Stazione, rapina con coltello alla gola: arrestato marocchino

Un equipaggio della Polizia del Carmine ha fermato un marocchino del 1991 considerato l'autore di una violenta rapina avvenuta a pochi metri dal luogo dove è stato intercettato

0
Coltello puntato alla gola
Coltello puntato alla gola
Bsnews whatsapp

Nei giorni scorsi, durante un servizio di controllo del territorio nella zona delle autolinee Saia, in Stazione, un equipaggio della Polizia del Carmine ha fermato un marocchino del 1991, considerato l’autore di una violenta rapina avvenuta a pochi metri dal luogo dove è stato intercettato.

La rapina era avvenuta nel piazzale della stazione, vicino alle cabine telefoniche. Qui, un uomo era stato avvicinato, da quattro ragazzi di etnia Nord Africana: uno di questi (la persona fermata, secondo le forze dell’ordine) con fare aggressivo aveva preteso dalla vittima i soldi che questa aveva in mano. Quindi aveva cercato di strapparglieli e, al suo rifiuto, aveva colpito al viso la vittima puntandogli anche un coltello alla gola (provocandogli un lieve taglio). Per poi darsi alla fuga.

La vittima, quindi, aveva invocato l’aiuto dell’equipaggio dell’esercito che presidia la Stazione Ferroviaria, che gli aveva prestato subito soccorso fino all’arrivo dell’ambulanza e della volante carmine.   A individuare l’aggressore ci ha pensato invece la Polizia.

L’arrestato, con precedenti per furto e altri reati contro il patrimonio, è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Canton Mombello. Successivamente, il Gip ha convalidato il fermo e ha applicato la custodia cautelare in carcere in attesa di giudizio.

Da tempo la stazione è oggetto di particolare attenzione da parte delle forze dell’ordine, con frequenti interventi anche da parte dei vigili.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI