Manifesti della Lega oscurati, assolto l’ex sindaco di Cologne

L'ex sindaco di Cologne Danilo Verzelletti è stato assolto dall'accusa di abuso d'ufficio per la vicenda dei manifesti della Lega oscurati

0
La sentenza
La sentenza

L’ex sindaco di Cologne Danilo Verzelletti è stato assolto dall’accusa di abuso d’ufficio. La vicenda risale all’agosto del 2011, quando il primo cittadino fece rimuovere alcuni manifesti affissi dalla locale sezione della Lega contro l’ipotesi di una nuova moschea. I manifesti, che evocavano quelli funebri, riportavano la scritta: “Cittadini e cittadine, la libertà di opinione e di parola sono morte!”. Verzelletti, però, poi li aveva fatti coprire con la scritta “Pubblicità non autorizzata”. A questa mossa era seguita una manifestazione della Lega con tanto di blitz in consiglio comunale e carabinieri schierati a garantire la sicurezza dei consiglieri di maggioranza. Il caso era infine arrivato in tribunale, ma i giudici hanno assolto l’ex primo cittadino perché ha perseguito “un interesse della collettività” (visto che i finti necrologi avrebbero potuto urtare la sensibilità dei cittadini) e il Carroccio non ne ha ricevuto alcun danno.

 

 

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY