Turismo, il caso Brescia diventa una lezione a Milano

Bresciatourism approda nell’ateneo milanese di Bicocca per una lezione sul marketing turistico digitale dal titolo “Fare turismo: il caso Brescia”

0

Bresciatourism approda nell’ateneo milanese di Bicocca per una lezione sul marketing turistico digitale dal titolo “Fare turismo: il caso Brescia”.

“Brescia – spiega la presidente di Bresciatourism Eleonora Rigotti – è la seconda meta turistica in Lombardia. La supera solo Milano, per cui però incide in maniera significativa il turismo business. Dal 1998 al 2016 il flusso turistico è aumentato dell’87.7% negli arrivi e del 37.1% nelle presenze, collocando il nostro territorio al primo posto per il turismo leisure. I dati dell’ultimo anno, inoltre, confermano questo trend, arrivando a toccare nel 2016 più di 10 milioni di presenze. Per questo Bresciatourism, principale ente di promozione turistica di Brescia e provincia, è stata invitata a raccontarsi agli studenti di Economia dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca”.

L’input è partito dalla dottoressa Maria Garbelli, docente di Market-driven management all’Università Milano-Bicocca, che ha voluto presentare agli studenti del corso di Marketing, comunicazione aziendale e mercati globali il modello bresciano di fare turismo. In cattedra, venerdì 26 maggio, è salito il web manager di Bresciatourism. “Stiamo puntando molto sulla digitalizzazione – continua Rigotti – sia per trasmettere la conoscenza di Brescia e provincia sia per aumentare l’eco d’interesse sui nostri landmark e rendere partecipi i turisti e gli abitanti del territorio”.

Promuovere, informare e coinvolgere sono infatti le parole chiave delle azioni web targate Bresciatourism, attiva su Facebook con oltre 73.100 follower e su Instagram con un tasso di crescita del 448% nell’ultimo anno. Le azioni interattive si traducono nei post sui social network, particolarmente apprezzati per l’elevata ricettività e per l’alta qualità fotografica delle immagini che mostrano i luoghi più suggestivi di tutto il territorio bresciano, e nel coinvolgimento diretto dei web influencer. Nel corso della lezione sono stati presentati i diversi contest e ritrovi di instagramers e blogger organizzati da Bresciatourism per accrescere la visibilità di Brescia sul web.

“Il presente e il futuro del marketing turistico – è stato spiegato nel corso della presentazione – si giocano in buona parte sul web, attraverso, per esempio, lo story-telling, l’e-commerce di esperienze e servizi e la gamification, cioè l’utilizzo di elementi mutuati dai giochi e delle tecniche di game design per focalizzare l’attenzione sui brand territoriali”.

Incontro prolifico, che si affianca alle altre sinergie di Bresciatourism con il mondo dell’Università, come la ricerca sulla web reputation affidata al dipartimento di Economia e management dell’Università degli Studi di Brescia e la collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia.

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY