Martedì 23 in Consiglio regionale si parla di consumo di suolo

Il Consiglio si riunirà martedì con all’ordine del giorno un progetto di legge, tre proposte di atto amministrativo e alcune proposte di nomina

0
Consiglio Regione Lombardia
Consiglio Regione Lombardia

Il Consiglio regionale si riunirà martedì 23 maggio, con all’ordine un progetto di legge, tre proposte di atto amministrativo e alcune proposte di nomina. La seduta consiliare, convocata dal Presidente Raffaele Cattaneo, si terrà dalle ore 10 alle 20.

Al primo punto all’ordine del giorno, la proposta di legge che modifica la legge 31 sul consumo di suolo, approvata in Commissione Territorio lo scorso 4 maggio e iscritta nel rispetto di quanto recita il Regolamento generale in tema di procedura d’urgenza. In concomitanza con l’entrata in vigore del Piano Territoriale Regionale (punto successivo all’ordine del giorno della seduta), questo progetto di legge, di cui è relatore Mauro Piazza (Lombardia Popolare), dà ai Comuni la possibilità di ridurre da subito le previsioni urbanistiche e crea contemporaneamente anche le condizioni per ampliamenti e nuovi insediamenti industriali tesi a creare effettive occasioni di occupazione e di sviluppo economico: in questi casi specifici, il potenziale ed eventuale nuovo consumo di suolo non sarà più conteggiato nel rispetto del limite massimo della soglia comunale, ma dovrà in ogni caso rientrare entro i limiti previsti dalla soglia complessiva regionale.
A seguito dell’approvazione di questo provvedimento, il Consiglio regionale sarà quindi chiamato ad esprimersi sulle integrazioni apportate al Piano Territoriale Regionale (relatore Roberto Anelli, Lega Nord), che prevede una riduzione del 25% del consumo di suolo in Regione Lombardia entro il 2020 sulla base di criteri relativi alla qualità ambientale, paesaggistica e agricola.
Seguirà la discussione e il voto sul Piano triennale per la cultura (relatrice Sabrina Mosca, Forza Italia), che indica contenuti e obiettivi dell’azione regionale fino al 2019. L’ordine del giorno dei lavori d’Aula prevede poi l’approvazione del Rendiconto 2016 del Consiglio regionale, che evidenzia un risparmio di 730.000 euro dal taglio dei vitalizi, lo stanziamento di 160mila euro devoluti alle popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto 2016 e di 280mila euro per borse di studio per tirocini formativi e di orientamento a favore di giovani neolaureati, finanziate con i risparmi dei costi della politica: relatore del provvedimento il Vice Presidente del Consiglio Fabrizio Cecchetti (Lega Nord).
A seguire la relazione annuale del Comitato paritetico di controllo e valutazione sull’attuazione delle leggi e gli effetti delle politiche regionali 2016, che sarà illustrata dai Consiglieri Riccardo De Corato (FdI) e Carlo Borghetti (PD).
In conclusione le nomine di tre componenti di cui uno con funzione di Presidente nell’Organo di Revisione legale della Fondazione Regionale per la Ricerca Biomedica e di tre componenti di cui uno con funzione di Presidente e due supplenti nel Collegio Sindacale dell’Azienda Sviluppo Ambiente Mobilità (ASAM).

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY