PalaGeorge infuocato, colorato dalla splendida coreografia degli Irriducibili. I primi punti sono per la Fiat Torino ma la Germani mostra di essere ben presente e con i canestri di Vitali e Berggren prende il comando delle operazioni. David Moss è in quintetto, ma solo per onor di firma: e così il capitano dopo i primi 60” alza bandiera bianca e abbandona il campo fra gli applausi dei tifosi. La Leonessa gioca i primi minuti con estrema lucidità e dopo 4’ è in vantaggio gestisce un vantaggio in doppia cifra (16-6). Gli avversari non riescono a rimanere al passo dei padroni di casa che con grinta ed energia mettono a segno i 35 punti che le permettono di chiudere il primo quarto con un vantaggio di 18 lunghezze sul 35-17. Nel secondo quarto Brescia sembra perdere un po’ di brillantezza e precisione e nei primi 3′ rimane bloccata a quota 35 mentre Torino riduce il gap sul -12. Una tripla di Landry sblocca la squadra di Andrea Diana e in pochissimo tempo Brescia si porta al massimo vantaggio, +18 sul 44-26. Con il passare dei minuti la Germani si spegne un po’ e lascia maggiori spazi agli avversari, che così riduce il distacco e lascia alla Leonessa 11 lunghezze di vantaggio alla sirena che chiude i primi due quarti.

Nella ripresa Brescia soffre e fatica e trovare il canestro e lascia spazio a Torino che ingrana la quinta e inizia la sua rimonta. La Fiat si avvicina pericolosamente alla Leonessa, portandosi dopo 5’ sul 56-53 senza però riuscire mai a raggiungere il pareggio. Negli ultimi minuti del periodo Brescia si riaccende e arriva alla fine del quarto con un vantaggio rassicurante in doppia cifra (11 punti sul 73-62). Nell’ultimo quarto le squadre continuano a omettere la fase difensiva e le due squadre danno vita a un botta e risposta entusiasmante, lottando sul parquet con grande energia. Tutti portano il proprio contributo, Moore sale in cattedra (9 punti negli ultimi 10′) e la Leonessa conduce in porto la vittoria, chiudendo sul punteggio di 96-89 in un clima di grande entusiasmo, sfociato nella festa finale al PalaGeorge.

ANDREA DIANA – “Il primo pensiero va ai miei ragazzi, sono orgoglioso di tutti loro perché oggi hanno dato un segnale importante di rispetto per il lavoro che abbiamo fatto durante tutto l’anno. Ognuno di loro ha voluto portare il proprio contributo per costruire la vittoria, a cominciare da David Moss, che oggi non poteva giocare ma ha fatto di tutto per essere utile alla squadra, facendo il riscaldamento e giocando il primo minuto, e Michele Vitali, in panchina pur sapendo di non poter giocare. In settimana ho chiesto a ognuno di loro di dare il 100% e oggi lo hanno fatto: portiamo sei giocatori in doppia cifra, ognuno di loro non si è mai tirato indietro in ogni momento della partita. Abbiamo fatto una stagione entusiasmante e ci siamo creati l’opportunità di andare domenica a Pistoia a giocarci una possibilità di accesso ai playoff: dopo la partita contro Capo d’Orlando, disastrosa dal punto di vista degli infortuni, questo non era affatto scontato. Tante squadre sarebbero potute crollare ma noi, dopo un brutto momento, ci siamo rialzati e abbiamo continuato a lavorare restando concentrati e la partita di domenica è un premio al lavoro fatto tutto l’anno”.

GERMANI BASKET BRESCIA-FIAT TORINO 96-89 (35-17, 54-43, 73-62)
Germani Basket Brescia: Moore 18 (4/7, 0/3), Berggren 16 (8/9), L. Vitali 13 (2/3, 2/4), Landry 14 (1/3, 4/7), Laganà (0/2 da tre), Bolis ne, Zanetti ne, Nyonse ne, Burns 17 (3/4, 3/6), M. Vitali ne, Moss, Bushati 18 (3/5, 3/8). All: Diana
Fiat Torino: Wilson 25 (6/8, 2/6), Harvey 9 (3/4, 1/7), White 11 (5/7, 0/1), Parente, Alibegovic 8 (1/3, 2/4), Poeta 14 (3/6, 2/5), Cuccarolo ne, Okeke 1 (0/2 da tre), Mazzola 7 (2/3, 1/2). All: Vitucci
Arbitri: Sahin, Paglialunga e Belfiore
Note: Tiri da 2: Brescia 21/31 (68%), Torino 27/39 (69%) – Tiri da 3: Brescia 12/30 (40%), Torino 8/27 (30%) – Tiri liberi: Brescia 18/23 (78%), Torino 11/12 (92%) – Rimbalzi: Brescia 30 (22 RD, 8 RO), Torino 26 (19 RD, 7 RO)

Comments

comments

LEAVE A REPLY