Ucciso a coltellate per una canzone, pene confermate per i due assassini

Sono state confermate le condanne per i due assassini di origine rumena che l'8 dicembre del 2014, al Copacabana di Roncadelle, uccisero a coltellate un 30enne di origine serba, Roberto Lajatifi, padre di ben cinque figli.

0
La sentenza
La sentenza
Bsnews whatsapp

Sono state confermate le condanne per i due assassini di origine rumena che l’8 dicembre del 2014, al Copacabana di Roncadelle, uccisero a coltellate un 30enne di origine serba, Roberto Lajatifi, padre di ben cinque figli.

L’omicidio è avvenuto in occasione del concerto di Adrian Minune, cantante piuttosto conosciuto nei paesi dell’Est Europa. La vittima – secondo la prima ricostruzione – aveva commesso l'”errore” di chiedere una canzone al performer. Da  lì sarebbe scaturita la lite e il successivo alcoltellamento. Poi i due hanno fatto perdere le proprie tracc, salvo essere recuperati dai carabinieri fuori provincia (uno a Cinisello Balsamo, l’altro in Sicilia).

Robert Emilian Mocanu è stato condannato a 16 anni e 8 mesi, Marius George Bonoru a 20 anni.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI