Banche e armi, Repubblica segnala il boom di Valsabbina

Boom di transazioni bancarie legate alle armi in Italia. E in testa a questo fenomeno - secondo il quotidiano Repubblica - spicca il caso Banca Valsabbina

0
Banche e settore armi? Un connubio sempre più rilevante
Banche e settore armi? Un connubio sempre più rilevante

Boom di transazioni bancarie legate alle armi in Italia. E in questo fenomeno spicca il caso Banca . A rilevarlo è il quotidiano nazionale Repubblica, che cita la rivita Nigrizia e l’ultima Relazione al parlamento sulle operazioni autorizzate e svolte per il controllo dell’esportazione, importazione e transito dei materiali di armamento.

Secondo i dati, in un anno il valore delle transazioni bancarie legate all’export definitivo di armamenti è passato dai 4 miliardi del 2015 ai 7,2 miliardi del 2016 (+80%), con una crescita del 179% rispetto a due anni fa (2,5 miliardi di euro, nel 2014). Il primo posto della classifica spetta a Unicredit: “oltre 2,1 miliardi di euro (pari a circa il 30% dell’ammontare complessivo movimentato per le sole esportazioni definitive), con una crescita del 356% rispetto al 2015 (474 milioni di euro)”.

Ma per crescita percentuale – si legge – spicca “una piccola banca cooperativa del bresciano: la Banca Valsabbina. In un anno le sue transazioni armate sono cresciute del 763,8% passando dai 42,7 milioni di euro del 2015, ai 369 circa dell’anno scorso”.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome