Brescia-Milano, si rinnovano i treni: in servizio due nuovi Vivalto

Entreranno in servizio domani, domenica 11 giugno, in concomitanza con il cambio orario estivo, i due nuovi treni 'Vivalto' inaugurati oggi dall'assessore regionale alle Infrastrutture

0
Sulla Brescia Milano in servizio due nuovi treni Vivalto, foto da ufficio stampa
Sulla Brescia Milano in servizio due nuovi treni Vivalto, foto da ufficio stampa
Bsnews whatsapp

Entreranno in servizio domani, domenica 11 giugno, in concomitanza con il cambio orario estivo, i due nuovi treni ‘Vivalto’ inaugurati oggi dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilita’, Alessandro Sorte, che li ha ‘testati’ con un breve viaggio fra Romano di Lombardia (BG) e la Stazione centrale di Milano.

SVOLTA SULLA MILANO-BRESCIA-VERONA – I Vivalto fanno parte di una nuova flotta che andra’ a servire, in entrambe le direzioni, le corse con piu’ viaggiatori sulla linea Milano-Brescia-Verona. In questo modo, 12 corse fino ad oggi effettuate con carrozze ‘media distanza’ saranno effettuate con i nuovi Vivalto di ultimissima generazione. Altre 8 saranno effettuate con treni Coradia in doppia composizione (ETR425 da 5 casse + ETR 526 da 6 casse) che garantiscono un totale di 550 posti a sedere (54 posti offerti in piu’ per ogni corsa rispetto ad oggi). Altre 2 corse (RE Milano-Brescia, verranno effettuate con Coradia ETR526. Per il restante servizio, 12 corse saranno fatte con 8 carrozze media distanza MD (con 612 posti offerti, di cui 60 in prima classe) e 2 treni RE Milano – Brescia da 6 carrozze doppio piano (892 posti a disposizione).

Sulla Brescia Milano in servizio due nuovi treni Vivalto, foto da ufficio stampa
Sulla Brescia Milano in servizio due nuovi treni Vivalto, foto da ufficio stampa

INVESTIMENTO DA 70 MILIONI DI EURO – “Con quelli di oggi – ha detto Sorte – abbiamo consegnato gli ultimi due treni di un pacchetto da 8 Vivalto, (4 sulla Bergamo e Mantova e 4 sulle linee di Pavia) che abbiamo finanziato con un investimento di 70 milioni di euro”.

CONFERMATO IL PRESIDIO DELLE GUARDIE GIURATE – L’assessore ha anche confermato che il presidio delle guardie giurate armate “va avanti”, visto che, anche negli ultimi giorni, si sono verificate situazioni spiacevoli.

1527 PERSONE NON FATTE SALIRE O ALLONTANATE DALL’1/6 – “Dall’inizio del mese – ha continuato Sorte – 1.527 persone non hanno regolarizzato la propria posizione e quindi o sono state fatte scendere dal treno o non sono state fatte salire. Di questo servizio, dunque, c’e’ un grande bisogno”.

IMPORTANTE RISPOSTE DALLE AMMINISTRAZIONI DELLA BERGAMASCA – L’assessore Sorte e’ arrivato in Stazione centrale accompagnato da una ventina di amministratori (sindaci e assessori) di altrettanti comuni della bassa bergamasca. “E’ una risposta importante – ha detto – che il territorio offre davanti a un altro atto concreto della Regione Lombardia”.

I SINDACI E GLI ASSESSORI – Erano presenti i sindaci di: Casorate d’Adda, Mauro Facca’; Morengo, Alessandra Ghilardi; Barbata Vincenzo Trapattoni; Pumenengo, Clara Mezzoli (vicesindaco); Calcio, Marco Menduni; Bariano, Fiorenzo Bergamaschi; Romano di Lombardia, Sebastian Nicoli; Caravaggio; Claudio Volandrini; Pagazzano, Raffaele Morigi; Antegnate, Andrea Lanzini; Treviglio, Basilio Mangano (assessore); castel Rozzone, Giuseppina Finardi; Brignano Gera d’Adda, Beatrice Volandini; Calvenzano, Sara Ferrari (vice sindaco) e di Covo, Rinaldo Monella (vice sindaco).

PIANO STRAORDINARIO DI PULIZIE – L’assessore ha anche annunciato che proprio lunedi’ prossimo 12 giugno entrera’ in servizio anche un servizio straordinario di pulizie a bordo durante il giorno. “Stiamo facendo veramente di tutto – ha sottolineato – per poter offrire treni sempre in condizioni decorose ad un’utenza che continua a crescere”.

TRENO IMBRATTATO – Ai giornalisti che gli hanno fatto notare che proprio questa notte e’ stato imbrattato uno dei due nuovi treni, Sorte ha assicurato che “entro la sera di oggi” sara’ completamente ripulito grazie alle nuove tecnologie che consentono di intervenire in tempi rapidissimi. “Solo per togliere i graffiti – ha sottolineato – spendiamo 1 milione di euro all’anno. E questo non va bene”.

I NUOVI VIVALTO – Il Vivalto e’ composto da 6 carrozze doppio piano climatizzate realizzate da AnsaldoBreda, mosse da una locomotiva E464 Bombardier. Il treno e’ accessibile alle persone con disabilita’, anche senza l’assistenza di mezzi in stazione, ed e’ dotato di 684 posti a sedere (72 posti in piu’ rispetto alle composizione media distanza utilizzate fino ad oggi), di cui 90 di prima classe (30 posti in piu’), con poggiatesta, braccioli, tavolini ribaltabili, prese elettriche da 220 volt. La carrozza semipilota ospita un’area multifunzionale predisposta per il trasporto di sci, biciclette, bagagli e piccoli colli e la
toilette attrezzata per l’utilizzo da parte dei passeggeri a ridotta mobilita’. La velocita’ massima e’ 160 km/h. La tecnologia di bordo permette un’attenta integrazione di tutti i sistemi di informazione (annunci sonori, monitor e segnaletica), mappe tattili nelle toilette e pulsantiere in “Braille” per i passeggeri non vedenti, monitor a cristalli liquidi per ogni vettura, un sistema di videosorveglianza e un pulsante di allarme dotato di citofono per comunicare con il personale di bordo.

I NUOVI CORADIA – Il nuovo treno Coradia Meridian di seconda generazione (il modello precedente svolge il servizio aeroportuale per Malpensa) si caratterizza per ampiezza e
spaziosita’ degli interni e per allestimenti specifici per il trasporto regionale. Progettato secondo nuovi standard di comfort, sicurezza e accessibilita’, il Coradia puo’ viaggiare a una velocita’ massima di 160 km orari. Molti i servizi a bordo: climatizzazione, impianto di videosorveglianza, schermi luminosi interni per le informazioni di viaggio, impianto di diffusione sonora per gli annunci, scritte in braille, prese di corrente a 220V per l’alimentazione di cellulari e PC portatili, ampio portabagagli. L’ingresso a raso con il marciapiede facilita l’ingresso dei passeggeri, mentre le pedane retrattili, installate su ogni porta, permettono un accesso agevole anche ai passeggeri a ridotta capacita’ motoria. (Lnews)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI