Desenzano, Palazzolo, Gussago, Darfo… 81mila bresciani al voto per 12 sindaci

Sono oltre 81mila i bresciani che oggi sono chiamati alle urne per eleggere il primo cittadino e i rappresentanti del consiglio comunale. Dodici i sindaci che saranno eletti, a fronte di 31 aspiranti

0
Sindaci al rinnovo
Sindaci al rinnovo

Sono oltre 81mila i bresciani che oggi sono chiamati alle urne per eleggere il primo cittadino e i rappresentanti del consiglio comunale. Dodici i sindaci che saranno eletti, a fronte di 31 aspiranti. Le liste complessive sono 51, i candidati consiglieri ben 714. Nella maggior parte dei Comuni il sindaco si deciderà questa sera, dopo le 23. Ma nei quattro sopra i 15mila abitanti (Desenzano, Palazzolo e, per la prima volta, Gussago e Darfo) se nessun aspirante supererà il 51 per cento dei voti si tornerà al ballottaggio il 25 giugno.

DESENZANO DEL GARDA

A Desenzao gli aspiranti consiglieri sono ben 204. Ma ricco è anche il parterre dei candidati sindaci. L’uscente Rosa Leso (Pd) non si è candidata, lasciando il testimone a Valentino Righetti. Sul fronte opposto il centrodestra è rappresentato da Guido Malinverno (Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia). Ma in campo ci sono anche Sergio Parolini (civiche), Andrea Spiller del Movimento 5 stelle, Alessandro Bigi (Viva Desenzano) e Dina Saottini.

PALAZZOLO

A Palazzolo si ricandida (senza simbolo del Pd) il sindaco uscente Gabriele Zanni, contro di lui il centrodestra guidato dal leghista Stefano Raccagni e il movimento civico iMos, che punta su Alessandro Mingardi.

DARFO BOARIO TERME

A Darfo Boario si ricandida il sindaco uscente Ezio Mondini (civica), contro di lui due candidati di centrodestra: Fabio Bianchi, supportato da Forza Italia e due civiche, e Giampaolo Rossi, espressione del resto del centrodestra e di due civiche.

GUSSAGO

Sono ben cinque i candidati sindaci a Gussago. conferma la sua vocazione alle elezioni affollate: Stefano Bazzana è sostenuto tre civiche, mentre a sostenere Francesco Raucci c’è una lista di sinistra. Stefano Quarena ha raccolto il sostegno di buona parte del centrodestra (tranne Forza Italia), mentre Gussago Insieme sostiene Francesco Coccoli. Infine c’è Luca Aliprandi, che guida una civica.

GLI ALTRI COMUNI

A Paspardo, Malonno e Provaglio Valsabbia i primi cittadini uscenti Fabio De Pedro, Stefano Gelmi e Massimo Mattei non avranno rivali. Ma dovranno comunque superare uno scoglio, quello del quorum del 50 per cento dei votanti, altrimenti la consultazione sarà considerata nulla e alla guida del municipio verrà nominato un commissario prefettizio.

Nella Bassa, a Gottolengo, il sindaco Giacomo Massa sfiderà Renzo Bozzi. Mentre ad Acquafredda i cittadini potranno scegliere fra gli esponenti di due liste civiche: quelle di Pasquale Moffa e Maurizio Donini (che rappresenta la continuità rispetto all’esecutivo uscente guidato da Alessio Guerreschi). A Mura è sfida a due fra Mirko Poli del Mfl Psn e Nicola Angiola Flocchini, così come a Odolo, dove si sfidano Pier Luigi Tononi e il sindaco uscente Fausto Cassetti. A Cazzago, infine, Mariateresa Castellini si inserisce come outsider nella sfida fra il sindaco in carica Antonio Mossini (centrodestra) e Patrizia Belli (centrosinistra).

Comments

comments

LEAVE A REPLY